gabriella martinelli e lula a sanremo
gabriella martinelli e lula a sanremo
Eventi e cultura

Gabriella Martinelli porta la Puglia a Sanremo, il dramma di Taranto non convince la giuria

La giovane cantautrice si è esibita con Lula nel brano "Il gigante d'acciaio", perdendo il confronto con Fasma

In apertura della seconda serata del Festival di Sanremo numero settanta i riflettori della kermesse canora sono puntati sulla Puglia. A salire sul palco è la giovane (ma con già due album indipendenti alle spalle e un terzo in predicato di uscire su etichetta Warner) cantautrice Gabriella Martinelli, originaria della provincia di Taranto. Ed è proprio la città ionica a essere protagonista del brano portato da Gabriella Martinelli in duetto con la brava e poliedrica Lula (esordiente romana, rapper e batterista), nella sezione "nuove proposte". La canzone si chiama "Il gigante d'acciaio"; un riferimento nemmeno troppo implicito al dramma di Taranto, città schiacciata fra necessità occupazionale e avvelenamento da polveri e fumi nocive dell'acciaieria ex Ilva.

Martinelli sarà anche giovane, ma dimostra grande lucidità nell'affrontare un tema così caldo e spinoso in un brano che senza retorica racconta Taranto dal punto di vista di una tarantina, e che si gonfia dell'attitudine rock-cantautorale dell'artista, ben amalgamata anche con le influenze hip-hop della compagna d'avventura Lula e con sonorità elettro-pop. Imbracciata la chitarra elettrica, Gabriella Martinelli riesce a tracciare con suoni e parole il profilo del rione Tamburi, quella parte di Taranto più vicina al "gigante d'acciaio", colorata di rosso dagli scarichi della fabbrica.

Insomma, un'ennesima conferma del fatto che dai giovani esordienti provenga la maggiore carica di impegno e denuncia sociale offerta da Sanremo. Eppure non è abbastanza: la buona canzone di Martinelli-Lula non convince la giuria demoscopica, e le due non riescono a sconfiggere il gigante (dei social stavolta, non d'acciaio) Fasma, che con il brano "Per sentirmi vivo" passa con poco più del 51 percento nella formula a scontri diretti verso la semifinale.

La canzone di denuncia non è sufficiente per convincere la giuria di esperti in riva al Mar Ligure, ma basta per portare all'attenzione del grande pubblico la Puglia, regione "culla" di una delle più grandi contraddizioni dell'Italia di oggi: la scelta fra salute e lavoro. Un brano, un'artista, di cui - ci possiamo scommettere - sentiremo ancora parlare.
  • Festival di Sanremo
Altri contenuti a tema
I Maneskin vincono Sanremo, sul podio un po' di Bari con Ermal Meta I Maneskin vincono Sanremo, sul podio un po' di Bari con Ermal Meta Il cantante albanese ma barese d'adozione si è classificato al terzo posto
Casamassima protagonista a Sanremo nella vittoria di Gaudiano Casamassima protagonista a Sanremo nella vittoria di Gaudiano La canzone vincitrice del cantante foggiano scritta da Francesco Cataldo
Bari, il vincitore del Festival di Sanremo il 22 febbraio in città per l'InStore Tour Bari, il vincitore del Festival di Sanremo il 22 febbraio in città per l'InStore Tour Il cantautore tarantino protagonista di una giornata in Puglia in giro per presentare il suo nuovo album
Dopo Sanremo arriva a Bari la prorompente Elettra Lamborghini Dopo Sanremo arriva a Bari la prorompente Elettra Lamborghini La cantante sarà in città per il firmacopie del suo nuovo album "Twerking Queen el resto es nada" in uscita il 14 febbraio
La Puglia trionfa a Sanremo, il settantesimo festival va a Diodato La Puglia trionfa a Sanremo, il settantesimo festival va a Diodato Il cantautore tarantino arriva al primo posto con "Fai rumore". Secondo Gabbani, terzi i Pinguini tattici nucleari
Achille Lauro a Sanremo con un look completamente made in Puglia Achille Lauro a Sanremo con un look completamente made in Puglia L'ormai famosa tutina indossata dal cantante e griffata Gucci è stata fatta a Nardò e il suo parrucchiere è di Ruvo
Il teatro Ariston di Sanremo intolato a Domenico Modugno Il teatro Ariston di Sanremo intolato a Domenico Modugno Da Arbore alla vedova Franca Grandolfi in tanti appoggiano l'iniziativa partita dalle etichette indipendenti
Alessia Nobile, la trans di Bari: «Al Festival mi sono sentita a casa» Alessia Nobile, la trans di Bari: «Al Festival mi sono sentita a casa» La escort che spopola a Sanremo: «Mi fa piacere la solidarietà all'ivoriana aggredita ma nessuno solidale con noi, a partire dalle istituzioni»
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.