Scuola
Scuola
Scuola e Lavoro

Coronavirus e scuola, Azzolina: «Maturità in presenza e centri estivi aperti»

La ministra chiarisce alcuni punti rimasti poco chiari in seguito alla comunicazione del nuovo DPCM, agli esami maggiore peso al curriculum

Elezioni Regionali 2020
«Gli esami di Stato si faranno in presenza, anche se il percorso scolastico avrà un peso maggiore. Non ci sarà lo scritto ma solo un orale. Gli esami inizieranno a partire dal 17 giugno».

Questo il primo chiarimento dato dalla ministra Azzolina, durante una intervista rilasciata ieri a RaiNews24. Confermato il voler tenere le scuole chiuse per garantire la salute degli studenti, e che il fare gli esami in presenza sono un primo passaggio verso la normalità.

A breve verrà sottoscritto un protocollo per la sicurezza, che comprenderà probabilmente l'utilizzo obbligatorio di mascherine e distanze di sicurezza. La certezza del rientro a settembre ancora non c'è, previsti 3 diversi scenari: uno in cui si torna a scuola normalmente, un secondo che prevede un ritorno in classe a gruppi e con metà didattica a distanza e metà in presenza, un ultimo scenario (il peggiore) con un Coronavirus ancora molto aggressivo che non permette di rientrare.

Per quanto riguarda la fascia 0-6 si parla di diverse soluzioni, non soltanto nella prospettiva di settembre, ma prevedendo una possibile riapertura precedente per aiutare le famiglie che devono tornare al lavoro. «Stiamo lavorando insieme agli enti locali e al comitato tecnico scientifico, la politica si prende le sue responsabilità ma deve garantire la sicurezza. A luglio e agosto verranno messi a disposizione i locali scolastici per eventuali centri estivi, non ci sarà il personale delle scuole, ma saranno gli enti locali a gestirli».
  • Scuola
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
No alle elezioni nelle scuole, l'appello di 18 parlamentari in Italia No alle elezioni nelle scuole, l'appello di 18 parlamentari in Italia Tra i firmatari il barese pentastellato Paolo Lattanzio, la lettera inviata al ministro Lamorgese e al ministro Azzolina
Coronavirus, in Puglia zero nuovi casi e un decesso Coronavirus, in Puglia zero nuovi casi e un decesso Sono 3926 i pazienti guariti e 68 sono i casi attualmente positivi in regione. I ricoverati scendono a 10
Provincia di Bari, Triggiano è covid free Provincia di Bari, Triggiano è covid free Donatelli:"Non sappiamo cosa ci riserva il futuro, manteniamo saldo il nostro senso di responsabilità".
Coronavirus, doppio zero in Puglia. Nessun nuovo caso e nessun decesso Coronavirus, doppio zero in Puglia. Nessun nuovo caso e nessun decesso I guariti sono arrivati a quota 3.924, mentre i positivi restano 71. I ricoverati sono ancora 12 ma nessuno grave
Coronavirus, c'è un nuovo positivo in provincia di Bari Coronavirus, c'è un nuovo positivo in provincia di Bari Non si registrano decessi, mentre i guariti diventano 3.924, gli attuali casi 71 e i ricoverati sono 12
Covid-19, si va verso la proroga al 31 dicembre dello stato di emergenza Covid-19, si va verso la proroga al 31 dicembre dello stato di emergenza Il premier Conte: «Decisione che dovrà essere presa dal Consiglio dei ministri. Teniamo il virus sotto controllo»
Coronavirus, 4 nuovi casi in Puglia. Tre di loro sono una famiglia rientrata dal Brasile Coronavirus, 4 nuovi casi in Puglia. Tre di loro sono una famiglia rientrata dal Brasile Non si registrano decessi, e gli attuali positivi sono 72 di cui 13 ricoverati e 59 in isolamento domiciliare
Duemila euro per autonomi e liberi professionisti, in Puglia arriva START Duemila euro per autonomi e liberi professionisti, in Puglia arriva START Come funziona e chi può accedere alla sovvenzione una tantum della Regione, si parte il 15 luglio
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.