Polizia
Polizia
Cronaca

Bimbo morto a Bari: «Nessun elemento che colleghi episodio a giochi online»

Lo ha dichiarato il procuratore minorile De Salvatori, intanto sono stati sequestrati tutti i dispositivi elettronici presenti in casa

«Al momento non abbiamo elementi che colleghino questo episodio a giochi online, ma sicuramente c'è un problema con questi giochi». È quanto dichiarato dal procuratore minorile di Bari, Ferruccio De Salvatore, in merito al dramma consumatosi nella serata di ieri nel quartiere San Girolamo di Bari.

Le indagini proseguono a tutto campo, e anche se al momento l'ipotesi più accreditata sarebbe quella del suicidio, la pm di turno, Angela Maria Morea, ha disposto il sequestro di tutti i dispositivi elettronici presenti all'interno dell'abitazione del bambino. Aperto un fascicolo per "istigazione al suicidio" anche se gli inquirenti parlano di "atto dovuto".
«Questi giochi - aggiunge De Salvatore - prima il Blue whale, poi Momo e adesso TikTok, possono essere molto rischiosi. Noi dobbiamo tener conto che, con riferimento a determinate fasce di età, lo spirito di emulazione è molto forte. Il problema c'è ed è stato esasperato dalla pandemia, perché molti giovani, soprattutto adolescenti, si sono rinchiusi in sé stessi e sono diventati aggressivi con sé stessi e gli altri. Sono aumentati i casi di cutting, cioè il taglio degli arti con lamette, e i tentativi di suicidi che coinvolgono fasce d'età sempre più basse».

E non mancano anche le prime prese di posizione politiche. «Dopo il caso di Palermo - ha commentato in una nota Licia Ronzulli, presidente della commissione parlamentare per l'Infanzia e l'Adolescenza - a Bari un altro bambino, di solo 9 anni, si è suicidato con una corda al collo. La magistratura sta indagando, e ha sequestrato tutti i dispositivi informatici a cui il minore aveva accesso, per capire se ancora una volta siamo davanti a una tragedia dovuta alle assurde challenge a cui i bambini partecipano sui social. Se così fosse la situazione sarebbe ancor più allarmante di quanto si sospettasse e non ci sarebbe alcuna alternativa alla chiusura, almeno temporanea, delle piattaforme su cui queste sfide hanno luogo».
  • Polizia di Stato
Altri contenuti a tema
Ubriaco blocca il passaggio a livello con l'auto, denunciato a Bari Ubriaco blocca il passaggio a livello con l'auto, denunciato a Bari La polizia intervenuta su segnalazione della Polfer, il 46enne è anche risultato recidivo
Bari, il dottor Casavola promosso a dirigente superiore. Potrebbe tornare in Puglia Bari, il dottor Casavola promosso a dirigente superiore. Potrebbe tornare in Puglia Insieme a lui passa di grado anche il barese Pepe e la giovinazzese Andriani
Bari, condanne definitive per 16 uomini del clan Parisi Bari, condanne definitive per 16 uomini del clan Parisi Si parla di pene tra i 3 mesi e i 13 anni di reclusione, diversi i capi di accusa di cui sono ritenuti responsabili
Ha il divieto di avvicinamento ma va dalla ex, denunciato a Bari Ha il divieto di avvicinamento ma va dalla ex, denunciato a Bari L'uomo è stato trovato dagli agenti in pigiama e in evidente stato di assunzione di sostanze stupefacenti
Rubano merce da un supermercato a Bari, denunciati Rubano merce da un supermercato a Bari, denunciati I due, un 31enne e un 51enne, accusati di furto aggravato in concorso
Picchia la ex convivente e aggredisce i poliziotti, denunciato 35enne a Bari Picchia la ex convivente e aggredisce i poliziotti, denunciato 35enne a Bari L'uomo era già sottoposto agli arresti domiciliari, la donna e il nonno sono stati portati in ospedale
Fuochi d'artificio per festeggiare lo scudetto dell'Inter, denunciato 58enne Fuochi d'artificio per festeggiare lo scudetto dell'Inter, denunciato 58enne L'uomo, incensurato, in piazza Federico II di Svevia, aveva accesso 4 batterie
Bari, arrestato ricercato 35enne, membro di spicco del clan Strisciuglio Bari, arrestato ricercato 35enne, membro di spicco del clan Strisciuglio L'uomo deve espiare la pena definitiva di 7 anni e 11 mesi di reclusione ed è coinvolto nell'operazione chiamata "Agorà"
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.