Il luogo del delitto
Il luogo del delitto
Cronaca

Omicidio Ladisa al Libertà di Bari, fermato il cognato

L'uomo avrebbe confessato in questura, il delitto a causa di probabili dissapori economici

È stato fermato nel pomeriggio di oggi, Daniele Musciacchio, presunto colpevole dell'omicidio di Nicola Ladisa avvenuto questa mattina al quartiere Libertà, e in serata è stato condotto in carcere a Bari.

Stando a quanto si apprende la lite tra i due potrebbe essere legata ad alcuno dissapori legati all'eredità lasciata dal padre di Ladisa, morto il 30 maggio 2022. I colpi, esplosi da una pistola revolver a tamburo di piccolo calibro, hanno colpito Ladisa al torace e all'addome. Per lui, nonostante il tempestivo intervento del 118, non c'è stato nulla da fare.

L'uomo, 34 anni, avrebbe confessato e risponde ora dell'accusa di omicidio volontario.

A coordinare le indagini, passate dalla DDA alla procura ordinaria, il pm Giuseppe Dentamaro. A chiarire le cause della morte sarà l'esito dell'autopsia che sarà svolta nelle prossime ore dal professor Antonio De Donno dell'istituto di Medicina legale del Policlinico di Bari.
  • Omicidio
Altri contenuti a tema
Omicidio Petrone, indagati alcuni complici dell'assassino Omicidio Petrone, indagati alcuni complici dell'assassino Il caso riaperto in seguito alla presentazione di una memoria sugli atti del processo consegnata nel 2017
Rissa in corso Italia a Bari, trovato morto un uomo. Indagini in corso Rissa in corso Italia a Bari, trovato morto un uomo. Indagini in corso Sul posto, nei pressi del sottovia Quintino Sella, sono intervenuti i carabinieri
Omicidio Ladisa a Bari, il cognato dice la sua: «La pistola era di Nicola» Omicidio Ladisa a Bari, il cognato dice la sua: «La pistola era di Nicola» Musciacchio, costituitosi ieri sera, avrebbe confessato e raccontato agli inquirenti la sua versione
Sparatoria al Libertà, la vittima è Nicola Ladisa Sparatoria al Libertà, la vittima è Nicola Ladisa L'uomo è stato colpito da diversi colpi, indaga la squadra mobile
Aggredito e poi colpito alle spalle mentre scappava, la morte di Di Giacomo resta avvolta nel mistero Aggredito e poi colpito alle spalle mentre scappava, la morte di Di Giacomo resta avvolta nel mistero I risultati dell'autopsia delineano il quadro di quanto accaduto. L'uomo non è morto sul colpo
Omicidio Di Giacomo a Bari, il giallo della lettera anonima Omicidio Di Giacomo a Bari, il giallo della lettera anonima Intanto emerge la possibilità che ci siano dei testimoni che avrebbero visto l'assassino fuggire
Morte Di Giacomo, il figlio: «È assurdo perdere la vita così» Morte Di Giacomo, il figlio: «È assurdo perdere la vita così» In una nota il cordoglio dell'ordine dei fisioterapisti
Omicidio a Poggiofranco, la vittima è il 63enne Mauro Di Giacomo Omicidio a Poggiofranco, la vittima è il 63enne Mauro Di Giacomo Fisioterapista al Policlinico, è stato ucciso sotto casa. Forse un litigio prima degli spari
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.