sit in cgil liste d'attesa
sit in cgil liste d'attesa
Attualità

Liste d'attesa, al Policlinico di Bari il sit in della Cgil: «Non se ne può più»

Il segretario di Spi Puglia: «Non tutti hanno la possibilità di pagare per curarsi»

È cominciata la campagna "Liste d'attesa non se ne può più". Si tratta della mobilitazione dello Spi Puglia, il sindacato pensionati della Cgil che prevede in tutta la regione una cinquantina di tappe, con sit-in e distribuzione di materiale informativo, davanti ai Cup (centro unico prenotazioni) dei principali presidi ospedalieri della regione. Il via dal Policlinico di Bari, dove il segretario generale dello Spi Puglia Gianni Forte ha illustrato i contenuti dell'iniziativa.

«Secondo gli ultimi dati, sono circa 400mila i pugliesi in lista per una visita ambulatoriale specialistica - ricostruisce Spi Cgil. Con un'attesa media di 180 giorni. Se invece si ricorrere alla modalità "intramoenia" (sempre nella stessa struttura pubblica ma a pagamento) la prestazione vede notevolmente ridotti i tempi. Non tutti, però, possono permettersi di pagare, soprattutto gli anziani e i meno abbienti, i quali di fatto si vedono negato il diritto alla salute e alle cure. Per questo lo Spi Cgil Puglia fa presente, ancora una volta, ciò che prevede la legge in tema di liste d'attesa (è stato approntato un volantino riassuntivo). Il medico di base o lo specialista devono sempre indicare sulla richiesta una classe di priorità alle quali corrisponde un tempo massimo di attesa. Il famigerato codice».

«Non c'è da rassegnarsi all'idea che solo pagando ci si possa curare - afferma Gianni Forte. Gli anziani finiscono per essere vittime di un sistema perverso. L'attesa pesa non per tutti allo stesso modo. Ottenere le prestazioni sanitarie nei tempi previsti è un diritto non derogabile. Il Sindacato Pensionati della Cgil è pronto a fare in modo che il diritto di ciascuno venga tutelato, aiutando chi ne ha bisogno a contestare i tempi di attesa che vengono arbitrariamente imposti».

«Il sindacato - precisa la Cgil - riceve continuamente segnalazioni e lamentele. In alcuni casi, al momento della prenotazione, non viene assegnata alcuna data. Sospendere o addirittura chiudere le liste d'attesa è illegittimo. Per ogni violazione è possibile avviare una contestazione scritta».
  • Sanità
  • Cgil
  • Policlinico
Altri contenuti a tema
Il 14 dicembre sciopero generale della Cgil Puglia, a Bari manifestazione contro la manovra di bilancio Il 14 dicembre sciopero generale della Cgil Puglia, a Bari manifestazione contro la manovra di bilancio Astensione di 8 ore dal lavoro. Gesmundo: «Il Governo non ci ha ascoltato, e al sindacato non resta che la mobilitazione»
Premiato il centro cefalee del Policlinico di Bari per i percorsi dedicati alle donne Premiato il centro cefalee del Policlinico di Bari per i percorsi dedicati alle donne Ogni anno vengono effettuate circa 3000 prestazioni e vengono prescritte terapie farmacologiche innovative
Inala ago per la devitalizzazione dentale, salvata da intervento d’urgenza al Policlinico di Bari Inala ago per la devitalizzazione dentale, salvata da intervento d’urgenza al Policlinico di Bari L’incidente durante una visita odontoiatrica. I casi più frequenti si verificano di solito tra i bambini
Sanità territoriale, in provincia di Bari arriva una casa di comunità a Conversano Sanità territoriale, in provincia di Bari arriva una casa di comunità a Conversano Il direttore Sanguedolce: "Sarà un presidio attivo h24"
Vertenza Baritech, 117 lavoratori a rischio. Cgil: «Istituzioni affianchino parti sociali» Vertenza Baritech, 117 lavoratori a rischio. Cgil: «Istituzioni affianchino parti sociali» Il sindacato vuole andare fino in fondo. Venerdì 11 novembre in programma incontro con la Regione
Incinta scopre di avere rara malformazione cardiaca, salvata con un "un defibrillatore indossabile" Incinta scopre di avere rara malformazione cardiaca, salvata con un "un defibrillatore indossabile" L'intervento eseguito al Policlinico da un team multidisciplinare che le ha permesso di portare avanti la gravidanza in sicurezza
Solo il 6,4% dei dipendenti ha limitazioni, il Policlinico di Bari sotto la media nazionale Solo il 6,4% dei dipendenti ha limitazioni, il Policlinico di Bari sotto la media nazionale Infortuni dimezzati e sorveglianza sanitaria efficace, i risultati del rapporto 2021 della Medicina del lavoro
Elisoccorso salvavita per un bimbo di due mesi, trasportato da Foggia a Bari: sta bene Elisoccorso salvavita per un bimbo di due mesi, trasportato da Foggia a Bari: sta bene Il piccolo soffre di una grave alterazione metabolica, è stato ricoverato prima al Policlinico poi al Giovanni XXIII
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.