Valerio Di Cesare
Valerio Di Cesare
Calcio

Di Cesare ufficializza l'addio al calcio: sarà dirigente della SSC Bari

Conferenza stampa al San Nicola per l'annuncio

«È la conferenza stampa più difficile da quando ho iniziato a giocare a calcio. La gente mi ha messo in grande difficoltà, ma sono qui a dirvi che la mia carriera da calciatore finisce qui. Se avessi ascoltato il bambino che è in me avrei giocato forse fino a 50 anni. Credo sia la scelta più giusta, da bambino il mio sogno era diventare calciatore ed il calcio è stata ed è la mia vita, la mia passione, è tutto per me. Oggi si conclude un pezzo. Ho cercato di uscire il meno possibile, per non andare in difficoltà: vedere la gente e sentirsi dire "Grazie" è bello ma ti mette in difficoltà».

Così Valerio Di Cesare ha annunciato il suo addio al calcio e l'inizio della carriera da dirigente. «Ringrazio il presidente- ha ribadito - che mi ha dato la possibilità di restare in questa società. Ora il mio obiettivo è imparare: da giocatore l'ho raggiunto ed ora spero di raggiungere obiettivi da dirigente. Obiettivo è il sogno, ci sono arrivato ad un minuto e mezzo. Quando un giocatore smette e sta a casa è dura. Invece io ho questa possibilità e so che farò di tutto per svolgere il ruolo al meglio».

«Non ho fatto il pensiero "con un gol ho salvato il Bari, meglio smettere ora" - ha voluto però precisare l'ex capitano -. Penso forse sarebbe stato meglio un anno fa, anche se abbiamo perso. Fisicamente sto bene, ma a 41 anni devi fare i conti. Ora posso essere più utile fuori che dentro il campo. A Bari ho dato tutto quello che avevo, a volte ho messo il Bari davanti a me, ai miei interessi, anche andando ogni tanto allo scontro con la stampa. Ciò che mi rende più orgoglioso è che la gente ha conosciuto l'uomo, sono stato sempre vero».

Il ruolo è definito, ma per ordini di scuderia non si può ancora rivelare, lo farà Luigi De Laurentiis: «Presto - ha spiegato lo stesso Di Cesare ci sarà una conferenza stampa del presidente e sarà ufficializzato ds e organigramma».

«Se oggi ho deciso di intraprendere questa strada - ha continuato l'ex difensore romano - è perché ho visto nel presidente tanta voglia di rivincita e so gli obiettivi che vuol raggiungere la società. Non ho paura di essere il garante per i tifosi. Lo scorso anno sono stati fatti degli errori, ma abbiamo dimostrato di poter competere e quest'anno vogliamo riscattarci. Abbiamo fatto un percorso di sei anni insieme, scorso anno annata tragica, ma mettiamo un punto, guardando al presente e non al passato. Devo fare un pezzo per perfezionarmi, ma sono pronto».

Sul nuovo direttore, probabilmente Giuseppe Magalini, Di Cesare ha detto: «Posso solo dire che è una persona seria, che gira per i campi, professionale. L'ho avuto a Mantova ed ho avuto un ottimo rapporto».

«La scintilla con Bari? Credo sia scattata quando pian piano ho visto l'affetto della gente. Non è che a Bari è andata sempre bene, ne ho vissute. Ho avuto anche contestazioni e gente sotto casa, ma non ho mai mollato. Forse nell'anno di mister Mignani in Lega Pro è scattato quell'amore verso questa piazza che oggi mi porta a fare questa scelta. Ho vissuto cose belle e brutte, ho vinto anche campionati in piazze con più blasone, ma le emozioni che ho vissuto qui sono state enormi. Quelle di due anni fa sono state indescrivibili. Ci tengo a precisare che questa piazza ottiene risultati se si rema tutti dalla stessa parte, perché piazze così ce ne sono poche in Italia. Qui sono cresciuti i miei figli e l'ho vista crescere in modo positivo, il pensiero mio e della mia famiglia è quello di rimanere qui», ha concluso Di Cesare.

Infine Di Cesare ha ricordato i due gol con Parma e Ternana (playout) come i più belli della sua carriera e della sua esperienza barese. Ora sarà dirigente, probabilmente direttore dell'area tecnica, ed il Bari punta su di lui per una stagione in cui riscattarsi e riconquistare una piazza arrabbiata.

  • Valerio Di Cesare
Altri contenuti a tema
Di Cesare ci pensa: «Futuro da dirigente? Qualche ora e lo saprete» Di Cesare ci pensa: «Futuro da dirigente? Qualche ora e lo saprete» Incontro con i tifosi del "capitano" nello store di corso Cavour
Di Cesare verso l'addio al calcio. Per lui un posto da dirigente Di Cesare verso l'addio al calcio. Per lui un posto da dirigente Lo riporta Gianluca Di Marzio
Di Cesare incontra la piccola Maria Antonietta: le sue lacrime lo avevano commosso Di Cesare incontra la piccola Maria Antonietta: le sue lacrime lo avevano commosso La giovanissima tifosa aveva lanciato un appello in vista del ritorno del playout
Di Cesare: «Se si rema dalla stessa parte, piazza di Bari senza rivali» Di Cesare: «Se si rema dalla stessa parte, piazza di Bari senza rivali» Il capitano biancorosso intervistato da Enzo Tamborra dopo la vittoria di Terni
Di Cesare a Sky: «Non so se continuerò in campo o in altro ruolo» Di Cesare a Sky: «Non so se continuerò in campo o in altro ruolo» Il capitano ha portato il Bari alla salvezza nel playout di ritorno a Terni
Parla Di Cesare: «Cosenza guerra calcistica». Poi si commuove pensando alla finale persa Parla Di Cesare: «Cosenza guerra calcistica». Poi si commuove pensando alla finale persa Conferenza stampa del capitano a tre giorni dalla decisiva trasferta in Calabria
Troppa "negatività" attorno al Bari? Di Cesare: «Non ho mai dato la colpa ai tifosi» Troppa "negatività" attorno al Bari? Di Cesare: «Non ho mai dato la colpa ai tifosi» Il capitano alza la voce: «Se mi permetto di parlare di alchimia è perché ha portato dei risultati»
Parma-Bari 2-1, Mignani: «La prestazione mi è piaciuta». Di Cesare: «C’è troppa negatività» Parma-Bari 2-1, Mignani: «La prestazione mi è piaciuta». Di Cesare: «C’è troppa negatività» Il mister: «Brutto inizio, ma ce la siamo giocata». Il capitano: «In campo solo per chiudere la cicatrice, serve giusta alchimia»
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.