Carabinieri (repertorio)
Carabinieri (repertorio)
Cronaca

Nuovo scacco al clan Di Cosimo - Rafaschieri, emesse sei condanne definitive. Ecco chi sono

Il gruppo, vicino agli Strisciuglio, è accusato di pari in luogo pubblico, estorsione, detenzione e porto illegale di armi, spaccio di sostanze stupefacenti

I carabinieri del comando provinciale di Bari hanno eseguito sei provvedimenti definitivi di carcerazione emessi dalla Procura Generale presso la Corte di Appello di Bari (ufficio esecuzioni penali), nei confronti di altrettante persone destinatarie di sentenze definitive di condanna per gravi reati commessi a Bari, tra il 2017 e il 2018, appartenenti al gruppo criminale Di Cosimo - Rafaschieri, vicino al clan Strisciuglio.

Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari e condotte, in diverse fasi, mediante servizi di osservazione controllo e pedinamento, attività tecniche, nonché supportate da diverse dichiarazioni di collaboratori di giustizia, avevano consentito, già nel dicembre del 2018, di eseguire 15 provvedimenti di fermo.

L'inchiesta, convenzionalmente denominata Madonnella, ha svelato l'esistenza e l'operatività del gruppo criminale, documentandone la genesi, con il tentativo di affermare e consolidare il proprio potere nel rione Madonnella di Bari, in contrasto con soggetti facenti capo alle famiglie Parisi-Palermiti-Milella, per la spartizione delle attività illecite di quel quartiere, in particolar modo per lo smercio di stupefacenti. Le indagini svolte, inoltre, consentirono di fare luce anche su due estorsioni in danno di commercianti baresi.

Le contrapposizioni criminali, all'epoca, sfociarono in numerosi gravissimi fatti di sangue, tra cui diversi ferimenti con colpi d'arma da sparo e l'omicidio di un trentatreenne.

Le pene inflitte con gli odierni provvedimenti oscillano tra uno e sette anni di reclusione.


I destinatari dei provvedimenti sono i seguenti:
  1. DI LEO Daniele, classe 1996;
  2. DE SANTIS Saverio, classe 1988;
  3. TEMPESTA Marco, classe 1989;
  4. DI COSIMO Cristian, classe 1985;
  5. RUGGIERO Tommaso, classe 1990;
  6. LOVERGINE Ivan classe 1991.
  • antimafia
Altri contenuti a tema
Operazione in corso dell'antimafia, arresto per undici persone a Bari Operazione in corso dell'antimafia, arresto per undici persone a Bari L'accusa è di blocco stradale, ulteriori informazioni verranno date in mattinata
Un murales per Gaetano Marchitelli, 15enne ucciso 20 anni fa per errore dalla mafia Un murales per Gaetano Marchitelli, 15enne ucciso 20 anni fa per errore dalla mafia L'opera realizzata da Daniela Sersale su uno dei manufatti presenti sulla piazza a lui dedicata
Controllo del mercato delle slot machine, sequestrati 600mila euro ad un affiliato al clan Capriati Controllo del mercato delle slot machine, sequestrati 600mila euro ad un affiliato al clan Capriati Il soggetto nel 2020 era stato arrestato poiché avrebbe percepito una somma mensile di circa 1.000 euro per la collocazione delle macchinette
Omicidio Ranieri a San Pio, due arresti a Bari Omicidio Ranieri a San Pio, due arresti a Bari Si tratta di un 38enne ritenuto esecutore materiale e un 36enne che avrebbe fornito informazioni false
Sei interdittive antimafia per altrettante aziende di Bari, il prefetto: "Attenzione resta alta" Sei interdittive antimafia per altrettante aziende di Bari, il prefetto: "Attenzione resta alta" I settori vanno dall'armamento ferroviario al settore agricolo, dall'autotrasporto conto terzi al commercio di rottami metallici
Bari ricorda Falcone nel 31º anniversario della strage di Capaci Bari ricorda Falcone nel 31º anniversario della strage di Capaci Alla cerimonia sono invitate, oltre alle autorità, una rappresentanza degli studenti delle scuole superiori
Commerciante di Palese vittima del racket, in manette tre uomini vicini al clan Strisciuglio Commerciante di Palese vittima del racket, in manette tre uomini vicini al clan Strisciuglio Un 22enne e un 25enne avevano estorto 5mila euro, nei guai anche un 21enne per minacce
Estorsione ad imprenditori edili, sei ordini di carcerazione a Bari Estorsione ad imprenditori edili, sei ordini di carcerazione a Bari I reati commessi tra il 2011 e il 2015, e riconducibili al clan Di Cosola
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.