guardia di finanza
guardia di finanza
Cronaca

Maxi blitz antidroga a Bari: 31 misure cautelari e sequestro per 2 milioni

I dettagli dell'operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa alle ore 10.30 a Palazzo di Giustizia

Questa mattina, nella sede del Palazzo di Giustizia a Bari, il procuratore della Repubblica di Bari, Roberto Rossi, illustrerà un'attività investigativa dei finanzieri del Comando Provinciale di Bari e del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata contro un clan criminale dedito al traffico di sostanze stupefacenti.

Sono in corso di esecuzione 31 misure cautelari personali (di cui 15 in carcere, 14 ai domiciliari e 2 destinatari dell'obbligo di dimora) residenti nelle province di Bari, Barletta-Andria-Trani, Foggia, Teramo e Chieti, nonché un decreto di sequestro preventivo di beni di 2 milioni di euro. Le persone attinte dai provvedimenti restrittivi sono indagate, a vario titolo, per i reati di associazione finalizzata al traffico degli stupefacenti, produzione, traffico e detenzione illecita delle stesse.

L'operazione costituisce l'epilogo di un'articolata attività di indagine, eseguita dal Servizio Centrale I.C.O. e dal G.I.C.O. del Nucleo P.E.F. di Bari, che ha consentito di disvelare l'esistenza di un clan criminale con sede operativa in provincia di Foggia e propaggini in quelle di Bari e di Bat. Numerosi i riscontri operativi effettuati che hanno permesso di sequestrare circa 150 chilogrammi di hashish e 200mila euro in contanti, nonché di procedere a numerosi arresti in flagranza di reato.

Inoltre, sono stati eseguiti mirati approfondimenti economico-patrimoniali, in relazione ai quali è stato disposto il sequestro preventivo finalizzato alla confisca di disponibilità finanziarie, beni mobili e immobili per un valore di oltre 2 milioni di euro, tra i quali 28 fondi agricoli, 7 appartamenti e ben 900mila euro in contanti.
  • Arresti Bari
Altri contenuti a tema
In auto con l'hashish, in casa altra droga: arrestato il fratello del ragazzo morto a Japigia In auto con l'hashish, in casa altra droga: arrestato il fratello del ragazzo morto a Japigia Il controllo antidroga dei Falchi in via Caldarola. Durante la perquisizione rinvenuti 761 grammi di droga. È finito ai domiciliari
Fiumi di droga tra Puglia e Abruzzo, 29 arresti. L'indagine nata a Bari vecchia Fiumi di droga tra Puglia e Abruzzo, 29 arresti. L'indagine nata a Bari vecchia Le indagini sono iniziate nel maggio 2019 come stralcio di un'altra inchiesta su un gruppo criminale del borgo antico
Furti in casa, rubano oro, borse e contanti per 100mila euro. Due arresti Furti in casa, rubano oro, borse e contanti per 100mila euro. Due arresti Due ragazze di 25 e 24, entrambe senza fissa dimora, sono state fermate dai Carabinieri: entrambe sono state rinchiuse in carcere
«Sua figlia ha causato un incidente», le spillano 12mila euro. Arrestati truffatori «Sua figlia ha causato un incidente», le spillano 12mila euro. Arrestati truffatori Le indagini della Squadra Mobile hanno portato all'identificazione di due napoletani. L'episodio il 25 gennaio scorso
Picchia tre carabinieri. Condannato a 7 mesi un 46enne di Bari Picchia tre carabinieri. Condannato a 7 mesi un 46enne di Bari I fatti risalgono al 2020. L'uomo, accusato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, dovrà anche risarcire i tre militari
All’usuraio chiede 700 euro. E si ritrova un debito da 6.250 euro All’usuraio chiede 700 euro. E si ritrova un debito da 6.250 euro Un 48enne barese, Giovanni Belviso, è stato arrestato dopo la denuncia della vittima costretta ad interessi del mille per cento
Strattonano e spingono una 69enne per rubarle la borsa, arrestati in due Strattonano e spingono una 69enne per rubarle la borsa, arrestati in due Lo scippo, avvenuto in via Calefati, risale a mercoledì scorso: un 42enne e un 39enne, con precedenti, sono finiti ai domiciliari
Escort a 16 anni, il giro scoperto da una madre: «Soldi e cattive amicizie» Escort a 16 anni, il giro scoperto da una madre: «Soldi e cattive amicizie» Alle ragazze denaro e abiti griffati. È stata la madre di una di loro a far scattare l'indagine della Squadra Mobile di Bari
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.