asl via fani
asl via fani
Enti locali

Asl Bari, addio agli assembramenti nell'ambulatorio di via Fani: a regime i nuovi percorsi

L'azienda sanitaria locale ha acquisito anche un nuovo immobile in via Giulio Petroni per distribuire meglio i pazienti

La Asl Bari assicura: niente più code, assembramenti e disagi nel poliambulatorio di via Fani, nei pressi della stazione centrale di Bari. Grazie alle nuove disposizioni della direzione generale della Asl Bari, che ha organizzato percorsi differenziati per esami e/o visite specialistiche e accessi facilitati per gli utenti, compreso un nuovo sportello dedicato alle richieste di informazioni, è stato possibile decongestionare code e assembramenti e assicurare prestazioni rapide e adeguate ai cittadini.

Gli utenti possono infatti accedere senza difficoltà e in sicurezza alla struttura, nel rispetto delle misure anti Covid, usando, per entrare, l'ingresso di via Melo, dopo il triage con rilevazione di temperatura, e per uscire, l'accesso di via Fani. All'interno del poliambulatorio, un percorso è dedicato ai prelievi, un altro alle visite specialistiche e un terzo percorso, attivo dalle 11 alle 13, alle richieste di informazioni. In questo modo è garantita un'assistenza attenta e puntuale a tutti e nello stesso tempo è possibile gestire i flussi delle persone riducendo l'esposizione a rischi anche potenziali di contagio.

La riorganizzazione dei servizi in via Fani ha dunque frenato i disagi nella sede del distretto socio sanitario di Bari che potrà presto contare su ulteriori spazi nel quartiere Picone-Carrassi. La Asl ha infatti acquisito in locazione il piano terra dell'edificio in via Giulio Petroni, ad angolo con via Federico Vecchio, che attualmente ospita gli uffici della direzione distrettuale distribuiti su sei piani. I nuovi spazi saranno destinati ad accogliere il centro prelievi, lo sportello PUA (porta unica di accesso), e il servizio di front office e potranno soddisfare la domanda di salute degli utenti residenti nel quartiere.

«La situazione epidemiologica attuale impone la ricerca di spazi più ampi per i servizi sanitari alla luce delle disposizioni di prevenzione post Covid – spiega il direttore generale della Asl, Antonio Sanguedolce – l'ampliamento di via Fani nella sede del quartiere Picone Carrassi è solo il primo passo di un percorso più lungo e più articolato che consiste nel decentramento delle strutture territoriali e nella realizzazione futura, all'interno della ex Centrale del latte a Bari, di una struttura destinata ad ospitare la direzione del distretto socio sanitario e altri ambulatori per le prestazioni specialistiche».

L'area tecnica della Asl è già al lavoro per portare a termine le procedure necessarie per la progettazione definitiva della sede dell'ex Centrale del latte. Data la attuale situazione epidemiologica la ASL sta mettendo in atto tutti gli interventi indispensabili per assicurare il distanziamento sociale nei servizi sanitari con l'obiettivo di evitare rischi di contagio fra utenti e fra operatori.

Per questo l'azienda sanitaria è impegnata in una più ampia ricognizione delle sedi per individuare - in caso di necessità- altri spazi utili per offrire servizi sanitari in sicurezza, anche alla luce delle raccomandazioni del ministero della Salute per la ripresa delle attività ambulatoriali e degli indirizzi vincolanti dettati dalla Regione Puglia nell'ambito della riorganizzazione dei processi assistenziali e delle diverse attività sanitarie, di prevenzione e amministrative.
  • Asl Bari
Altri contenuti a tema
Provincia di Bari, 16 comuni a "contagi zero". Si va verso la zona bianca Provincia di Bari, 16 comuni a "contagi zero". Si va verso la zona bianca Il tasso di incremento su 100 mila abitanti si attesta a quota 14,3. In città solo 31 nuovi casi nell'ultima settimana di riferimento
Bari, in 516 al concorso per 60 Tecnici della Prevenzione della Asl Bari, in 516 al concorso per 60 Tecnici della Prevenzione della Asl Il totale degli ammessi era pari a 984, diverse candidate hanno potuto anche utilizzare la nursery allestita all'interno per allattare
"Pomeriggi con Janssen", gli over 40 potranno ricevere il vaccino nei centri della Asl Bari "Pomeriggi con Janssen", gli over 40 potranno ricevere il vaccino nei centri della Asl Bari È possibile accedere agli hub solo con prenotazione tramite le farmacie convenzionate con il sistema Farmacup
Bari, ecco come anticipare la seconda dose Astrazeneca: appuntamenti 8 e 10 giugno Bari, ecco come anticipare la seconda dose Astrazeneca: appuntamenti 8 e 10 giugno Le sedute vaccinali riguardano i cittadini che hanno effettuato la prima dose fra il 4 e il 13 aprile
In troppi per l'open day over 40 in Fiera. La testimonianza: «Tanti sono stati rimandati a casa» In troppi per l'open day over 40 in Fiera. La testimonianza: «Tanti sono stati rimandati a casa» Dalla Asl comunicano che in mattinata sono state somministrate quasi 5 mila dosi, e che saranno organizzate altre giornate simili
Bari, la Asl potenzia la riabilitazione dei pazienti Covid e post Covid Bari, la Asl potenzia la riabilitazione dei pazienti Covid e post Covid Dall'1 giugno parte Covid@casa, in collaborazione con AreSS. 28 i professionisti impegnati
Bari, Vincenzo Caiaffa eletto presidente nazionale degli Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri Bari, Vincenzo Caiaffa eletto presidente nazionale degli Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri È direttore dell'unità operativa complessa di Ortopedia e Traumatologia del “Di Venere” e del Dipartimento Ortopedico della ASL
Pazienti Covid a casa, Asl Bari attiva le visite in remoto Pazienti Covid a casa, Asl Bari attiva le visite in remoto Il monitoraggio consiste nell’utilizzo di un apparecchio che viene fornito al paziente grazie al quale lui può interagire con il medico
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.