Una scuola post Covid
Una scuola post Covid
Scuola e Lavoro

Puglia, Emiliano ribadisce la sua posizione: «Scuola luogo non sicuro»

Durante la presentazione dell'ospedale Covid in Fiera del Levante, il presidente ha chiarito il perché della sua ordinanza

Ieri mattina, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha firmato la nuova ordinanza sulla scuola. Ad una settimana di distanza dalla precedente, viene ribaltata la prospettiva. Per cui da domani 18 gennaio gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado saranno tutti in DaD, mentre la scuola primaria e quella secondaria di primo grado tornano in presenza, con la possibilità per i genitori di scegliere per la DDI (Didattica digitale integrata). Un ribaltamento di prospettiva rispetto all'ordinanza di 7 giorni fa, che rendeva obbligatoria per tutti la DDI e obbligava chi voleva essere in presenza a fare formale domanda.

Un ribaltamento di prospettiva che Emiliano spiega così: «Quando ho emanato la scorsa ordinanza non c'era l'obbligo di presenza a scuola determinato per legge, ma da Dpcm. La mia ordinanza e quella del Governo erano della stessa sostanza giuridica, mentre ora l'obbligo è inserito in un decreto legge. Abbiamo dovuto rigirare l'ordinanza perché non posso impedire la presenza e ci siamo limitati a riaffermare il diritto di poter scegliere di non essere in presenza. Nessuna famiglia può essere obbligata durante una pandemia a mandare il proprio figlio a scuola, ma allo stesso tempo non si può ledere il diritto di chi per avere un po' di didattica è costretto ad andare a scuola».

«Che la scuola non sia un luogo sicuro è un dato di fatto, ma il Governo e il Ministero si ostinano nel voler avere le scuole aperte - aggiunge Emiliano - Sono molto grato agli insegnanti che stanno facendo un lavoro enorme, e ci stanno aiutando a tenere bassa la curva pandemica. Stanno facendo qualcosa di straordinario, riuscendo a gestire gli alunni in classe contemporaneamente con quelli che sono a casa, aiutandoci davvero a tenere vuoti gli ospedali».

«La nostra nuova ordinanza è più difficile da impugnare, basta vedere quanto accaduto in Emilia Romagna - conclude - Difficile stare a spiegare il perché si cambia la struttura giuridica dell'ordinanza, ma è il mio mestiere. E comunque il rischio che sia impugnata c'è sempre. La posizione più comoda per un presidente di Regione sarebbe adeguarsi a quanto stabilito dal Governo, ma credo che sia l'opinione pubblica che il sistema sanitario (nonostante mi fischino spesso le orecchie) mi sia grato del fatto che stiamo tentando di evitare che la scuola sia uno degli acceleratori della terza ondata».
  • Scuola
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Nuovo Dpcm e apertura dei bar, il ministero: «Confermato divieto asporto dopo le 18» Nuovo Dpcm e apertura dei bar, il ministero: «Confermato divieto asporto dopo le 18» Con la comunicazione delle nuove restrizioni era nata una diatriba sulla possibilità o meno dei locali di estendere l'attuale orario, in serata il chiarimento
Dpcm Draghi, le scuole di Bari rischiano la chiusura Dpcm Draghi, le scuole di Bari rischiano la chiusura Stando ad una proiezione di YouTrend basata sui dati della protezione civile sono 24 le aree rispondenti ai parametri
Nuovo Dpcm, scuole chiuse in zona rossa e non solo. Dal 27 riaperti i luoghi della cultura Nuovo Dpcm, scuole chiuse in zona rossa e non solo. Dal 27 riaperti i luoghi della cultura Il ministro Speranza: «Principio guida è la tutela della salute, siamo convinti che per far ripartire il Paese è fondamentale sconfiggere il virus»
Covid, focolaio di variante inglese in provincia di Bari: chiusa una scuola Covid, focolaio di variante inglese in provincia di Bari: chiusa una scuola Giuseppe Lovascio, sindaco di Conversano: "Aumento esponenziale dei contagi in un tempo strettissimo che ci ha fatto preoccupare"
Covid, in Puglia 1021 nuovi positivi: 410 contagi in provincia di Bari Covid, in Puglia 1021 nuovi positivi: 410 contagi in provincia di Bari Sono stati registrati 40 decessi, 9322 i tamponi analizzati
Vaccinazione al personale scolastico, chiuse alcune scuole a Bari Vaccinazione al personale scolastico, chiuse alcune scuole a Bari Alcuni istituti hanno preferito mettere tutti gli studenti in DDI, in vista anche di eventuali assenze causa effetti collaterali
Bari, controlli anti Covid nel weekend: sette multe e 43 attività controllate Bari, controlli anti Covid nel weekend: sette multe e 43 attività controllate I carabinieri si sono concentrati sulle zone di ritrovo dei giovani per evitare il formarsi di assembramenti
Provincia di Bari, la variante inglese fa paura Provincia di Bari, la variante inglese fa paura Dopo i casi di aumento in diversi comuni, arriva la notizia di Grumo dove in due giorni c'è stato un +40%
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.