inaugurazione biblioteca antonio cafaro
inaugurazione biblioteca antonio cafaro
Enti locali

Ad Adelfia la prima biblioteca in provincia di Bari riqualificata dal bando regionale. Emiliano: «Cultura per tutti»

Nuova vita per gli spazi della "Antonio Cafaro", aperti alla multimedialità per grandi e piccini. Il sindaco Cosola: «Spostamento a Canneto? Erano voci infondate»

Una nuova vita per la biblioteca "Antonio Cafaro" a servizio del Comune di Adelfia, la prima della Città metropolitana di Bari a essere ristrutturata da cima a fondo grazie al bando Community library della Regione Puglia. Questa mattina l'inaugurazione alla presenza del sindaco Giuseppe Cosola e del governatore della Regione Puglia Michele Emiliano, mentre alle 19:30 è prevista l'apertura alla cittadinanza intera.

Un intervento importante per gli spazi nel rione Montrone della cittadina a due passi da Bari. La Ohh-Teca si apre alla multimedialità, con computer, maxi schermi, sale di apprendimento ludico per i bambini, caffetteria e una grande e confortevole aula lettura, oltre agli immancabili testi antichi e contemporanei che nella nuova "Antonio Cafaro" ricevono una collocazione strutturata e intelligente.

Novità fra le novità sono la pinacoteca, la fonoteca e le tre biciclette chiamate Bici-Scambio-Teca, volte alla diffusione dei testi della biblioteca per le strade di Adelfia. La biblioteca di Montrone, costruita negli anni '80, è stata finanziata dalla Regione con 760 mila euro per l'allestimento degli ambienti e la realizzazione di servizi che garantiscono ergonomicità, facilità di utilizzo, rispetto per l'ambiente.
26 fotoInaugurazione biblioteca di Adelfia
Inaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di AdelfiaInaugurazione biblioteca di Adelfia
A tagliare il nastro, accompagnato dall'assessore regionale all'Ambiente Gianni Stea (adelfiese di origine), dai ragazzi delle scuole cittadine e da una comunità in giubilo, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, che dice: «Abbiamo spinto tutti i comuni pugliesi a presentare progetti per costruire luoghi interconnessi, multimediali, dov'è possibile stare insieme per far cultura. Ad Adelfia sono stati bravi e veloci a gestire i lavori: il sindaco e la giunta hanno utilizzato bene il danaro che gli avevamo messo a disposizione».

Da parte della Regione, quindi, un investimento sostanzioso nella cultura, con più di 100 milioni stanziati per il bando Community library in favore dei comuni pugliesi. «In tutta la Puglia abbiamo finanziato 120 milioni di euro per le Community library - continua Emiliano. Un investimento in cultura poderoso, di cui sono orgoglioso. I cittadini sono più liberi se si continua ad apprendere e se si fa della cultura un punto di riferimento quotidiano».

Ovvia soddisfazione filtra anche dagli ambienti della giunta comunale guidata dal sindaco Giuseppe Cosola. Sulla "Antonio Cafaro", infatti, nei primi mesi del mandato si erano venute a creare polemiche per un paventato spostamento a Canneto, l'altro rione della città di Adelfia. Polemiche che il primo cittadino respinge al mittente con fermezza: «Lo spostamento a Canneto non era mai stato deciso - dice Cosola. Erano le solite voci di chi è contrario a far crescere il nostro paese. Noi fin dai primi giorni abbiamo lavorato per intercettare i bandi regionali che ci avrebbero consentito di ristrutturare questa biblioteca. Ne è venuta fuori una cosa meravigliosa e spero che diventi un centro per tutto il paese, che sia una cosa trasversale», conclude il sindaco.
  • Michele Emiliano
Altri contenuti a tema
Bari ricorda la figura di Benedetto Croce, a 70 anni dalla morte Bari ricorda la figura di Benedetto Croce, a 70 anni dalla morte La celebrazione si è tenuta ieri in via Sparano, nei pressi della libreria Laterza
Medici no vax, è scontro tra Regione Puglia e governo. Botta e risposta Gemmato-Emiliano Medici no vax, è scontro tra Regione Puglia e governo. Botta e risposta Gemmato-Emiliano Il sottosegretario alla Salute: «La legge regionale verrà impugnata». Il presidente: «Deve dimettersi, è inadeguato»
A Bari parte il Prix Italia, il gala inaugurale al teatro Petruzzelli A Bari parte il Prix Italia, il gala inaugurale al teatro Petruzzelli Il tema della sostenibilità al centro della 74ma edizione dell'evento Rai dedicato alle produzioni audiovisive
Punta Perotti, Comune di Bari e Regione Puglia condannati a risarcire costruttori Punta Perotti, Comune di Bari e Regione Puglia condannati a risarcire costruttori La Corte d'Appello ha però considerevolmente ridotto il pagamento: dai 540 milioni richiesti a 8,7
Politecnico di Bari, presentati i nuovi corsi di laurea e dottorato 2022/2023 Politecnico di Bari, presentati i nuovi corsi di laurea e dottorato 2022/2023 Cupertino: «La nuova offerta formativa è la sintesi di un continuo dialogo con il territorio e le sue esigenze»
Lutto in Regione Puglia, addio al dirigente Enrico Campanile Lutto in Regione Puglia, addio al dirigente Enrico Campanile Emiliano: «Una perdita umana e professionale gravissima per una persona insostituibile»
Diciassette anni fa il disastro di Capo Gallo, Bari ricorda le sedici vittime Diciassette anni fa il disastro di Capo Gallo, Bari ricorda le sedici vittime Ieri pomeriggio la commemorazione. L'associazione: «Il processo penale ha dato giustizia ai nostri cari»
Asl Bari, servizi diagnostici potenziati a Casamassima e Gioia del Colle Asl Bari, servizi diagnostici potenziati a Casamassima e Gioia del Colle Mammografi e apparecchiature radiologiche per rispondere al bisogno di salute delle comunità
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.