forum mediterraneo salute JPG
forum mediterraneo salute JPG
Enti locali

In Fiera apre il forum mediterraneo sulla salute, Emiliano: «Migliora sanità in Puglia»

Fino a venerdì 20 settembre l'iniziativa organizzata da Aress. Il presidente: «Stiamo sollecitando i cup ad avere un atteggiamento meno burocratico»

Ha aperto stamattina in Fiera del Levante, in corso a Bari, il forum mediterraneo della Salute, a cura dell'agenzia regionale Aress e in programma fino a venerdì 20 settembre nel nuovo centro congressi della Fiera del Levante. A tagliare il nastro il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, che dice: «Stiamo cercando di risalire la china nella quale la sanità del Mezzogiorno era caduta non solo per sue responsabilità ma anche per una sottocapitalizzazione del capitale umano e finanziario. Quando la sanità pugliese mi è stata affidata era in condizioni molto gravi. Oggi sta migliorando sensibilmente, lo sentirete anche dai responsabili della sanità italiana. Questo miglioramento non significa che stiamo andando ai campionati del mondo».

«Stiamo faticando moltissimo, stiamo combattendo reparto per reparto, ristrutturazione per ristrutturazione, concorso di assunzioni di personale per concorso di assunzioni di personale - prosegue Emiliano. Chi osserva con obiettività sa che le cose sono in miglioramento. I pazienti hanno ancora ragione nel sollevare tantissimi problemi che attraverso tutti i sistemi possibili, perfino il mio numero di telefono, vengono esaminati quotidianamente. I pazienti mi chiamano quando si ritarda nelle prenotazioni, per le liste di attesa, si fanno consigliare, vengono dirottati verso i CORO che sono i centri di informazione oncologica, verso i direttori generali, stiamo sollecitando i CUP, centri unici di prenotazione, ad avere un atteggiamento meno burocratico perché sono i principali interlocutori dei nostri pazienti che vanno consigliati e indirizzati. Insomma invito tutti a mantenere l'assetto che abbiamo dato in questi anni, invitiamo tutti a continuare il lavoro, stanno arrivando cinquemila nuove assunzioni tra medici, infermieri e operatori sanitari e questo è il risultato del piano di riordino che non ha chiuso nessun ospedale. Li abbiamo solo riclassificati in tre categorie: gli ospedali per acuti, dove vanno le emergenze, gli ospedali per cronici, dove vanno quelli che hanno delle malattie che non guariscono in fretta e quelli per i lungodegenti, quelli che hanno bisogno della riabilitazione. Ma gli ospedali che c'erano, ci sono. Quindi, basta con questa storia che li abbiamo chiusi».

Emiliano si è poi concentrato sulle nuove strutture ospedaliere in corso di realizzazione in Puglia: «Tutto questo - prosegue il governatore - con la costruzione di cinque nuovi ospedali: non è era mai successo che se ne costruissero tanti in Puglia contemporaneamente. A Monopoli Fasano abbiamo già buttato i plinti, a Taranto abbiamo sbloccato una storia dopo quindici anni. Ad Andria, a Maglie e anche nel nord barese costruiremo nuovi grandi ospedali per acuti e stiamo investendo più di 400 milioni di euro sulla medicina del territorio, negli ospedali di comunità e invitiamo tutti i medici di famiglia, che noi vorremmo coinvolgere di più in questo sistema, a darci una mano costituendo Cpt, ospedali di comunità, perché in questa maniera potremmo soddisfare, senza passare dagli ospedali per acuti o per cronici o per lungodegenti, la domanda di salute di chi a volte ha solo bisogno di togliersi una preoccupazione, non ha una malattia e che poi sono quelli che aspettano di più nelle liste d'attesa. Capisco che per la gente che si toglie una preoccupazione facendo un esame o una visita è una cosa importante».
  • Regione Puglia
  • Sanità
  • Michele Emiliano
  • Fiera del Levante
Altri contenuti a tema
Coronavirus, guarito il primo paziente arrivato in Puglia dalla Lombardia Coronavirus, guarito il primo paziente arrivato in Puglia dalla Lombardia L'uomo, un 56enne arrivato da Bergamo, era ricoverato con insufficienze respiratorie al Miulli
Mascherine e tute di protezione, in Puglia arrivano 50 tonnellate di attrezzature dalla Cina Mascherine e tute di protezione, in Puglia arrivano 50 tonnellate di attrezzature dalla Cina Il materiale acquistato per fronteggiare l'emergenza Coronavirus, fondamentali i rapporti di amicizia con il Governatore della Provincia del Guangdong
Coronavirus, in Puglia arrivano 2mila tute protettive Coronavirus, in Puglia arrivano 2mila tute protettive La nuova fornitura di Dpi è arrivata a Bari con un volo dell'esercito
Coronavirus, le regole per le case di riposo della Puglia: stop ai nuovi ricoveri Coronavirus, le regole per le case di riposo della Puglia: stop ai nuovi ricoveri La Regione ha emanato un'ordinanza per chiarire la procedura da seguire nelle Rsa. Niente visite ma incentivate le videochiamate
Coronavirus, in Puglia arrivano 60mila mascherine chirurgiche Coronavirus, in Puglia arrivano 60mila mascherine chirurgiche Nuovi rifornimenti anche di ffp2 e bende monovelo grazie a un volo dell'Esercito
Coronavirus, il comandante della polizia locale di Altamura: «La sanità in Puglia non funziona» Coronavirus, il comandante della polizia locale di Altamura: «La sanità in Puglia non funziona» Maiullari, risultato positivo, scrive a Emiliano. La risposta della Asl Bari dà una diversa versione dei fatti
Coronavirus, in Puglia arrivano 57mila mascherine e cinque ventilatori polmonari Coronavirus, in Puglia arrivano 57mila mascherine e cinque ventilatori polmonari Nuovi rifornimenti anche di bende e dispositivi di protezione del tipo ffp2
Coronavirus, sei decessi e 21 nuovi positivi in provincia di Bari Coronavirus, sei decessi e 21 nuovi positivi in provincia di Bari I casi di Covid-19 in Puglia salgono a 2.240. Città metropolitana zona più colpita
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.