Nicola Conenna
Nicola Conenna
Territorio

Mutamenti climatici, la proposta di legge del fisico barese Nicola Conenna

Sulle energie rinnovabili lo studioso commenta:“Basta con i fossili, l'idrogeno lo possiamo sperimentare noi in Puglia”

"Transizione energetica e Idrogeno rinnovabile", è la proposta di legge scritta dallo scienziato e fisico Nicola Conenna, presidente della Fondazione H2U The Hydrogen University, esperto di idrogeno ed energie rinnovabili, in passato è stato anche responsabile di Greenpeace per l'energia l'Italia. L'obiettivo è salvare il pianeta e tutelare le generazioni successive perché sono fortemente a rischio. La raccolta firme per questa legge è iniziata a Piazza del Popolo a Roma lo scorso 19 di aprile 2019, durante il discorso di Greta Thunberg. Terminerà il 18 di ottobre 2019 e saranno consegnati gli scatoloni alla Presidenza del Senato. Servono 50 mila firme di cittadini italiani. Bisogna esserne poi molti di più affinché questa proposta di legge abbia un peso politico e veramente passi. Questa proposta esprime la volontà del nostro Paese di gestire in Italia la Transizione Energetica dei combustibili fossili tradizionali alle energie rinnovabili che nei nostri territori hanno una ricchezza ed una potenzialità notevole per le favorevoli condizioni meteorologiche e di irraggiamento solare. Ne parliamo con il prof. Nicola Conenna.

Perché è importante far passare questa proposta di legge?
"Perché non esiste una legge, non c'è mai stata. Le situazioni climatiche incalzano, non vorrei perdere troppo tempo a spiegarlo perché è ben noto. Basta con i fossili, l'idrogeno lo possiamo sperimentare noi in Puglia. C'è un' evidenza scientifica sancita dal rapporto di un panel delle Nazione Unite per i cambiamenti climatici The IPCC, The Intergovernmental Panel on Climate Change, che stabilisce di non superare più di un altro mezzo grado, e già è aumentato di un grado, l'aumento della temperatura del pianeta. Così come ci sono gli impegni presi dagli Stati Uniti che hanno ratificato l'accordo di Parigi e tranquillamente superiamo già i 3 gradi, quindi l'attenzione che qui io presto è grande".

Che cosa significa superiamo i 3 gradi?
Che fa caldo e si alza al mare e le prossime generazioni non avranno la possibilità di tornare indietro perché per tornare indietro, superati i 3 gradi, ci vorranno 200mila anni. Teniamo presente che l'agricoltura è stata inventata meno di 20mila anni fa e 200 mila anni sono 10 volte questo tempo, quindi le prossime due generazioni non avranno la possibilità di tornare a quello che si chiama l'olocene, l'era geologica in cui la civiltà umana si è sviluppata. Quindi andiamo incontro alla fine della civiltà umana in due generazioni. Non sono l'unico nel mondo che fa queste cose, io intanto con questa proposta di legge aderisco all' appello del segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres che sollecita la società civile a fare pressione sui governi che da 25 anni non si muovono. Segnalo che le politiche energetiche delle Nazioni Unite attengono all'anno 1992 alla conferenza di Rio de Janeiro, poi dopo due anni fermi hanno fatto la COP, Conference of the Parties, ogni anno, e adesso la prossima è la COP 25 sono passati 25 anni e ne sono rimasti 12. Lo dicono dei rapporti scientifici, entro 12 anni o cambiamo il 90% della politica energetica del nostro pianeta oppure le prossime generazioni ci seguiranno col forcone perché loro non potranno farci più niente".

