AncheCinema
AncheCinema
Eventi e cultura

Uniba invita i ragazzi che vogliono fare il Dams a teatro, in scena "Medea"

L'appuntamento è per martedì 13 settembre, alle ore 9.30, al teatro polifunzionale “AncheCinema”.

In scena a Bari lo spettacolo "MEDEA" di Luciano Violante con Viola Graziosi, regia a firma di Giuseppe Dipasquale, produzione Teatro della Città - Catania. L'appuntamento è per martedì 13 settembre, alle ore 9.30 al teatro polifunzionale "AncheCinema".
L'iniziativa, promossa dall'Università di Bari Aldo Moro rientra nel quadro delle attività proposte dalla Scuola Estiva per l'Orientamento agli Studi Umanistici, dal titolo DIS-ORIÈNTATI, organizzata nell'ambito dei progetti POT (Piani di Orientamento e Tutorato) del Dipartimento di Ricerca e Innovazione Umanistica dell'Università degli Studi di Bari per gli studenti dell'ultimo anno degli istituti di istruzione secondaria superiore, ed è specificamente dedicata ad una platea selezionata di ragazzi, potenzialmente interessati ad iscriversi al Corso di Laurea in D.A.M.S. (Discipline dell'Audiovisivo, della Musica e dello Spettacolo), istituito dall'Università degli Studi Aldo Moro di Bari a partire dal presente anno accademico 2022/23, o anche di ragazzi più genericamente interessati allo studio delle discipline umanistiche tradizionalmente offerto dall'Ateneo barese.
Attualmente in tournée in vari teatri d'Italia, lo spettacolo offre un'acuta riflessione sulla lotta della magistratura a "Cosa Nostra" in Sicilia, richiamando alla necessità dell'impegno della società civile nella lotta contro la mafia. In questa pièce Luciano Violante ci spiega cosa insegna il mito di Medea e del suo infanticidio nella difesa della dignità e della libertà dei propri figli in una terra segnata da un destino di condanna.
Luciano Violante, da tempo appassionato studioso del mito classico e dell'attualità del suo messaggio alla modernità, mette in scena il ritratto di una donna che è non soltanto Madre, Regina, Maga semidivina, ma anche esule ed 'estranea'; colei che, nel corso delle dolenti peregrinazioni cui è condannata a causa del gesto estremo commesso, ritroverà il coraggio di una rinascita proprio sull''isola del fuoco', grazie all'aiuto delle due dee Demetra e Persefone.
Una narrazione contemporanea della società greca classica che diventa altresì specchio universale delle nostre comunità moderne e riflette sul dramma cui sono condannati i diversi.
La scelta di rappresentare la tragedia di Medea di fronte ad un pubblico di potenziali giovani studiosi di Humanities nasce infatti dalla consapevolezza che le parole e le idee del mondo antico riescono a problematizzare perfettamente anche il presente e continuano a parlare all'uomo moderno attraverso uno sguardo critico che ne coglie contemporaneamente la dimensione esistenziale, spirituale, civile e politica.
Al termine della rappresentazione sono previsti un momento di riflessione e di dialogo con il pubblico su contenuti e tematiche legate allo spettacolo, che coinvolgerà l'Autore, Luciano Violante, Presidente della Fondazione Leonardo - Civiltà delle Macchine, la Prof.ssa Olimpia Imperio, docente di Lingua e Letteratura Greca del Dipartimento di Ricerca e Innovazione Umanistica, il Prof. Giuseppe Pirlo, delegato alla Terza Missione e alla Sostenibilità dell'Università degli Studi Aldo Moro di Bari, e il sociologo Leonardo Palmisano, e un approfondimento dedicato agli aspetti più propriamente artistici della messa in scena, che coinvolgerà l'attrice protagonista Viola Graziosi, e il regista Giuseppe Dipasquale.
  • Teatro
Altri contenuti a tema
"Leggere il Sud", la nuova sezione della stagione teatrale a Bari si apre con Desiati "Leggere il Sud", la nuova sezione della stagione teatrale a Bari si apre con Desiati L’autore del libro Premio Strega 2022, accompagnato dalla giornalista Antonella W. Gaeta, proporrà “Nella stanza degli spiriti”
Emanuela Orlandi a teatro con il Collettivo Teatro Prisma, l'intervista a Giovanni Gentile Emanuela Orlandi a teatro con il Collettivo Teatro Prisma, l'intervista a Giovanni Gentile L'autore e regista: "Possono, in un paese civile, delle persone scomparire nel nulla nel disinteresse generale?"
Stagione teatrale Bari 2022/'23, al Piccinni arriva "Nuda" di Daniele Finzi Pasca Stagione teatrale Bari 2022/'23, al Piccinni arriva "Nuda" di Daniele Finzi Pasca Gli spettacoli, previsti nel cartellone "Altri mondi", andranno in scena dal 20 al 23 ottobre
"Maschere d'olivo", a Bari il festival multidisciplinare del gruppo Abeliano "Maschere d'olivo", a Bari il festival multidisciplinare del gruppo Abeliano L'iniziativa è finanziata dal ministero della Cultura e prevede eventi nel triennio 2022-2024
Teatri di Bari, il "Piccolo principe" di Teresa Ludovico fa sold out a Tokyo Teatri di Bari, il "Piccolo principe" di Teresa Ludovico fa sold out a Tokyo Lo spettacolo, andato in scena l’1 e 2 ottobre, è il terzo lavoro prodotto dalla Za Koenji
Teatro e scienza, arriva a Bari la trilogia della Compagnia del Sole Teatro e scienza, arriva a Bari la trilogia della Compagnia del Sole Appuntamento dal 23 al 25 agosto alla Casa di Pulcinella
A Bari sbarca l'opera lirica "San Francesco e il Sultano" A Bari sbarca l'opera lirica "San Francesco e il Sultano" Cinque appuntamenti in tutta Italia, nel capoluogo pugliese sabato 21
Dal 20 al 29 maggio "Scena madre" di Arthur Schnitzler all'auditorium Vallisa Dal 20 al 29 maggio "Scena madre" di Arthur Schnitzler all'auditorium Vallisa In scena uno dei testi più importanti dello scrittore, drammaturgo e medico austriaco
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.