Sala operatoria
Sala operatoria
Cronaca

Complicanze post Covid, a Bari 36enne operata d'urgenza per evitare che il cibo arrivasse ai polmoni

Oltre trenta i trattamenti eseguiti dall’unità di Chirurgia toracica del Policlinico su pazienti che avevano un'età dai 36 ai 76 anni

Operata d'urgenza per la riparazione di una fistola esofago-tracheale, complicanza del lungo ricovero per Covid19. Una donna di 36 anni, che nei mesi precedenti era stata ricoverata in gravi condizioni e intubata con sostegno ventilatorio prolungato, ha sviluppato uno stato di insufficienza respiratoria acuta secondaria ed è stata salvata dai medici del Policlinico di Bari. A intervenire è stata l'equipe dell'unità di Chirurgia toracica diretta dal professor Giuseppe Marulli: gli specialisti hanno rimosso la anomala connessione tra trachea ed esofago impedendo che gli alimenti arrivassero fino ai polmoni.

La donna, a causa del Covid, era stata sottoposta a intubazione e a successiva tracheostomia. Una volta negativizzata ed estubata, però, a distanza di giorni si è manifestata una fistola tracheo-esofagea, ossia una anomala comunicazione tra trachea ed esofago. La 36enne è la paziente più giovane operata chirurgicamente per complicanze respiratorie post Covid, ma non è stata l'unica. Sono stati oltre trenta i trattamenti eseguiti dall'unità di Chirurgia toracica del Policlinico di Bari legati ad intubazioni prolungate e a tracheostomie che hanno portato come complicanze tardive ad ostruzioni, stenosi e fistole a carico delle vie aeree.

"Abbiamo curato molti pazienti in maniera conservativa con applicazioni laser di ultima generazione, che consentono di rimuovere le cicatrici e dilatare il restringimento tracheale- spiega il prof. Marulli – Questo trattamento conservativo, però, non è sempre sufficiente. Così siamo dovuti intervenire chirurgicamente con interventi di resezione tracheale, posizionamento di endoprotesi della trachea o riparazione delle fistole esofago-tracheali".

Sono stati due gli interventi chirurgici di riparazione di fistole, tre di resezione, tre di protesi e quasi una ventina i trattamenti conservativi eseguiti negli ultimi mesi.
I pazienti, tutti ricoverati in terapia intensiva/rianimazione per periodi medio-lunghi a seguito di Covid, avevano un'età compresa tra i 36 e i 76 anni. Quasi tutti arrivati in stato di insufficienza respiratoria acuta per la riduzione del lume (lo spazio libero) della trachea il cui diametro, normalmente di 12-13 millimetri, si era ridotto fino a 3 millimetri.

"Queste complicanze post Covid sono estremamente frequenti perché c'è stato un elevato numero di pazienti che hanno avuto bisogno di intubazione oro-tracheale – spiega ancora Marulli - Dall'inizio della pandemia ci siamo occupati sia delle problematiche acute legate all'intubazione (pneumotorace/ostruzioni bronchiali) con il posizionamento di drenaggi pleurici e con la disostruzione broncofibroscopica delle vie aeree; sia, nel post Covid, della gestione di una serie di complicanze della via aerea attraverso interventi chirurgici possibili solo in centri di altissima specializzazione".
  • Policlinico
Altri contenuti a tema
La medicina trasfusionale del Policlinico primo centro in Italia per il prelievo di cellule staminali La medicina trasfusionale del Policlinico primo centro in Italia per il prelievo di cellule staminali Fondamentale per la cura per molte forme di leucemie, linfomi ed altre malattie del sangue
Due farmaci per prolungare la fase di remissione dopo il trapianto, lo studio del Policlinico di Bari Due farmaci per prolungare la fase di remissione dopo il trapianto, lo studio del Policlinico di Bari Nuove importanti indicazioni sul trattamento del mieloma multiplo pubblicate sulla rivista inglese “Lancet Oncology”
Isolato nel laboratorio del Policlinico di Bari il primo virus influenzale stagionale nel Sud Italia Isolato nel laboratorio del Policlinico di Bari il primo virus influenzale stagionale nel Sud Italia L’accertamento su un bambino di 4 anni ricoverato al Giovanni XXIII
Policlinico di Bari, asportato un tumore ovarico di 20 chili: intervento riuscito Policlinico di Bari, asportato un tumore ovarico di 20 chili: intervento riuscito La paziente sta bene ed è sotto stretto monitoraggio
Chirurgia dell’obesità, eseguito a Bari il primo intervento di resezione gastrica in realtà aumentata Chirurgia dell’obesità, eseguito a Bari il primo intervento di resezione gastrica in realtà aumentata L’operazione al Policlinico di Bari in streaming con il Policlinico Federico II di Napoli
Un solo paziente vaccinato in rianimazione da febbraio ad agosto, lo studio del Policlinico di Bari Un solo paziente vaccinato in rianimazione da febbraio ad agosto, lo studio del Policlinico di Bari I soggetti presi in esame ricoverati nel periodo considerato presso Anestesia e Rianimazione II, reparto dedicato alle cure intensive dei pazienti positivi al tampone
Policlinico di Bari, raro intervento di protesi d’anca su una 14enne Policlinico di Bari, raro intervento di protesi d’anca su una 14enne La giovane paziente, assistita per una caduta nel corso di una crociera, aveva scoperto così di avere la leucemia ed era rimasta a Bari per curarsi
Policlinico di Bari, attivo da oggi sportello informativo per vaccinazioni in gravidanza Policlinico di Bari, attivo da oggi sportello informativo per vaccinazioni in gravidanza A disposizione specialisti ginecologi per rispondere a dubbi e timori sul vaccino
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.