guardia di finanza sequestri altamura
guardia di finanza sequestri altamura
Cronaca

Altamura, maxi evasione fiscale nel commercio di carburanti. Sequestro di beni da 800mila euro

Scoperto un giro di fatture emesse per operazioni inesistenti, così da rivendere il prodotto a prezzi competitivi

I finanzieri della compagnia di Altamura - coordinati dal I gruppo Bari - hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo – emesso dal competente Gip presso il Tribunale di Bari, su richiesta della locale Procura della Repubblica - di disponibilità finanziarie, quote societarie e beni immobili ubicati in Altamura (BA), del valore complessivo di oltre 800mila euro.

Nel provvedimento è stata riconosciuta l'esistenza di un concreto quadro indiziario (accertamento compiuto nella fase delle indagini preliminari che necessita della successiva verifica processuale nel contraddittorio con la difesa) a carico dell'amministratore di una s.r.l. avente sede ad Altamura ed esercente l'attività di "commercio di carburante", in relazione all'ipotesi di reato di "dichiarazione fraudolenta mediante l'utilizzo di fatture per operazioni inesistenti".

L'esecuzione del provvedimento rappresenta l'epilogo di una attività investigativa svolta dai Finanzieri altamurani su delega della Procura di Bari, nel settore delle "false fatture", che ha visto coinvolte diverse società ubicate in Puglia e in altre regioni.

In particolare, secondo l'ipotesi accusatoria (da verificare in contraddittorio con la difesa), la società altamurana avrebbe acquistato a prezzi estremamente favorevoli (al di sotto di quelli di mercato) ingenti quantità di carburante, il quale veniva prima estratto da un deposito fiscale da parte di una società "esistente solo sulla carta" (priva di complesso aziendale, nonché di dipendenti e intestata a un prestanome) ed "inadempiente nei confronti del Fisco". Successivamente il prodotto petrolifero veniva fatturato da quest'ultima società ad altre imprese, che a loro volta emettevano fatture di vendita dello stesso alla società altamurana, che fin dal principio risultava essere l'unica destinataria reale della merce. Grazie a questo meccanismo fraudolento e al conseguente mancato versamento dell'Iva a monte, l'impresa di Altamura avrebbe poi praticato ai suoi clienti prezzi di vendita del carburante altamente competitivi.

In esecuzione del provvedimento emesso dall'autorità giudiziaria barese sono stati pertanto sottoposti a sequestro preventivo, in vista della successiva confisca, disponibilità finanziarie, quote societarie e beni immobili aventi valore pari al suddetto profitto illecito.
  • Guardia di Finanza
  • evasione fiscale
Altri contenuti a tema
Putignano, scoperti 111 lavoratori irregolari. Tre percepivano il reddito di cittadinanza Putignano, scoperti 111 lavoratori irregolari. Tre percepivano il reddito di cittadinanza La guardia di finanza ha denunciato 13 datori, individuati su un totale di 14 ispezioni delle fiamme gialle
Oltre 360mila prodotti pericolosi sequestrati, anche finte caramelle per bambini Oltre 360mila prodotti pericolosi sequestrati, anche finte caramelle per bambini È il bilancio dei controlli estivi effettuati dalla guardia di finanza
Giocattoli, Dpi, insetticidi e articoli per la spiaggia potenzialmente pericolosi, oltre 300mila oggetti sequestrati Giocattoli, Dpi, insetticidi e articoli per la spiaggia potenzialmente pericolosi, oltre 300mila oggetti sequestrati La merce trovata in tre distinte operazioni della guardia di finanza in collaborazione con i funzionari della locale agenzia della dogana e dei monopoli
Contrasto all'evasione fiscale a Bari, su 400 controlli un terzo risultato irregolare Contrasto all'evasione fiscale a Bari, su 400 controlli un terzo risultato irregolare Verifiche in materia di scontrini, ricevute e relativa memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi
Occupazione abusiva delle spiagge, il bilancio della guardia di finanza Occupazione abusiva delle spiagge, il bilancio della guardia di finanza Trovati 800 ombrelloni e 1400 lettini senza autorizzazione, oltre a lavoratori in nero
Imprenditore di Bari accusato di frode, scatta il sequestro di beni per 500 mila euro Imprenditore di Bari accusato di frode, scatta il sequestro di beni per 500 mila euro L’esecuzione del provvedimento rappresenta l’epilogo della complessa attività investigativa svolta dai Finanzieri del G.I.C.O.
Evasione dell'Iva, scatta il sequestro da 2 milioni a un'azienda di Bitritto Evasione dell'Iva, scatta il sequestro da 2 milioni a un'azienda di Bitritto Nel mirino della guardia di finanza finiscono quote societarie, beni immobili e mobili registrati
Il pattugliatore "green" della guardia di finanza arriva a Bari, previsto tour in sette regioni Il pattugliatore "green" della guardia di finanza arriva a Bari, previsto tour in sette regioni La nuova piattaforma è la nave più grande nella storia delle unità marittime delle fiamme gialle
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.