pietro cianci. <span>Foto Ssc Bari </span>
pietro cianci. Foto Ssc Bari
Calcio

SSC Bari, parola a Cianci: «Darò tutto per la maglia. Non vedo l’ora di giocare con Antenucci»

L’entusiasmo dell’attaccante biancorosso: «Al Foggia ho già segnato, spero di ripetermi. Trenino? Esultanza storica, cercheremo di riproporla»

Non solo una storia romantica, di un calcio passato che non c'è più, ma anche un presente fatto di goal e ottime prestazioni. L'uomo del momento in casa SSC Bari è Pietro Cianci, 25 anni, barese purosangue arrivato a gennaio dal Potenza per risollevare le sorti dei galletti e coronare il sogno di una vita: vestire la maglia biancorossa. Due presenze e due goal (uno al Monopoli, uno al Catania) che hanno già inciso sui risultati della squadra guidata a mister Massimo Carrera.

«Per me è un orgoglio indossare questa maglia, finché sarò qui darò tutto. Il passato non mi interessa, mi concentro solo sul fare il mio meglio per bene della squadra», ha detto Cianci nella conferenza stampa di metà settimana.

L'approccio con la nuova avventura barese, però, non è stato dei più fortunati per Cianci. Appena arrivato da Potenza, nel primo allenamento ha accusato un infortunio alla pianta del piede. Un recupero lampo, però, è bastato per far vedere quello che può dare ai colori biancorossi: «Sto meglio, però questo fastidio al piede c'è ancora – ha proseguito il bomber. Sto cercando di stringere i denti, viste le tante assenze. Domenica rientrerà qualcuno, sono contento».

E domenica c'è uno snodo fondamentale della stagione del Bari, che al San Nicola ospiterà gli arci-rivali del Foggia: «So quanto tutti i tifosi tengono al derby, anche per me è una bella possibilità. Al Foggia ho già fatto goal quando ero ad Andria, chissà se sabato potrò ripetermi», la carica di Cianci.

A causa degli infortuni occorsi prima a uno, poi all'altro, i tifosi biancorossi ancora non sono riusciti ad ammirare la coppia Cianci-Antenucci (i due capocannonieri della serie C), che promette goal e scintille: «Mirco è un ragazzo eccezionale e un grandissimo calciatore. Mi ha dato grandi consigli, non vedo l'ora di giocare con lui; sarebbe un onore – ha proseguito Cianci, tradendo un po' di impazienza per il rientro del compagno d'attacco. Far bene ci stimola a vicenda, al di là di chi fa i goal però l'importante è portare i tre punti a casa. In questi anni ho giocato con tanti moduli, quindi per me è indifferente con chi giocare e come giocare. A me importa che la palla arrivi al momento giusto. Sono alto 193 centimetri e quindi preferisco più andare di testa che di piede, però i goal li ho fatti in entrambi i modi».

Da bravo barese, Cianci si dimostra anche ferrato sulla storia del club biancorosso: «Il trenino è un'esultanza storica, la facevano Tovalieri e Protti – ha ricordato il numero 8 dei galletti. Vedremo se riusciremo a riproporla. In questa squadra ci sono tanti giocatori forti, ognuno deve dare il proprio contributo e trascinare l'altro».

In conclusione, un pensiero per il Potenza, squadra che gli ha permesso di esplodere e coronare il sogno di vestire il biancorosso: «Un ringraziamento particolare va a mister Eziolino Capuano, che mi ha fatto migliorare. Potenza per me è stato un trampolino di lancio, mi sono sentito subito a mio agio».
  • ssc bari
Altri contenuti a tema
Verso Bari-Potenza, Carrera: «Dobbiamo andare a mille. Questo gruppo è una famiglia» Verso Bari-Potenza, Carrera: «Dobbiamo andare a mille. Questo gruppo è una famiglia» Il mister alla vigilia: «La squadra ha imparato a sacrificarsi e a difendersi in undici. Il Potenza? Avversario da non sottovalutare»
SSC Bari, il presidente compie 42 anni festa negli spogliatoi SSC Bari, il presidente compie 42 anni festa negli spogliatoi Improvvisata nel post allenamento tutti insieme per il compleanno di Luigi De Laurentiis
Cinico e concreto, un Bari corsaro si rilancia anche in trasferta Cinico e concreto, un Bari corsaro si rilancia anche in trasferta La doppietta di Marras manda al tappeto la Juve Stabia e riaccende le ambizioni dei biancorossi. È lotta con l’Avellino
Doppio Marras, il Bari torna al successo esterno: 0-2 alla Juve Stabia Doppio Marras, il Bari torna al successo esterno: 0-2 alla Juve Stabia Il numero 10 biancorosso va in rete a cavallo dei due tempi di gioco. I galletti rispondono all'Avellino
Verso Juve Stabia-Bari, Di Cesare torna disponibile. Out Bianco e Maita Verso Juve Stabia-Bari, Di Cesare torna disponibile. Out Bianco e Maita Ecco la lista dei convocati per la partita di oggi pomeriggio
Verso Juve Stabia-Bari, Carrera: «Sarà una battaglia. In campo la formazione migliore» Verso Juve Stabia-Bari, Carrera: «Sarà una battaglia. In campo la formazione migliore» Il mister: «Modulo? Il 4-2-3-1 si adatta alle caratteristiche della squadra. Celiento sta bene, valuterò. Fin qui troppe espulsioni inutili»
Maita disfa, Cianci risolve. Il Bari è un “trenino” che riparte Maita disfa, Cianci risolve. Il Bari è un “trenino” che riparte La vittoria in 10 uomini nel derby con il Foggia ridà certezze alla squadra di Carrera. Ora si cerca continuità
Cianci goal capolavoro, il Bari fa suo il derby in 10. Battuto il Foggia: 1-0 al San Nicola Cianci goal capolavoro, il Bari fa suo il derby in 10. Battuto il Foggia: 1-0 al San Nicola Un gioiello su punizione dell'attaccante biancorosso regala il successo a Carrera, nonostante l'espulsione di Maita nel primo tempo
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.