Lintervento
Lintervento
Attualità

Policlinico di Bari, in sala operatoria arriva la realtà aumentata

Grazie ad un visore computerizzato possibile analizzare in 3D il ginocchio e impiantare con la massima precisione e nella perfetta angolazione la protesi

Al tavolo operatorio con il visore computerizzato per analizzare in 3D il ginocchio e impiantare con la massima precisione e nella perfetta angolazione la protesi. La realtà aumentata entra in sala operatoria al Policlinico di Bari: sono stati effettuati nel reparto di Ortopedia i primi tre interventi chirurgici di protesi di ginocchio attraverso la modernissima tecnica di ausilio robotico.

"Per realtà aumentata si intende l'arricchimento della percezione sensoriale umana mediante informazioni, in genere manipolate e convogliate elettronicamente, che non sarebbero percepibili con i cinque sensi – spiega il direttore dell'unità operativa, prof. Biagio Moretti, - Stiamo parlando di un sistema di navigazione semplificato che utilizza il concetto di realtà aumentata per assistere il chirurgo ortopedico durante l'intervento di protesi di ginocchio: il chirurgo indossa una semplice montatura per occhiali con incorporati un mini-computer, una telecamera ed uno schermo".

La realtà aumentata applicata alla medicina ha numerosi vantaggi. Una delle caratteristiche principali è che il chirurgo si cala in una dimensione ad altissima precisione e la sua attenzione si amplifica tanto da azzerare quasi completamente la possibile distrazione causata da agenti esterni. A eseguire i primi tre interventi di protesi attraverso la realtà aumentata è stata l'equipe guidata dal dott. Lorenzo Moretti, dirigente medico nel reparto di ortopedia.

"Il piccolo schermo miniaturizzato posto vicino all'occhio destro e sorretto dalla montatura di occhiali – spiega il dottor Moretti - proietta nello spazio di fronte a me le informazioni supplementari che non sarebbero percepibili ad occhio nudo, ma che sono importanti e fondamentali per la perfetta riuscita dell'intervento. Si tratta di informazioni misurate e comunicate in tempo reale che amplificano e completano l'abilità dell'operatore".

Al mini-computer viene affiancato uno strumentario dedicato che sfrutta i moderni QR-Code per poter localizzare nello spazio sia i riferimenti ossei che gli strumenti stessi, offrendo all'operatore un'analisi 3D del sito chirurgico. L'obiettivo di questa ricostruzione 3D è quello di trovare la perfetta e angolazione in cui posizionare gli strumenti per la preparazione dei capi articolari e per un impianto ottimale della protesi.

I pazienti sono stati inseriti in un nuovo protocollo di gestione perioperatoria chiamato fast-track che permette, grazie a moderne tecniche di anestesia, gestione del dolore, controllo del sanguinamento e ripresa veloce della funzione, una dimissione in seconda-terza giornata dopo l'intervento, cosa che, fino a qualche tempo fa, sembrava impossibile.

"Grande soddisfazione nei confronti dell'equipe guidata dal dott. Lorenzo Moretti del Policlinico di Bari per gli straordinari primi tre interventi chirurgici di protesi eseguiti attraverso la realtà aumentata, la modernissima tecnica di ausilio robotico che consente al chirurgo di entrare in una dimensione di altissima precisione. Dobbiamo continuare a investire sulla nostra sanità regionale per dare ancora più efficaci e aggiornate risposte ai bisogni di salute dei nostri cittadini". Lo dice la senatrice del Pd Assuntela Messina, sottosegretario di Stato alla Innovazione tecnologica e Transizione digitale. "Digitalizzare e innovare la sanità - continua Assuntela Messina - significa adottare metodi e strumenti in grado di migliorare la qualità della vita dei pazienti. Inoltre, consente di raggiungere standard migliori di prestazioni sanitarie e assistenza, oltre che a garantire una maggiore inclusività ed equità di accesso alle cure".
  • Policlinico
Altri contenuti a tema
Cisti ovarica da 30 kg rimossa ad una donna di 58 anni, l'intervento record al Policlinico di Bari Cisti ovarica da 30 kg rimossa ad una donna di 58 anni, l'intervento record al Policlinico di Bari La formazione era cresciuta sulle pareti dell’ovaio fino a raggiungere un diametro di 47 centimetri e un contenuto di circa 27 litri
Policlinico di Bari, screening su operatori sanitari: tamponi dopo le vacanze prima del rientro in reparto Policlinico di Bari, screening su operatori sanitari: tamponi dopo le vacanze prima del rientro in reparto Eseguiti oltre seimila test naso-faringei per prevenire l'infezione da SARS-COV-2
Malore al mare, addio a Vittorio Patella ex primario al Policlinico di Bari Malore al mare, addio a Vittorio Patella ex primario al Policlinico di Bari L'uomo, 74 anni, è stato prontamente soccorso ma per lui non c'è stato nulla da fare
Bari, emergenza sangue: Policlinico sospende interventi non urgenti Bari, emergenza sangue: Policlinico sospende interventi non urgenti Decisione presa per i garantire il supporto trasfusionale ai pazienti affetti da patologie croniche
Policlinico di Bari, da domani tornano le visite in ospedale con il Green pass Policlinico di Bari, da domani tornano le visite in ospedale con il Green pass Accesso concordato con il reparto, ammesso un solo visitatore che dovrà esibire il certificato verde e indossare la mascherina
Bari, utilizzato robot per prelevare rene da un donatore vivente Bari, utilizzato robot per prelevare rene da un donatore vivente Per la prima volta al Policlinico di Bari eseguiti due interventi di nefrectomia con tecnica di robotica assistita
Bari,14enne con infiammazione al rene operata con robot chirurgico Bari,14enne con infiammazione al rene operata con robot chirurgico Il rene malato è stato asportato, senza lasciare grandi cicatrici, garantendo una più veloce ripresa alla paziente
Bari, donati gli organi del 54enne morto per trombosi dopo aver ricevuto il vaccino Bari, donati gli organi del 54enne morto per trombosi dopo aver ricevuto il vaccino Determinante, per la buona riuscita delle operazioni è stata la perfetta sinergia fra le equipe chirurgiche e i tanti professionisti coinvolti
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.