Saicaf
Saicaf
Scuola e Lavoro

Licenziamenti alla Saicaf di Bari, domani incontro al Ministero

I sindacati convocati per il discorso cassa integrazione straordinaria, i dipendenti fuori per la dismissione del reparto produttivo e magazzino

Elezioni Regionali 2020
La vicenda dei 13 dipendenti Saicaf licenziati in seguito alla dismissione del reparto produttivo e magazzino approda al Ministero. Per domani sono state convocate a Roma le organizzazioni sindacali, motivazione l'esame congiunto avente ad oggetto il ricorso alla CIGS per cessazione di attività relativamente alle posizioni dei 13 lavoratori coinvolti dal licenziamento collettivo attivato dalla SAICAF.

Ricordiamo che con una comunicazione ufficiale datata lunedì 9 dicembre, avente ad oggetto: "Licenziamento collettivo per cessazione del ramo produttivo per la società S.A.I.CAF. S.P.A"., la società di torrefazione barese aveva formalizzato la cessazione del rapporto di lavoro motivata con la dismissione del ramo industriale dedicato alla produzione del caffè e la conseguente chiusura del sito produttivo di via Amendola. Il 16 dicembre, con la sottoscrizione del mancato accordo con le organizzazioni sindacali in Regione, si è attivata la conseguente richiesta di ricorso agli ammortizzatori sociali il cui esito verrà definito nel corso del tavolo di domani.
  • lavoro
  • Ministero
Altri contenuti a tema
ARPAL Puglia, l'assessore Leo: «Pubblicati bandi per oltre 100 assunzioni» ARPAL Puglia, l'assessore Leo: «Pubblicati bandi per oltre 100 assunzioni» Il commissario straordinario Massimo Cassano: «Obiettivo maggiore qualità ed efficacia dell'attività dell'Agenzia e dei servizi offerti»
"Così la Costituzione entrò in fabbrica", una targa a Bari per il 50° anniversario dello Statuto dei Lavoratori "Così la Costituzione entrò in fabbrica", una targa a Bari per il 50° anniversario dello Statuto dei Lavoratori La cerimonia alla Manifattura Tabacchi al quartiere Libertà, luogo simbolo del lavoro e in cui fino agli anni '70 sono stati impiegati migliaia di operai
Garanzia Giovani: per la Puglia venti milioni di euro Garanzia Giovani: per la Puglia venti milioni di euro Si tratta di un programma che finanzia gli under 30 che non lavorano e non studiano
Camerieri, cuochi e parrucchieri di Bari protestano insieme, ecco chi sono Camerieri, cuochi e parrucchieri di Bari protestano insieme, ecco chi sono Uniti dalla richiesta ad Emiliano e al ministro del lavoro: "Ancora nessuna cassa integrazione"
"Fase 2" per le imprese: dubbi, rischi, proposte e soluzioni per ripartire "Fase 2" per le imprese: dubbi, rischi, proposte e soluzioni per ripartire Nel corso del dibattito ospitato dal VivaNetwork Tammacco rivela: «In arrivo due misure da Puglia Sviluppo»
Bari, l'emergenza Coronavirus e il dramma delle famiglie rimaste senza soldi Bari, l'emergenza Coronavirus e il dramma delle famiglie rimaste senza soldi Tanti i cittadini che in seguito alle chiusure per contenere l'epidemia sono senza lavoro e senza reddito, e le misure del Governo per ora non bastano
Sospiro di sollievo per i 99 dipendenti BRSI, no al licenziamento Sospiro di sollievo per i 99 dipendenti BRSI, no al licenziamento Firmato l'accordo dopo una trattativa durata tre mesi, Uilm: «Necessario mantenere alta l'attenzione sulla vertenza»
EIPLI, 150 lavoratori in bilico. Da febbraio rischiano di fare i "volontari" EIPLI, 150 lavoratori in bilico. Da febbraio rischiano di fare i "volontari" Garantita la retribuzione solo per il mese corrente, i sindacati: «Pronti alla mobilitazione se non arriveranno segnali della presa in carico dei problemi da risolvere»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.