Il premier Conte
Il premier Conte
Attualità

Coronavirus, il premier Conte: «Tutta Italia sarà zona protetta»

Scuole chiuse fino al 3 aprile, si estendono a tutto il territorio le restrizioni previste nel precedente decreto alla Lombardia

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha dichiarato poco fa che l'Italia diventa tutta zona protetta.

«I numeri dicono che stiamo avendo una crescita importante dei contagi, dei ricoverati e delle persone decedute - ha dichiarato il premier - Le nostre abitudini vanno cambiate ora, dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa per il bene dell'Italia. Lo dobbiamo fare subito e ci riusciremo se tutti collaboreremo e ci adatteremo a queste norme più stringenti. Per questo sto per firmare un provvedimento che possiamo sintetizzare con l'espressione "Io resto a casa", non ci sarà più una zona rossa e una zona 2 ma un'Italia zona protetta. Gli spostamenti dovranno essere motivati da lavoro, salute e necessità. Ci sarà un divieto agli assembramenti all'aperto e nei locali. Non possiamo abbassare la guardia, è il momento della responsabilità».

«La decisione giusta oggi è restare a casa - ha concluso Conte - il futuro dell'Italia è nelle nostre mani. Da oggi varranno su tutto il territorio della penisola le misure già predisposte nella Lombardia e in 14 province qualche giorno fa. Non proseguiranno nemmeno le manifestazioni sportive, come il campionato di calcio».

Il DPCM verrà firmato in serata e sarà effettivo a partire da domani. Ed è stato condiviso con le Regioni. Come da decreto quindi anche in Puglia sospensione fino al 3 aprile delle attività didattiche.

«Che la situazione sia seria lo abbiamo capito tutti. C'è una espansione dell'epidemia molto forte nelle zone ad alta sorveglianza e i contagi si stanno moltiplicando in tutte le regioni - ha dichiarato in serata Emiliano - Per questo ho chiesto al Governo oggi di estendere a tutto il territorio nazionale la normativa prevista per la Lombardia e per parte del Veneto e parte dell'Emilia. Chiediamo, nella sostanza, di sospendere ogni attività non essenziale per 15-20 giorni in modo da rallentare il contagio e consentire ai sistemi sanitari più deboli di quello lombardo di sostenere l'ondata del picco».

Nel file allegato le misure previste da domani anche nella Regione Puglia.
  • Michele Emiliano
  • Coronavirus
  • Giuseppe Conte
Altri contenuti a tema
Coronavirus, in Puglia si punta al vaccino anti-influenza per 2 milioni di persone in autunno Coronavirus, in Puglia si punta al vaccino anti-influenza per 2 milioni di persone in autunno La strategia per ammortizzare gli effetti di una possibile seconda ondata con il ritorno del freddo. Dal Ministero: «Gratis a partire da 60 anni»
Dopo l'emergenza Covid scelgono di sposarsi in Puglia, matrimonio ad Alberobello in diretta Rai Dopo l'emergenza Covid scelgono di sposarsi in Puglia, matrimonio ad Alberobello in diretta Rai Mirko e Paola, rispettivamente di Catania e di Roma, hanno detto il fatidico "sì" ripresi dalle telecamere di "La vita in diretta"
Corovavirus, in Puglia stazionari i dati di contagi e decessi Corovavirus, in Puglia stazionari i dati di contagi e decessi Oggi in tutta la regione si sono registrati cinque nuovi positivi e sette decessi
Riapertura scuole a settembre, Decaro pungola il Governo: «Servono misure urgenti» Riapertura scuole a settembre, Decaro pungola il Governo: «Servono misure urgenti» Il presidente Anci: «Noi non ci tireremo indietro, ma c'è bisogno di sbloccare assunzioni, interventi di edilizia e organizzazione di mense e trasporti»
1 Spiagge libere, Decaro contro l'Iss: «Impossibile far rispettare le regole» Spiagge libere, Decaro contro l'Iss: «Impossibile far rispettare le regole» Il presidente Anci: «Qualcuno decide norme complicate senza coinvolgerci e poi scarica su di noi la responsabilità della loro applicazione»
Manovra economica da 750 milioni della Regione Puglia, partiti i primi tre avvisi Manovra economica da 750 milioni della Regione Puglia, partiti i primi tre avvisi Al via le iniziative di microprestito per le imprese. Emiliano: «Le regione riparte se si muovono le attività economiche»
Obbligo di segnalazione dell'arrivo in Puglia, 20mila moduli registrati. Boom di accessi dalla Lombardia Obbligo di segnalazione dell'arrivo in Puglia, 20mila moduli registrati. Boom di accessi dalla Lombardia Quasi 750 le persone che sono sbarcate dall'estero nella nostra regione. Previsto un "esodo" per il weekend. Fascia d'età maggioritaria fra 30 e 50 anni
Coronavirus, in Puglia quattro nuovi casi e tre decessi Coronavirus, in Puglia quattro nuovi casi e tre decessi Uno dei contagi accertati oggi e due morti sono in provincia di Bari. I guariti sono 3.022
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.