Giovanni Cornacchini
Giovanni Cornacchini
Calcio

Portici-Bari 0-3, Cornacchini: «Questa è la mia squadra». Neglia: «Campionato non è finito»

Il mister: «Spero di recuperare Floriano, Bolzoni e Brienza». L'attaccante: «Ci siamo adattati alle varie fasi della partita»

Undicesima vittoria e allungo a +9 dalla Turris. Il Bari esce dallo stadio di Portici con uno 0-3 a favore e un sorriso a trentadue denti, dopo una partita che sulla carta sembrava insidiosa. «Sapevo che si sarebbe trattato di un passaggio importante, su un campo difficile e veloce - analizza mister Cornacchini nel post gara. Sono stati bravi i ragazzi ad affrontarla con la testa giusta; le cose sono andate bene e sono contento. La partita è stata dura come impatto fisico, i ragazzi l'hanno affrontata bene, non solo coi centimetri. Dobbiamo andare avanti senza ascoltare nessuno dal di fuori. La classifica? L'ho guardata; non dobbiamo farci venire le vertigini. Abbiamo mercoledì una partita difficile ma ce l'hanno anche gli altri».

Un'evoluzione palpabile quella del suo Bari da inizio campionato. Quella di Cornacchini è diventata una squadra capace di essere padrona delle partite e che sa sfruttare fin da subito gli angoli ciechi degli avversari. «Questa squadra è molto vicina al Bari che vorrei io; gli allenamenti sono alla massima intensità. Sono finite le lamentele; la squadra ha capito che lavorando tanto si ottengono i risultati, insieme alla nostra qualità. È cambiato l'approccio all'allenamento: la squadra è arrivata a una forza mentale notevole - spiega il tecnico. Quando abbiamo capito certe cose sono arrivati risultati anche prima». Coracchini resta, però, un perfezionista e tira le orecchie alla fase difensiva, un po' svagata nel finale col punteggio ormai acquisito: «Oggi volevamo prendere goal, abbiamo rischiato troppo sui piazzati. Per l'euforia abbiamo sbagliato qualcosa», commenta l'allenatore biancorosso.

Tempo per riflettere, però, non ce n'è molto. Mercoledì si ritorna in campo, e al San Nicola arriva il Troina: «Spero di recuperare Floriano, Bolzoni e Brienza. Pozzebon è più difficile», dice il mister. Non sarà sicuramente della partita Hamlili, che oggi ha rimediato un giallo in regime di diffida: «Rientrerà Bolzoni, giocatore importantissimo. Hamlili era già diffidato da tempo: meglio che sia successo adesso così già domenica prossima sarà a disposizione», si consola Giovanni Cornacchini. Ultima riflessione sui nuovi arrivi, Bianchi e Iadaresta. Da loro indicazioni positive quando sono entrati nella ripresa: «Hanno fatto bene; non era facile su un campo così. Ci serviranno», conclude il tecnico.

Fra i migliori in campo Samuele Neglia, autore di due assist e della rete che ha chiuso i conti: «Siamo stati bravi a sfruttare due palle inattive - dice l'ala biancorossa. Ci abbiamo lavorato ieri in allenamento, ma quando si battono i piazzati ci vuole sempre molta determinazione nell'andare ad aggredire la palla. Non c'è competizione fra noi; tutti puntiamo a dare il massimo a beneficio dell'obiettivo comune. Sono contento per l'allungo, per il goal e la vittoria».

Un Bari camaleontico, che ha saputo adattarsi ai momenti della partita per colpire l'avversario lì dove era più debole. L'analisi di Neglia: «È stata una partita importante, disputata a fasi. Ci siamo saputi adattare al tipo di gioco, all'inizio si giocava molto sulle seconde palle, mentre nella ripresa abbiamo giocato di più con il pallone fra i piedi. In un campo del genere l'unico modo per avere uno sfogo era attaccare la profondità. All'intervallo col mister abbiamo deciso di avvicinarmi a Simeri ed è andata bene».

Allungo importante ma non ancora decisivo. La strada per la vittoria del campionato è lunga: «Ci alleniamo duramente e per fortuna i risultati si vedono. Il campionato non è finito: c'è tutto il girone di ritorno e la Turris è una squadra validissima. Anche noi abbiamo avuto difficoltà col Città di Messina», ricorda Neglia.

  • ssc bari
  • giovanni cornacchini
Altri contenuti a tema
Longo sul calendario Bari: «B mai scontata, è la sua bellezza» Longo sul calendario Bari: «B mai scontata, è la sua bellezza» Il tecnico piemontese: «C'è voglia ed entusiasmo, vogliamo fare un gran ritiro»
Bari, ecco lo staff tecnico guidato da Moreno Longo Bari, ecco lo staff tecnico guidato da Moreno Longo La presentazione in una nota della società
Serie B, tutto il calendario del Bari 24/25 Serie B, tutto il calendario del Bari 24/25 Esordio al San Nicola contro la Juve Stabia
Serie B, domani i sorteggi a La Spezia: criteri, soste ed orari Serie B, domani i sorteggi a La Spezia: criteri, soste ed orari Lo stop natalizio dal 30 dicembre all'11 gennaio 2025
SSC Bari, il programma delle amichevoli è stato completato SSC Bari, il programma delle amichevoli è stato completato Si chiude il 24 luglio a Fiuggi contro il Frosinone. Poi l'addio al calcio di Di Cesare
Casillo non lascia il Bari e raddoppia: sarà sponsor anche delle giovanili Casillo non lascia il Bari e raddoppia: sarà sponsor anche delle giovanili Pasquale Casillo: «Crediamo nella società e vogliamo che nostro business abbia ricadute sociali»
Un'amichevole internazionale per l'addio al calcio di Valerio Di Cesare Un'amichevole internazionale per l'addio al calcio di Valerio Di Cesare La conferma in conferenza stampa dal presidente del Bari, Luigi De Laurentiis
Nuove maglie del Bari: un omaggio alla città e i suoi tesori nascosti Nuove maglie del Bari: un omaggio alla città e i suoi tesori nascosti Presentate quest'oggi le nuove tenute da gioco 2024/2025
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.