Lospedale Covid in Fiera JPG
Lospedale Covid in Fiera JPG
Attualità

Mancano bagni nell'ospedale Covid in Fiera? «Adattamenti necessari a trasferimento pazienti»

Lavori in corso per costruire i servizi per i degenti e alcuni uffici, ma il Policlinico chiarisce il perché della modifica del progetto

Solo pochi giorni fa la chiusura del cantiere e l'inaugurazione dell'ospedale Covid in Fiera del Levante, che avrebbe dovuto essere operativo a partire dall'inizio di febbraio. Ma ora sono in corso altri lavori, necessari a fornire le stanze di bagni, non previsti in una prima progettazione in quanto la struttura avrebbe dovuto ospitare solo reparti di terapia intensiva.

La Regione Puglia avrebbe ora dovuto stanziare altri fondi per permettere alla struttura di poter accogliere anche pazienti non di terapia intensiva, e decongestionare quindi il lavoro del Policlinico rimettendo a regime alcuni reparti al momento occupati da pazienti Covid. Ma dopo le polemiche suscitate da questa notizia è lo stesso Policlinico di Bari a chiarire: «Gli interventi attualmente in corso sono relativi ad adattamenti organizzativi di scarsa entità che hanno richiesto alcuni servizi igienici in più - scrivono in una nota - Si tratta di adeguamenti modesti ai modelli organizzativi che si sono evoluti rispetto alle nuove esigenze per contrastare il Covid: esigenze maturate nel tempo e molto comuni nella fase finale di un progetto».

«Si precisa inoltre - proseguono - che i lavori dell'ospedale sono ultimati e che gli adattamenti sono stati richiesti anche per aumentare le possibilità di trasferimento dei reparti Covid del Policlinico in modo da consentire un ripristino più immediato dell'assistenza ordinaria in ospedale. Si evidenzia inoltre che non è stato determinato alcun ritardo rispetto ai tempi previsti e che la data del primo febbraio, indicata come inizio dell'operatività dell'ospedale, è relativa all'inizio delle procedure di trasferimento che richiedono adempimenti tecnici e un'attività preparatoria che culminerà in tempi brevi con il trasferimento dei pazienti».
  • Ospedale
  • Fiera del Levante
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Nuovo Dpcm e apertura dei bar, il ministero: «Confermato divieto asporto dopo le 18» Nuovo Dpcm e apertura dei bar, il ministero: «Confermato divieto asporto dopo le 18» Con la comunicazione delle nuove restrizioni era nata una diatriba sulla possibilità o meno dei locali di estendere l'attuale orario, in serata il chiarimento
Dpcm Draghi, le scuole di Bari rischiano la chiusura Dpcm Draghi, le scuole di Bari rischiano la chiusura Stando ad una proiezione di YouTrend basata sui dati della protezione civile sono 24 le aree rispondenti ai parametri
Nuovo Dpcm, scuole chiuse in zona rossa e non solo. Dal 27 riaperti i luoghi della cultura Nuovo Dpcm, scuole chiuse in zona rossa e non solo. Dal 27 riaperti i luoghi della cultura Il ministro Speranza: «Principio guida è la tutela della salute, siamo convinti che per far ripartire il Paese è fondamentale sconfiggere il virus»
Covid, focolaio di variante inglese in provincia di Bari: chiusa una scuola Covid, focolaio di variante inglese in provincia di Bari: chiusa una scuola Giuseppe Lovascio, sindaco di Conversano: "Aumento esponenziale dei contagi in un tempo strettissimo che ci ha fatto preoccupare"
Covid, in Puglia 1021 nuovi positivi: 410 contagi in provincia di Bari Covid, in Puglia 1021 nuovi positivi: 410 contagi in provincia di Bari Sono stati registrati 40 decessi, 9322 i tamponi analizzati
Vaccinazione al personale scolastico, chiuse alcune scuole a Bari Vaccinazione al personale scolastico, chiuse alcune scuole a Bari Alcuni istituti hanno preferito mettere tutti gli studenti in DDI, in vista anche di eventuali assenze causa effetti collaterali
Bari, controlli anti Covid nel weekend: sette multe e 43 attività controllate Bari, controlli anti Covid nel weekend: sette multe e 43 attività controllate I carabinieri si sono concentrati sulle zone di ritrovo dei giovani per evitare il formarsi di assembramenti
Provincia di Bari, la variante inglese fa paura Provincia di Bari, la variante inglese fa paura Dopo i casi di aumento in diversi comuni, arriva la notizia di Grumo dove in due giorni c'è stato un +40%
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.