La manifestazione dei risparmiatori Banca Popolare. <span>Foto Elga Montani</span>
La manifestazione dei risparmiatori Banca Popolare. Foto Elga Montani
Cronaca

Banca Popolare di Bari, esplode la rabbia dei risparmiatori: «Vogliamo i nostri soldi»

Corteo questa mattina su corso Cavour, terminato con sit-in davanti alla Banca d'Italia. Il grido disperato di chi ha perso tutto

Elezioni Regionali 2020
«Ho solo la quinta elementare, non ho studiato come loro, mi sono fidata e mi hanno portato via tutto. Rivoglio i miei risparmi». Si leva alto il grido disperato di uno dei tanti risparmiatori traditi di Banca Popolare di Bari, riunitisi stamattina su corso Cavour a Bari per un corteo, terminato con un sit-in davanti alla Banca d'Italia. Pretendono di essere ascoltati, e che la loro voce non si affievolisca con il passare del tempo e con la minore attenzione sulle vicende della maggiore banca del Mezzogiorno.

Sfilato composti anche se arrabbiati, gridando la loro disperazione. E non si fidano più nemmeno della stampa, rea di non dare loro abbastanza spazio, al punto che arrivano ad urlare di dover riprendere tutto con i propri telefonini per far sì che di questa manifestazione resti traccia. Nei loro volti si legge la disperazione, e la voglia di vedere riconosciuti i loro diritti. «Non conta quanto abbiamo perso, ma quel che abbiamo perso per ognuno di noi erano i risparmi di una vita»
La manifestazione dei risparmiatori Banca PopolareLa manifestazione dei risparmiatori Banca PopolareLa manifestazione dei risparmiatori Banca PopolareLa manifestazione dei risparmiatori Banca PopolareLa manifestazione dei risparmiatori Banca PopolareLa manifestazione dei risparmiatori Banca PopolareLa manifestazione dei risparmiatori Banca PopolareLa manifestazione dei risparmiatori Banca Popolare
  • Banca Popolare di Bari
Altri contenuti a tema
Troppi avvocati in aula, rinviata udienza sulla Popolare di Bari Troppi avvocati in aula, rinviata udienza sulla Popolare di Bari Il processo è stato spostato al 24 settembre nell'aula bunker nel plesso di giustizia di Bitonto
Banca popolare di Bari, mille azionisti pronti a chiedere i danni a Jacobini Banca popolare di Bari, mille azionisti pronti a chiedere i danni a Jacobini Inizia oggi il processo nei confronti di padre e figlio che gestivano l'istituto di credito pugliese
La Popolare di Bari diventa S.p.A., il premier Conte: «Passaggio importante» La Popolare di Bari diventa S.p.A., il premier Conte: «Passaggio importante» Il presidente del Consiglio ha così commentato nella serata di ieri il primo passo verso la rinascita dell'istituto
Banca Popolare di Bari, il 96% dei soci dice sì. Ok alla S.p.a. Banca Popolare di Bari, il 96% dei soci dice sì. Ok alla S.p.a. Durante l'assemblea hanno votato anche a favore dell'aumento di capitale, previa copertura delle perdite maturate al 31 marzo 2020
Popolare di Bari, udienza il 16 luglio Popolare di Bari, udienza il 16 luglio L'associazione dei consumatori esorta gli azionisti ad agire per ottenere un risarcimento danni
Popolare di Bari, AssoAzionisti: «Trasformazione in spa unica alternativa al fallimento» Popolare di Bari, AssoAzionisti: «Trasformazione in spa unica alternativa al fallimento» Volantinaggio questa mattina dell'associazione capitanata dall'ex consigliere Carrieri per spiegare ai soci come funziona
Popolare di Bari, il Tribunale reintegra il dirigente che accusò i due Jacobini Popolare di Bari, il Tribunale reintegra il dirigente che accusò i due Jacobini Il giudice ha accolto il ricorso, dichiarando non valido il licenziamento del 2016
Popolare di Bari, trovato accordo commissari-sindacati per 650 esuberi Popolare di Bari, trovato accordo commissari-sindacati per 650 esuberi Firmata l'intesa a Roma: le fuoriuscite dalla banca saranno spalmate in dieci anni utilizzando le norme di "quota 100"
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.