fuochi dartificio san trifone
fuochi dartificio san trifone
Vita di città

Adelfia orfana di San Trifone, ma al "baccano pirotecnico" proprio non si può rinunciare

Il paese perde la sua tradizione più cara a causa del Covid, ma non si fa mancare i fuochi d'artificio a orari improbabili

Un 10 novembre di "anormale normalità" per Adelfia e la sua comunità. Il paese, infatti, forse per la prima volta nella centenaria storia comunale, oggi non può celebrare il patrono San Trifone, rimasto al palo causa Covid-19. La cittadina in provincia di Bari e in particolare il rione Montrone per questo 2020 rimarranno orfani della loro tradizione più antica e cara, che fra 9 e 11 novembre ogni anno richiama in paese pellegrini da ogni parte d'Italia, fedeli devoti al santo ragazzino e carovane di adelfiesi figli di immigrati in Belgio, Germania, Nord America e chi più ne ha più ne metta.

Un momento di sintesi fra liturgia religiosa e ritualità pagana, fra processioni, giostre e tavolate a base di vino, carni e convivialità. Per quest'anno salta tutto, meno che la parte - forse - deteriore della sagra popolar-religiosa: gli interminabili spettacoli pirotecnici. Nel calendario non compare la parata del 10 novembre sera, quando i migliori fuochisti si sfidano in uno show emozionante e coinvolgente, ma il paese proprio non ha saputo rinunciare neanche per un anno alla batteria pirotecnica del pomeriggio del dì di festa.Una tradizione, quella della "gara del rumore", che ogni 10 novembre si ripete nelle prime ore post prandiali e in cui è facile intuire chi vince: colui che fa più baccano. Quest'anno il rituale profano è stato "celebrato" in tono minore e in via non ufficiale, ma rinunciarvi proprio no. Ecco, quindi, che dalle 14 il paese ha vissuto la replica del suo consueto "bombardamento", che ha dato il via a esplosioni irrituali e non del tutto lecite da parte dei privati cittadini in strada; una sorta di fuoco incrociato che si somma a quello altrettanto improbabile che si ascolta nelle ore più profonde della notte. Insomma, come sempre a San Trifone vince chi fa più baccano. Esplosioni "random", inoltre, si aggiungono costantemente nel corso della giornata.

Nella giornata di ieri la Pro loco adelfiese aveva "omaggiato" il piccolo spettacolo pirotecnico della sera con tanto di diretta social per festeggiare il "flash mob" dedicato al patrono. Lì dove, giova ricordarlo, qualsiasi manifestazione esteriore era stata vietata per scongiurare il pericolo assembramenti.

Ieri il sindaco Giuseppe Cosola - giustamente - scriveva sui social: «Nella giornata di domani si evitino assembramenti per le strade e pranzi con parenti e amici. Responsabilità e attenzione devono essere le parole chiave di questi giorni. Come sempre ripeto: le forze dell'ordine non possono essere dappertutto. Confido nel buon senso di tutti i cittadini». Speranza vana? Vedremo.
  • festa patronale
  • Fuochi d'artificio
Altri contenuti a tema
Proseguono ad Adelfia i festeggiamenti in onore di San Trifone Proseguono ad Adelfia i festeggiamenti in onore di San Trifone Questa sera previsti il lancio della mongolfiera e lo spettacolo pirotecnico
Bari si illumina di fuochi a mezzanotte, non bastano i sequestri Bari si illumina di fuochi a mezzanotte, non bastano i sequestri Polizia locale e polizia di Stato hanno trovato 5.655 pezzi per circa 45 chili di merce
Botti illegali, la polizia ne sequestra 24 chili a Japigia Botti illegali, la polizia ne sequestra 24 chili a Japigia Sono 20 ordigni, di fabbricazione artigianale, privi dei necessari requisiti richiesti dalle normative vigenti
Torre a Mare, le "fontane danzanti" chiudono la festa di San Nicola Torre a Mare, le "fontane danzanti" chiudono la festa di San Nicola Leonetti: «Condivido la scelta di uno spettacolo emozionante e senza botti»
Botti di Capodanno, 44enne di Monopoli perde due dita della mano Botti di Capodanno, 44enne di Monopoli perde due dita della mano Un 27enne di Acquaviva delle Fonti ha riportato ferite lacero contuse ed è stato dimesso dall’ospedale con 7 giorni di prognosi
Botti in tutta la città per festeggiare il nuovo anno, nonostante i sequestri Botti in tutta la città per festeggiare il nuovo anno, nonostante i sequestri Nella serata di ieri la polizia locale aveva recuperato 25 chili di materiale esplodente
Bari, polizia sequestra cinque chili di fuochi d'artificio illegali Bari, polizia sequestra cinque chili di fuochi d'artificio illegali Il materiale era esposto su una bancarella non autorizzata
Botti di fine anno, a Monopoli sequestrati 10 kg di materiale scaduto e non conforme Botti di fine anno, a Monopoli sequestrati 10 kg di materiale scaduto e non conforme ​La commerciante è stata denunciata, la merce è stata sequestrata e sarà smaltita dal personale del Nucleo Artificieri della Questura
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.