Odio
Odio
Cronaca

Aggrediti a Palese perché di Bitonto. Decaro:"Bullismo". Abbaticchio: "Vi aspetto davanti alla giustizia"

Il sindaco di Bari ha chiamato il padre del 15enne per conoscere le sue condizioni di salute. Amareggiato il primo cittadino dell' altra città

"Ho chiamato il papà, per assicurarmi della salute del ragazzo, e il sindaco di Bitonto per rimarcare l'amicizia tra le nostre due comunità" così il sindaco di Bari Antonio Decaro sulla brutale aggressione ieri pomeriggio in spiaggia a Palese, ai danni di un 15enne colpevole, pare, di essere di Bitonto.

"Non è con la violenza che si difende il buon nome della propria città - prosegue Decaro - azioni di questo tipo danneggiano il nome di Bari lo calpestano, lo infangano. Bari è una città che accoglie e che abbraccia, senza chiedere passaporti o certificati di residenza. E quello che avete fatto non ha a che fare né con l'orgoglio né con il senso di appartenenza. Quello che avete fatto ha solo un nome: bullismo. Il passatempo squallido dei vigliacchi, di quelli che sanno fare i duri contro un ragazzino inerme ma se la fanno sotto davanti a qualcuno due taglie più grosso".
Poi Decaro conclude: "Sarete individuati e pagherete per quello che avete fatto. Nel frattempo, spero che i vostri genitori pensino ai loro errori, prima ancora che ai vostri. E sappiano rimediare più in fretta possibile".
Sulla vicenda interviene anche il sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio: "In occasione di una competizione sportiva tra squadre delle proprie Città, i vari sindaci vollero ribadire che non esiste competizione, odio, razzismo o divisione tra le terre che rappresentano. Soprattutto se parliamo della Città metropolitana di Bari. Soprattutto se parliamo di Bari e Bitonto. Soprattutto ora, in questo momento politico e storico. Ne parlo oggi perche' è stato massacrato di botte un nostro concittadino da un branco a Palese, che potrebbe essere nato in qualunque parte del Mondo. La "scusa" dell'attacco di turno è che la vittima predestinata è Bitontina. Ma sia chiaro che il branco avrebbe potuto trovare altre centomila scuse, pur di scatenarsi.
Restera' alla storia solo la sua povertà d'animo, la sua rabbia, la sua vigliaccheria. Quattro contro uno. Ma quello rimasto a terra è quello che non ha bisogno né di scuse né di violenza. Aspetta solo di rivedervi difronte alla Giustizia delle autorità competenti".
  • Bullismo
Altri contenuti a tema
Picchiato in spiaggia perché bitontino, domenica la manifestazione a Palese Picchiato in spiaggia perché bitontino, domenica la manifestazione a Palese Il sindaco Abbaticchio: «Saremo in tanti per spiegare cos'è il bullismo e mostrare la nostra indignazione»
Fa tappa a Bari il tour della Polizia postale per parlare dei pericoli del web Fa tappa a Bari il tour della Polizia postale per parlare dei pericoli del web Sesta edizione dell'iniziativa “Una vita da social”, domani in piazza Libertà il truck educativo per i più giovani
Bullismo e cyberbullismo, venti scuole hanno aderito al progetto del Comune di Bari Bullismo e cyberbullismo, venti scuole hanno aderito al progetto del Comune di Bari Bottalico: "Per affrontare temi così delicati, occorre coinvolgere, ragazzi, famiglie e docenti direttamente nei luoghi deputati alla formazione"
Bullismo e cyberbullismo, pronti a partire 10 sportelli d'ascolto sul territorio di Bari Bullismo e cyberbullismo, pronti a partire 10 sportelli d'ascolto sul territorio di Bari Un progetto dell'associazione Medea. Bottalico: «Lanciare politiche che coinvolgano i professionisti»
Bullismo al via lo sportello alla San Giovanni Bosco Bullismo al via lo sportello alla San Giovanni Bosco L'iniziativa prevede percorsi di sensibilizzazione sulla promozione della cultura della differenza di genere, sulla legalità, sul contrasto alle baby gang e sull’antimafia
Inciviltà e sporcizia al giardino Mimmo Bucci. La mamma: «Togliete la targa» Inciviltà e sporcizia al giardino Mimmo Bucci. La mamma: «Togliete la targa» Non c'è pace per il parchetto del quartiere Libertà ormai nel degrado più assoluto e in balìa dei bulli
Il sindacato di Polizia CONSAP tra i banchi di scuola Il sindacato di Polizia CONSAP tra i banchi di scuola Tema centrale degli approfondimenti il bullismo ed il cyberbullismo
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.