25 novembre, rumore e rivendicazioni nel corteo tra le strade di Bari
25 novembre, rumore e rivendicazioni nel corteo tra le strade di Bari
Vita di città

25 novembre, in 7mila in corteo per le strade di Bari

Chiavi, trombe, cartelloni per inneggiare alla lotta contro ogni violenza che le donne subiscono

Nel pomeriggio di ieri le organizzazioni Zona Franka, Link e Unione degli Studenti hanno organizzato un corteo dedicato a Giulia Cecchettin e a tutte le vittime violenza di genere, coinvolgendo moltissimi studenti. Organizzata non soltanto in occasione della giornata del 25 Novembre contro la violenza sulle donne, ma volta a far sentire la propria disperazione ogni volta che il numero delle vittime di femminicidio aumenta.

Erano 7mila gli studenti e i cittadini che hanno marciato da piazza Cesare Battisti a piazza del Ferrarese, facendo rumore e inneggiando alla distruzione della violenza inflitta da una società ancora incastrata nel sistema patriarcale.

«La città ha dato una risposta incredibile - sottolinea Noemi Sassanelli di Link Bari - abbiamo riempito le strade di Bari con una grandissima forza, una grandissima rabbia e tanto rumore».

Diverse le rivendicazioni portate in piazza: «Chiediamo una maggiore attenzione nei confronti dei centri antiviolenza - spiega Sassanelli -, di implementare i finanziamenti spesso non sufficienti a causa delle tante richieste di aiuto. Inoltre, riteniamo fondamentale che si ragioni seriamente sull'educazione sessuale ed affettiva, in tal senso siamo contro il disegno di legge del Governo che non prevede l'utilizzo di professionisti, ma pensa di veicolare messaggi tramite persone inesperte come influencer e attori. Così non si fa realmente una educazione sessuale ed affettiva che possa contrastare il sistema e la matrice patriarcale dall'origine, e formare nuove menti che sul lungo periodo possono costituire un cambiamento reale».

Il suono brillante delle trombe assieme alle chiavi che tintinnavano, alle bandiere che svolazzavano, ai cartelloni che primeggiavano con frasi intense, hanno colorato il cielo di Bari.

Il numero così grande di partecipanti, sorvegliato costantemente dalla Polizia di Stato, ha ospitato donne e uomini di ogni età, tutti presenti per uno scopo comune: rompere il silenzio assordante di una società vittima della cultura del possesso e del controllo.

Le ragazze, colorate di un segno rosso sulle guance pallide per via del vento freddo della serata, hanno continuato ad urlare senza sosta gli slogan «Siamo il grido altissimo e feroce di tutte quelle donne che più non hanno voce!» e «Se domani non torno, distruggi tutto. Se domani tocca a me, voglio essere l'ultima!»

Il corteo si è concluso a Piazza del Ferrarese con il flash mob Violador en tu camino.
8 foto25 novembre, rumore e rivendicazioni nel corteo tra le strade di Bari
25 novembre, rumore e rivendicazioni nel corteo tra le strade di Bari25 novembre, rumore e rivendicazioni nel corteo tra le strade di Bari25 novembre, rumore e rivendicazioni nel corteo tra le strade di Bari25 novembre, rumore e rivendicazioni nel corteo tra le strade di Bari25 novembre, rumore e rivendicazioni nel corteo tra le strade di Bari25 novembre, rumore e rivendicazioni nel corteo tra le strade di Bari25 novembre, rumore e rivendicazioni nel corteo tra le strade di Bari25 novembre, rumore e rivendicazioni nel corteo tra le strade di Bari
  • Donne
  • Link bari
  • Violenza sulle donne
Altri contenuti a tema
Al via a Bari il "Cerchio di Donne della Comunità" Al via a Bari il "Cerchio di Donne della Comunità" L’iniziativa è organizzata da segretariato sociale dell'assessorato comunale al Welfare
«Il centro antiviolenza non richiama chi chiede aiuto», la denuncia di una donna da Bari «Il centro antiviolenza non richiama chi chiede aiuto», la denuncia di una donna da Bari La risposta della coordinatrice Marika Massara: «Rammaricata. Oltre 60 accessi in un solo mese, già provveduto ad aumentare il personale»
“Non sto zitta!”, una lezione in rosso all’Università di Bari “Non sto zitta!”, una lezione in rosso all’Università di Bari Un incontro per imparare a riconoscere la violenza di genere nel dipartimento di Giurisprudenza
Santo Spirito e Palese contro la violenza sulle donne Santo Spirito e Palese contro la violenza sulle donne Centinaia di paia di scarpe rosse nelle strade dei due quartieri baresi
Venerdì a Bari flash mob dedicato a Giulia Cecchettin e per tutte le vittime di violenza Venerdì a Bari flash mob dedicato a Giulia Cecchettin e per tutte le vittime di violenza La marcia rumorosa per "rompere il muro dell'indifferenza". Appuntamento in Piazza Cesare Battisti
Sit-in a Bari degli studenti, tra affitti in nero e sfratti per fare b&b Sit-in a Bari degli studenti, tra affitti in nero e sfratti per fare b&b Questa mattina incontro tra una delegazione di Link e l'assessore Paola Romano
Caro affitti, a Bari flash mob di Link Caro affitti, a Bari flash mob di Link "Servono soluzioni e risposte immediate anche da parte degli enti locali"
14 A Bari torna il mercatino dei libri scolastici usati, dal 28 agosto al 6 ottobre A Bari torna il mercatino dei libri scolastici usati, dal 28 agosto al 6 ottobre Appuntamento in via Dalmazia con l'iniziativa dell'Unione degli studenti
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.