La manifestazione ad Auchan
La manifestazione ad Auchan
Scuola e Lavoro

Ex Auchan di Modugno (Bari), scontro sindacati/azienda che minaccia vie legali

Nulla di fatto dall'incontro tenutosi ieri in Regione, da lunedì parte la cassa integrazione per i dipendenti

Elezioni Regionali 2020
Un altro nulla di fatto per l'ex Auchan di Modugno dall'incontro tenutosi ieri mattina in videoconferenza tra azienda, parti sociali e Regione Puglia. Scontro tra sindacati e azienda, quest'ultima ha addirittura minacciato azioni legali nei confronti delle sigle sindacali ree di aver rischiato di mandare a monte eventuali trattative in corso. I sindacati da parte loro stigmatizzano l'atteggiamento dell'azienda, che senza comunicazione di sorta, da lunedì farà partire la cassa integrazione e sono pronti e riproporre lo sciopero al momento sospeso, non appena ci sarà il "liberi tutti".

«L'incontro di ieri si è purtroppo risolto in un nulla di fatto, un punto e a capo - sottolinea Barbare Neglia di Filcams CGIL - L'azienda continua ad avere atteggiamenti non consoni alle relazioni sindacali. Ha continuato a smentire che si sia già arrivati ad un accordo per quanto riguarda parte della superficie, e ha ribadito che ci sono più soggetti che si stanno affacciando, anche rispetto alle restanti parti delle superfici. Inoltre, dicono di non voler diventare responsabili del mancato accordo qualora non si dovesse raggiungere con queste aziende, ritengono che noi stiamo facendo troppo rumore su questo argomento e che potrebbero valutare di intraprendere azioni legali in merito».

«Onestamente, questa è una minaccia che lascia il tempo che trova - rimarca Neglia - dato i dipendenti vedono soggetti presenti all'interno del punto vendita, che prendono misure e altro, il che fa presagire che la trattativa sia ad uno stato avanzato. Possiamo comprendere che non vogliano ufficializzare nulla prima della firma finale, ma sottolieamo che la mancanza totale di relazioni sindacali ha portato a tale situazione. Se ci avessero convocati, avremmo evitato e tenuto un profilo basso. La totale mancanza di relazioni ci ha creato e ci crea problemi, ma l'azienda continua nel suo atteggiamento di chiusura».

«Abbiamo lamentato l'inizio delle cassa integrazione a partire da lunedì - aggiunge - e la loro risposta è stata che non hanno nulla da condividere con noi, tenuto conto che a livello nazionale non si è raggiunto alcun accordo sulla cassa integrazione, e per questo si sentono liberi di poter procedere. Questo atteggiamento a noi non va bene ed è stato anche stigmatizzato dalla Regione. Non è possibile in un momento come questo alzare barriere, sapendo che ci sono 141 dipendenti che non sanno che fine faranno».

«Lo sciopero al momento è solo sospeso - conclude Neglie - e siamo nelle corde di volerlo riproporre appena avremo l'ok. Non poter manifestare o fare un sit-in, perché le prescrizioni della Questura sono state chiare in tal senso, e ci vincolano, è un problema, ma appena avremo il liberi tutti agiremo di conseguenza».
  • Sindacati
  • centro commerciale
Altri contenuti a tema
Ritorno a scuola in presenza, c'è il protocollo di sicurezza firmato da Ministero e sindacati Ritorno a scuola in presenza, c'è il protocollo di sicurezza firmato da Ministero e sindacati Orari scaglionati per ingressi e uscite e percorsi separati. Segnaletica sul distanziamento e sanificazione costante degli spazi. Critiche le opposizioni
L'Auchan di Bari-Modugno passa a Maiora, la notizia ai sindacati via Facebook L'Auchan di Bari-Modugno passa a Maiora, la notizia ai sindacati via Facebook Via libera dall'Antitrust. A rivelarlo è la deputata pugliese del Movimento 5 stelle Francesca Anna Ruggiero
Crisi Scarpe&Scarpe in Puglia, l'azienda: «Obiettivo tutelare numero massimo di lavoratori» Crisi Scarpe&Scarpe in Puglia, l'azienda: «Obiettivo tutelare numero massimo di lavoratori» I dipendenti dei negozi presenti a Casamassima e Molfetta in ansia dopo la notizia della possibile chiusura di diversi store
Taglio dell'orario di lavoro del 18% per gli addetti alle pulizie, sit-in all'IKEA di Bari Taglio dell'orario di lavoro del 18% per gli addetti alle pulizie, sit-in all'IKEA di Bari Filcams Cgil: «La società ha assunto una immotivata ed irremovibile decisione di procedere alla riduzione del 18%»
Scarpe&Scarpe chiude 16 punti vendita, ansia per i negozi in Puglia Scarpe&Scarpe chiude 16 punti vendita, ansia per i negozi in Puglia Non è stato comunicato quali saranno ad abbassare la saracinesca, coinvolti 120 dipendenti che rischiano il licenziamento
Ritardo nei pagamenti dei dipendenti della Fiera: «Stiamo risolvendo» Ritardo nei pagamenti dei dipendenti della Fiera: «Stiamo risolvendo» Il presidente della Camera di Commercio, Ambrosi: «Il Covid ha contagiato tutta l'economia e noi non siamo stati esenti»
Ex Auchan, la rabbia dei dipendenti in sit-in a Bari, in 100 sono di troppo? Ex Auchan, la rabbia dei dipendenti in sit-in a Bari, in 100 sono di troppo? Manifestazione davanti alla presidenza della Regione Puglia, Neglia: «Incontro entro le prossime 2 settimane o occupiamo l'ipermercato»
L'ex Auchan di Modugno (Bari) verso la chiusura? I sindacati: «Senza dialogo voci incontrollate» L'ex Auchan di Modugno (Bari) verso la chiusura? I sindacati: «Senza dialogo voci incontrollate» Nel frattempo i consiglieri Cramarossa, Vitucci, Clementini e Vasile presentano un'interrogazione urgente al sindaco Magrone
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.