EFE MURAT
EFE MURAT
Cronaca

Completato il disincaglio della Efe Murat. È stata ormeggiata nel porto di Bari

Concluse alle 12 di questa mattina le operazioni che avevano preso il via all'alba con l'alta marea

Elezioni Regionali 2020
La Efe Murat, nave mercantile turca arenatasi a Bari lo scorso 23 febbraio a pochi metri dalla spiaggia di Pane e Pomodoro, è stata completamente disincagliata e rimossa. Alle 05:55 di questa mattina, la nave, grazie all'esito positivo degli interventi tecnici di riparazione effettuati a bordo, all'alleggerimento della stessa per il recupero della galleggiabilità e alle ottimali condizioni meteorologiche, con un picco di alta marea favorevole, è stata disincagliata in modo definitivo, grazie anche alle attività di tonneggio e traino dei rimorchiatori greci "Pantoktator" e "Platytera" della società Megatugs. La nave, rimorchiata in porto dagli stessi, alle ore 12 è giunta all'ormeggio alla banchina n. 29 del Molo Foraneo del porto di Bari, dove proseguiranno gli interventi tecnici necessari per il sicuro galleggiamento.

Completate anche le operazioni di disincaglio del rimorchiatore Galesus, intervenuto in soccorso del mercantile turco il giorno dell'arenamento ma rimasto anch'esso incagliato a pochi passi dalla spiaggia per via delle avverse condizioni meteo-marine. Per entrambe le unità, sia pur con tempistiche e modalità diverse, sin dalla mattina del 5 marzo scorso sono iniziate le operazioni propedeutiche al disincaglio, e consistenti, nel caso della Efe Murat in particolare, nel recupero del carburante e di tutti i liquidi inquinanti presenti a bordo, previa approvazione di un piano operativo particolareggiato presentato con estrema tempestività dalla società greca di salvataggio Megatugs, ingaggiata dall'armatore turco per il recupero della nave.
EFE MURATEFE MURATEFE MURATEFE MURATGALESUS
«Encomiabile - si legge nella nota della Guardia costiera - in questa fase la collaborazione e la disponibilità dei servizi tecnico-nautici del porto di Bari (piloti, ormeggiatori, rimorchiatori) e di tutti gli autorità/anti/istituzioni con i quali la Capitaneria di porto di Bari si è relazionata sin dal mattino seguente al sinistro marittimo fornendo all'Ammiraglio Giuseppe Mmeli, Direttore Marittimo e Comandante del Porto, e al Capitano di Vascello Antonio Catino, Capo Reparto Operativo della Direzione Marittima di Bari, tutto il supporto necessario, in relazione alle proprie le competenze e prerogative, dimostrando in questo caso una unità di intenti straordinaria, avendo a cuore, ciascun per il proprio profilo, la tutela dell'ambiente e della collettività cittadina».

Preso atto del piano di recupero della nave, approvato nel corso della conferenza di servizi tenutasi nella sede della Capitaneria nella giornata di giovedì 7 marzo, e acquisito il piano di recupero presentato per le operazioni di disincaglio del rimorchiatore "Galesus", approvato dal Registro Italiano Navale trattandosi di unità di bandiera nazionale, nella mattinata di ieri, domenica 10 marzo, concluso lo svuotamento dei liquidi lubrificanti e del combustibile, sono iniziate le operazioni di rigalleggiamento dello stesso "Galesus" che, dopo alcuni tentativi è stato disincagliato e condotto all'ormeggio in porto ad opera della stessa società armatrice "Rimorchiatori napoletani".
Social Video20 secondiIl disincaglio della Efe Murat
  • Guardia Costiera
  • Nave arenata
Altri contenuti a tema
In Puglia le coste sono sotto attacco, ecco il dossier Mare Monstrum 2020 In Puglia le coste sono sotto attacco, ecco il dossier Mare Monstrum 2020 La nostra regione ai primi posti nelle classifiche stilate da Legambiente relative a cemento illegale, cattiva depurazione e pesca di frodo
Ricci e prodotti ittici mal conservati in pescherie e punti sbarco dei pescherecci Ricci e prodotti ittici mal conservati in pescherie e punti sbarco dei pescherecci Nove le tonnellate sequestrate e 71mila euro le sanzioni comminate dalla Guardia costiera in tutta la Puglia
"Mare Sicuro 2020", oltre 400 militari impegnati nel controllo delle coste in Puglia "Mare Sicuro 2020", oltre 400 militari impegnati nel controllo delle coste in Puglia Dallo scorso 15 giugno al prossimo 13 settembre la guardia costiera impegnata per la salvaguardia del mare
Monopoli, rifiuti speciali depositati nel piazzale di un'azienda: scatta il sequestro Monopoli, rifiuti speciali depositati nel piazzale di un'azienda: scatta il sequestro L'attività, con sede nella zona industriale, utilizzava anche un impianto di depurazione delle acque meteoriche non conforme
Lido abusivo con tutti i comfort a Capitolo, scatta la denuncia Lido abusivo con tutti i comfort a Capitolo, scatta la denuncia La guardia costiera ha trovato l'area occupata con servizio wi-fi, “large mattres”, teli mare e persino un tasto per il “service restaurant"
Giornata Mondiale degli Oceani, in Puglia arriva "Spazzamare" Giornata Mondiale degli Oceani, in Puglia arriva "Spazzamare" Si tratta della più importante operazione di pulizia dei fondali mai realizzata in Italia, Egnazia (tra Monopoli e Savelletri) e Tricase i luoghi prescelti
Non passa il controllo di sicurezza, mercantile portoghese sequestrato a Bari Non passa il controllo di sicurezza, mercantile portoghese sequestrato a Bari In seguito ad ispezione della guardia costiera il mezzo è risultato carente anche riguardo la salvaguardia della vita umana in mare
Mola di Bari, libretti di navigazione falsificati. Due denunce Mola di Bari, libretti di navigazione falsificati. Due denunce I controlli della Guardia Costiera su un motopontone con a bordo 4 marittimi, proseguono le indagini
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.