Quale è la sua battaglia personale e l'augurio che si sente di fare alla Puglia?
Da pugliese dico che questa è una legge nazionale che comunque avrà delle implicazioni internazionali ma io tengo moltissimo che la Puglia sia una regione laboratorio e che Taranto sia la città simbolo perché io non conosco un'altra città che sia più fossile di Taranto. C' hanno il petrolchimico, l'acciaieria il carbone, tutto c' hanno. Io sono stato l'altro giorno lì con una telecamera e abbiamo filmato gli impianti industriali ma io non posso dimenticare e pubblicherò questa foto una fila di case popolari del quartiere Tamburi con i panni stesi che entrava dentro e praticamente dall'altra parte della strada c'era un'enorme struttura che è quella che copre i parchi minerari che sono 70 ettari e che sono metà di materiale ferroso e per l'altra metà di carbone e i bambini di quel quartiere muoiono con una percentuale inaccettabilmente alta. Chi nasce in quel quartiere si trova a vivere accanto a una cosa del genere, più gli idrocarburi policiclici aromatici, più il monossido di carbonio e quanti altri vuole ne metta. Questa gente che nata lì deve morire. Ma insomma, ma scherziamo, ma è accettabile secondo lei? In un quartiere che tanti anni fa era particolarmente salubre e ci portavano i malati con asma bronchiale a curarsi. Quindi basta con i fossili non dobbiamo passare. In Puglia noi abbiamo tutte le possibilità di avere le energie rinnovabili, il vento, il sole tutto c'abbiamo. Possiamo essere il Kuwait delle energie rinnovabili l'idrogeno lo possiamo sperimentare noi, mentre ora lo fanno i giapponesi, gli svedesi e in Italia niente e allora noi possiamo, dobbiamo e vogliamo essere all'avanguardia sia da un punto di vista delle disponibilità che abbiamo perché la natura ce le ha regalate, sia da un punto di vista della possibilità di sviluppare le tecnologia e lo possiamo fare. E questa è la mia battaglia e questo è l'augurio che faccio alla Puglia che sia all'avanguardia".

La Proposta di Legge di iniziativa popolare "Transizione energetica e Idrogeno rinnovabile" verrà presentata il prossimo lunedì 27 maggio in Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio a Roma. Per rimanere aggiornati e scoprire dove firmare è possibile seguire le attività e le iniziative del prof. Nicola Conenna
  • Regione Puglia
Altri contenuti a tema
Economia circolare e progettazione sostenibile, se ne parla in Fiera Economia circolare e progettazione sostenibile, se ne parla in Fiera Ieri il workshop sul tema dell'eco-design. Laforgia (Regione Puglia): «Chiave è ridurre consumo delle materie prime attraverso il riuso»
Regione Puglia, la maggioranza di centrosinistra: «Sostegno alla candidatura di Emiliano» Regione Puglia, la maggioranza di centrosinistra: «Sostegno alla candidatura di Emiliano» L'endorsement per il governatore uscente: «Giudizio positivo sulle primarie. Leo Di Gioia? Trovare un accordo politico»
"Il cibo è vita, non sprecarlo!" ecco lo spot con Solfrizzi e Stornaiolo "Il cibo è vita, non sprecarlo!" ecco lo spot con Solfrizzi e Stornaiolo Il duo comico barese protagonista di un progetto della Regione contro gli sprechi alimentari
Legge contro l'omofobia bloccata da due anni, il Bari pride rifiuta il patrocinio della Regione Legge contro l'omofobia bloccata da due anni, il Bari pride rifiuta il patrocinio della Regione Il coordinamento della manifestazione in programma il 29 giugno attacca: «Nessun sostegno alle nostre rivendicazioni è possibile se manca volontà di realizzarle»
"Pugliapartecipa", buoni risultati per il bando riservato a Comuni e associazioni "Pugliapartecipa", buoni risultati per il bando riservato a Comuni e associazioni Emiliano: "Frutto della legge sulla partecipazione". Ora la fase delle selezioni
Gelate del 2018 in Puglia, il ministro Centinaio firma l'accesso ai fondi per le aziende colpite Gelate del 2018 in Puglia, il ministro Centinaio firma l'accesso ai fondi per le aziende colpite L'assessore regionale Di Gioia: «Agricoltori potranno beneficiare degli esoneri previdenziali». Confagricoltura: «Vinta nostra battaglia»
Regione Puglia, i consiglieri M5S vogliono sfiduciare Emiliano Regione Puglia, i consiglieri M5S vogliono sfiduciare Emiliano I pentastellati presenteranno domani la mozione, necessarie le firme di un quinto dei componenti del consiglio
La Corte Costituzionale dà ragione alla Puglia sull'obbligo vaccinale La Corte Costituzionale dà ragione alla Puglia sull'obbligo vaccinale La legge relativa agli operatori sanitari ha, secondo quanto stabilito: «Lo scopo di prevenire e proteggere la salute di chi frequenta i luoghi di cura»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.