conferenza stampa lezzi laricchia
conferenza stampa lezzi laricchia
Politica

Il M5S si prepara alle regionali in Puglia, entro il 10 dicembre i nomi per il voto online

A Barbara Lezzi e Antonella Laricchia il compito di presentare le proposte al capo politico, poi la scelta degli iscritti sulla piattaforma Rousseau

Il Movimento 5 Stelle lancia la corsa alle elezioni regionali in Puglia della primavera 2020. Obiettivo del movimento grillino è offrire ai propri iscritti una rosa di nomi fra cui scegliere per le "regionarie", la consultazione interna alla compagine pentastellata sulla piattaforma Rousseau, da cui usciranno il candidato alla presidenza e i candidati consiglieri regionali. La data di scadenza è il 10 dicembre, giorno entro il quale la sezione pugliese del Movimento presenterà il ventaglio di nomi al capo politico, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Primo passo le riunioni provinciali, che saranno tenute dalla portavoce al consiglio regionale della Puglia Antonella Laricchia e dalla senatrice Barbara Lezzi, ex ministro per il Sud nell'esperienza di governo del Movimento con la Lega. La strategia è scegliere entro dicembre il candidato che i pentastellati presenteranno nella corsa alla presidenza della Regione Puglia, poi discutere sul metodo e sul programma. Un percorso che è stato «Intrapreso già a maggio 2019 con i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle», dice Laricchia, questa mattina in conferenza stampa a Bari con Barbara Lezzi.

Per le candidature al consiglio regionale, invece, sembra necessario sciogliere il nodo legato ad alcune possibili modifiche della legge elettorale, come per esempio l'obbligo di espressione da parte dell'elettorato attivo di una doppia preferenza, femminile e maschile. Entro il 10 dicembre - assicurano dal Movimento 5 Stelle Puglia - verrà stabilito anche l'intero cronoprogramma della fase pre-elettorale, con la data per le "regionarie".

Sembra comunque certo che il Movimento andrà da solo alla sfida elettorale in Puglia, mettendo tra parentesi l'alleanza con il Pd sperimentata in Umbria e che non ha portato risultati positivi. «Non parliamo di nessun accordo con il Pd - dice Lezzi. In questi cinque anni i consiglieri pugliesi del Movimento hanno fatto una dura opposizione a Emiliano, che dovrebbe chiedere scusa ai cittadini della Puglia per quanto ha sprecato e per quello che non ha risolto. Per questo l'ipotesi Pd è marginale per noi; pensiamo al M5S ed eventualmente a una sinergia con la società civile. Vogliamo togliere la Puglia da questa cappa di clientelismo, sottrarla da quel muro sollevato da molte forze politiche, tra cui il Pd, e che ha reso accessibile a pochi lo sviluppo e la crescita».

Sulla possibilità, invece, che anche i non iscritti al Movimento partecipino alla scelta dei candidati, pur con qualche riserva, Antonella Laricchia spiega: «Questo è un "must" del Movimento 5 Stelle, lo abbiamo sempre fatto a tutti i livelli istituzionali. Abbiamo sempre parlato con la società civile, accogliendone i suggerimenti e portando questa voce nelle istituzioni. Anche in questa campagna elettorale, sia per la formazione del programma sia - se ce ne saranno le condizioni - per le candidature valuteremo il coinvolgimento dei non iscritti».

E sulla possibilità che sia proprio quello di Antonella Laricchia uno dei nomi per la candidatura a presidente della Regione Puglia la portavoce pentastellata aggiunge: «Sono a disposizione. Come sempre però il candidato deve essere scelto, online, dagli iscritti».

Non lo stesso, invece, accadrà per Barbara Lezzi, che da senatrice non potrebbe comunque candidarsi a cariche in Regione Puglia. L'ex ministro fa riferimento all'eurodeputato di Siamo europei Carlo Calenda, che nei giorni scorsi aveva accusato proprio Barbara Lezzi della crisi economica di Acelor Mittal, ventilando una sua candidatura alla presidenza della Puglia. «Una cosa che non sta né in cielo né in terra - contrattacca Lezzi. Quando Calenda si vede stretto da domande scomode tira fuori il fatto che io mi voglia candidare in Puglia».
  • Movimento 5 Stelle
  • regionali puglia 2020
Altri contenuti a tema
Regionali Puglia 2020, ci sarà la doppia preferenza di genere? Regionali Puglia 2020, ci sarà la doppia preferenza di genere? La commissione pari opportunità ha presentato il documento finale per adeguare la legge regionale
Regionali Puglia 2020, Fitto verso la candidatura a presidente per il centrodestra Regionali Puglia 2020, Fitto verso la candidatura a presidente per il centrodestra Sembra che il nome verrà ufficializzato lunedì 16 dicembre, quando Giorgia Meloni sarà a Bari per un comizio in Fiera del Levante
Regionali in Puglia, Fratelli d'Italia presenta il programma. Il nome alla fine di dicembre Regionali in Puglia, Fratelli d'Italia presenta il programma. Il nome alla fine di dicembre Non si parla ancora di candidati in casa centrodestra, anche se si fa sempre più insistente l'idea Raffaele Fitto
Caso orecchiette a Bari vecchia, Pani: «Anche la tradizione si deve adeguare alle leggi» Caso orecchiette a Bari vecchia, Pani: «Anche la tradizione si deve adeguare alle leggi» La consigliera comunale dei M5S: «Ha ragione il presidente della Camera di commercio, ci vogliono univoche per tutti»
Primarie PD in Puglia, è scontro Boccia-Bellanova sulla candidatura di Emiliano Primarie PD in Puglia, è scontro Boccia-Bellanova sulla candidatura di Emiliano Il ministro dell'agricoltura: «La nostra regione ha bisogno di una classe dirigente che dia risposte su sanità, agricoltura, rifiuti»
Bari, Palmisano verso le primarie. Ecco il suo programma Bari, Palmisano verso le primarie. Ecco il suo programma Lotta alla mafia, ecologia e ambiente, lavoro sono i temi portanti della campagna del sociologo
Primarie PD. C-Entra il futuro presenta il programma di Amati Primarie PD. C-Entra il futuro presenta il programma di Amati «‘Fuori il problema, dentro la soluzione’, non è uno slogan ma un metodo per aiutare le persone nelle loro sofferenze e nelle difficoltà»
La Lega verso le regionali. No a Fitto e Salvini a Bari La Lega verso le regionali. No a Fitto e Salvini a Bari Il leader del Carroccio sarà in città a dicembre, ancora nessuno nome certo dal centrodestra
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.