michele mignani
michele mignani
Calcio

Virtus Francavilla-Bari 3-0, Mignani: «Responsabilità mia. Primo tempo regalato». Terranova: «Ora si vede il gruppo»

Il mister: «Non crocifiggiamoci, voltiamo pagina». Il difensore: «Loro con più fame, le grandi squadre escono nelle difficoltà»

«La sconfitta ci può stare, però non così. Abbiamo regalato il primo tempo a degli avversari che avevano fame e cattiveria; non doveva accadere. Le responsabilità sono mie, non ho trasmesso lo spirito giusto da mettere in campo». Così mister Michele Mignani dopo la clamorosa sconfitta 3-0 del suo Bari sul campo della Virtus Francavilla.

Il tecnico dei galletti non cerca alibi: «Nel secondo tempo abbiamo avuto una reazione, ma senza neanche avvicinarci al goal. La sconfitta fa male, dobbiamo trasformarla in una sconfitta che fa bene, che ci porta coi piedi per terra. Non voglio pensare che una sconfitta rovini quanto di buono fatto finora. Però non dovevamo perdere una partita così. Ci abbiamo messo del nostro, ora voltiamo pagina».

Mignani continua: «Nel primo tempo abbiamo fraseggiato poco, abbiamo lavorato male di squadra nelle due fasi. A prescindere dal campo, dovevamo avere un atteggiamento diverso in partenza. Dispiace per la nostra gente, dispiace perché stavamo facendo un buon lavoro. Ora capiamo quello che abbiamo sbagliato e ripartiamo con più forza. Le squadre vere si vedono anche nelle batoste.Non esistono alibi in situazioni del genere. Una squadra che vuole fare bene deve andare in campo e fare una grande prestazione. Potevamo fare un goal nel secondo tempo, ma la vittoria l'hanno meritata loro».

Il tecnico si dice «Straconvinto che possa esserci stato un calo mentale, ma non fisico. La squadra al 90' ci è arrivata correndo. Nel primo tempo erano più brillante di noi, ma voglio pensare che sia un problema che parte dalla testa. Ci dobbiamo aspettare una reazione comportamentale, a partire dall'allenamento di domani. Bisogna avere il giusto equilibrio; oggi ci siamo rimasti male tutti, ma voglio pensare che non siamo quelli del primo tempo di oggi. Non crocifiggiamoci, il campionato è lungo. Non pensavo di avere una squadra imbattibile, volevo dare continuità di risultati ma ragioniamo positivamente da domani in poi».

Emanuele Terranova la analizza così: «C'è da assumersi le responsabilità. In questa categoria se non hai fame e cattiveria, se non vinci i contrasti non vai da nessuna parte. Potevamo andare a +7, non ci siamo riusciti. Ma le grandi squadre si dimostrano nella difficoltà; col Catanzaro dimostreremo di essere un vero gruppo. Meglio oggi che la prossima. Se non metti in campo cattiveria agonistica, se non aiuti i compagni, anche se ti chiami Bari non vai da nessuna parte. Analizzeremo gli errori e ripartiremo più forti di prima. Quando perdi 3-0 siamo tutti colpevoli. Abbiamo sbagliato l'approccio; dovevamo entrare con più cattiveria di loro, se la affronti così è normale che la perdi. Che questo colpo ci serva da lezione. Non dobbiamo pensare a nessuno, solo a noi stessi. Guardiamo avanti, siamo primi; meglio adesso che più in là. Sette goal in quattro partite? Sono tanti, ci devono preoccupare. Qualcosa dobbiamo migliorare, dalla difesa all'attacco. Da domani testa bassa, pedalare».
  • ssc bari
  • michele mignani
Altri contenuti a tema
SSC Bari, Frattali: «Ad Avellino penalizzati dall’arbitraggio. Abbiamo dimostrato carattere» SSC Bari, Frattali: «Ad Avellino penalizzati dall’arbitraggio. Abbiamo dimostrato carattere» Il portiere biancorosso: «Inutile recriminare, bene il punto su un campo difficile. La mia parata più bella? Quella su Bombagi»
Il Bari promosso all’esame del carattere. La “battaglia” di Avellino inaugura il dicembre della verità Il Bari promosso all’esame del carattere. La “battaglia” di Avellino inaugura il dicembre della verità Pareggio del Partenio che lascia qualche rimpianto ai biancorossi, ma anche una prova di maturità contro un avversario temibile
Avellino-Bari 1-1, Mignani: «C’è rammarico. Noi bravi a non cadere nelle provocazioni» Avellino-Bari 1-1, Mignani: «C’è rammarico. Noi bravi a non cadere nelle provocazioni» Il mister: «Quando non riesci a vincerla è bene non perderla». Mallamo: «Rigore? È andata bene così»
Pari e patta nel big match. Avellino e Bari si fermano sul segno X: 1-1 al Partenio Pari e patta nel big match. Avellino e Bari si fermano sul segno X: 1-1 al Partenio Biancorossi avanti con il rigore di Antenucci nel primo tempo, la riprende Kanoute nel finale
Verso Avellino-Bari, Mignani: «L’affronteremo con la massima tensione. Sintetico? Non è un problema» Verso Avellino-Bari, Mignani: «L’affronteremo con la massima tensione. Sintetico? Non è un problema» Il mister all’antivigilia: «I punti sono tutti importanti, lunedì saremo pronti. Polito? Mi ha scelto lui, devo ripagarlo sul campo»
SSC Bari, Paponi: «Qui sto bene, è la mia rinascita. Voglio portare la squadra in B» SSC Bari, Paponi: «Qui sto bene, è la mia rinascita. Voglio portare la squadra in B» L’attaccante biancorosso: «Siamo tutti titolari, lavoriamo per sfruttare le occasioni. Ad Avellino andremo per vincere»
Serenità, equilibrio e qualità: il Bari torna a correre. Ora il mese della verità Serenità, equilibrio e qualità: il Bari torna a correre. Ora il mese della verità La vittoria sul Latina conferma i biancorossi nelle individualità e nell’idea di gioco. Ma si può ancora migliorare tanto
Bari-Latina 3-1, Mignani: «Temevo questa partita, i risultati danno serenità» Bari-Latina 3-1, Mignani: «Temevo questa partita, i risultati danno serenità» Il mister: «Serve equilibrio, all’interno e all’esterno». Mazzotta: «Troppi errori in costruzione». Di Donato: «Biancorossi squadra “maliziosa”»
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.