concorso Antonella Diacono
concorso Antonella Diacono
Associazioni

Bari, presentato il concorso scolastico “Antonella Diacono”

Le candidature sono aperte fino al 31 marzo. Occasione per far riflettere docenti e studenti sul valore della vita e sull'importanza del dialogo

Elezioni Regionali 2020
L'associazione di volontariato Anto Paninabella fondata dai genitori di Antonella, morta suicida nel 2017, continua senza sosta da quel giorno a far riflettere tutti, ragazze e ragazzi, famiglie e docenti, sul valore della vita, del dialogo, dell'inclusione e dell'empatia, perché è importante accogliere tutti e andare oltre i pregiudizi per evitare l'isolamento, l'incomprensione, l'impossibilità di raccontarsi e per evitare che succeda ad altri ciò che è successo ad Antonella.

«Andate contro i pregiudizi - scriveva Antonella - e quando si rivelano corretti continuate a scavare, perché ciò che gli altri pensano di noi si attacca come una seconda pelle. E allora combattete».

E per questo motivo è stato presentato questa mattina al consiglio regionale il concorso scolastico intitolato ad Antonella Diacono. Concorso che vuole coinvolgere più classi possibili, di diversi istituti scolastici, che potranno candidarsi entro il 31 marzo nelle sezioni produzioni letterarie, attraverso saggi, articoli di giornale, temi, poesie o racconti e nelle sezioni produzioni artistiche o multimediali attraverso cortometraggi, presentazioni e documentazioni video o diapositive. Tutte le attività si svolgeranno a scuola come recital teatrali e/o musicali, illustrazioni, manufatti e fumetti. Saranno premiati i primi tre classificati delle quattro graduatorie e le quattro scuole di provenienza dei primi classificati.

«Antonella ci ha lasciato indicazioni su cosa fare per migliorare la vita di chi ci sta accanto che magari soffre come soffriva lei - spiega il papà Domenico Diacono - e ci ha lasciato indicazioni per migliorare la nostra vita e prenderci cura degli altri. Con questo concorso vogliamo dire a tutti di andare oltre i pregiudizi, oltre le maschere. Incontriamo realmente chi ci è vicino. Sappiamo che le scuole sono spesso sovraccariche di lavoro e di urgenze ma speriamo che si trovi il tempo per dare spazio ad una riflessione importante per la vita dei ragazzi».
  • Regione Puglia
Altri contenuti a tema
Coronavirus, in Puglia si registrano 9 nuovi casi Coronavirus, in Puglia si registrano 9 nuovi casi Tre nel barese, cinque in provincia di Lecce e uno in provincia di Foggia, dove si verifica l'unico decesso
In Puglia un nuovo piano ospedaliero, 1255 posti in più e raddoppio terapia intensiva In Puglia un nuovo piano ospedaliero, 1255 posti in più e raddoppio terapia intensiva Il Ministero della Salute approva la riorganizzazione della Regione. Emiliano: «Il virus circola, mascherine e distanziamento sono fondamentali»
Coronavirus, tornano a scendere i casi in Puglia: oggi sono otto Coronavirus, tornano a scendere i casi in Puglia: oggi sono otto Sei si registrano in provincia di Foggia. il direttore Asl: «Persone già sottoposte a isolamento domiciliare»
Emergenza Covid, dalla Regione Puglia 500 milioni per Asl e ospedali Emergenza Covid, dalla Regione Puglia 500 milioni per Asl e ospedali Obiettivo mantenere alto i livelli essenziali di assistenza. Pagati 62 milioni a enti pubblici e privati
Dottorati di ricerca, dalla Regione Puglia arrivano 5 milioni per le borse di studio Dottorati di ricerca, dalla Regione Puglia arrivano 5 milioni per le borse di studio Approvata in giunta la proposta dell'assessore Leo. Finanziato un progetto di educazione all'imprenditorialità
Coronavirus, brusca impennata di casi in Puglia: sono 20 oggi Coronavirus, brusca impennata di casi in Puglia: sono 20 oggi Dodici si registrano in provincia di Foggia, quattro nel barese e in Salento. Piazzolla e Sanguedolce: «In corso le indagini epidemiologiche»
Garanzia giovani, stanziati altri 20 milioni per i progetti in Puglia Garanzia giovani, stanziati altri 20 milioni per i progetti in Puglia Le risorse provengono dal Patto per la Puglia Fsc 2014-2020 e dall'asse VII del Por Puglia 2014-2020
Fondo per educazione istruzione 0-6 anni, al Comune di Bari vanno 400mila euro Fondo per educazione istruzione 0-6 anni, al Comune di Bari vanno 400mila euro Un budget regionale da oltre 18 milioni ripartito fra tutte le città della Puglia. Leo: «Criteri condivisi con Anci e sindacati»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.