Davide DAccolti. <span>Foto Facebook</span>
Davide DAccolti. Foto Facebook
Cronaca

Ubriaco e contromano uccise un 23enne, condanna a 3 anni e 8 mesi

La rabbia del padre del giovane Davide D'Accolti: «L'assassino di mio figlio ha ottenuto il suo miglior risultato»

È stato condannato con rito abbreviato a 3 anni e 8 mesi di reclusione Giovanni Palumbo, il 33enne di Noicattaro che nel febbraio 2016 con la sua auto travolse e uccise il 23enne di Conversano, Davide D'Accolti.

Era la notte tra il 20 e il 21 febbraio 2016 quando sulla SS16 l'auto guidata da Palumbo contromano a folle velocità travolse una Renault Twingo e una Volkswagen Up che sopraggiungevano nel giusto senso di marcia. Erano da poco passate le 3 di notte, Davide stava tornando a casa dopo aver riaccompagnato un'amica a Bari, ma a casa non fece mai ritorno. Nell'altra auto coinvolta una donna rimasta leggermente ferita. Nello scontro anche Palumbo rimase gravemente ferito riportando poi una invalidità pari al 70%. Dagli esami tossicologi e alcolemici l'allora trentenne risultò essere ubriaco e sotto effetto di sostanza stupefacenti. Per 20 km aveva guidato la sua auto contromano a 160km/h fino allo scontro.

E oggi dopo poco più di tre anni da quella tragica notte giunge la condanna per omicidio colposo a 3 anni e 8 mesi, aggravata dalla violazione delle norme del codice della strada. Il pm aveva chiesto la condanna a 8 anni (la più alta possibile) ridotta poi a 5 anni e 8 mesi per la scelta del rito abbreviato.

La rabbia della famiglia del 23enne corre via social: «Tre anni e otto mesi - scrive Gianni D'Accolti, il papà di Davide - In buona sostanza l'assassino di mio figlio Giovanni Palumbo, almeno questo ora si può dire, ha ottenuto il suo miglior risultato. Il giudice, che risponde alla legge e alla sua coscienza, dice ai tanti Palumbo, cosa gli aspetta se lucidamente decidono di mettersi in macchina drogarsi, ubriacarsi ed uccidere il primo che gli capiti, malgrado tanti gli hanno segnalato con i fari che stava correndo a 160 chilometri circa e contromano. Intanto ora posso riprendere la questione con questo stato, mi devono togliere la cittadinanza. Dimenticavo, l'assassino si è portato il sacerdote che testimoniava il pentimento. Lo stesso che con Davide appena sepolto ci venne a chiedere che Davide è ormai morto, ora bisognava salvare quel povero "assassino".
Bene lui sarà contento e stasera forse festeggerà con la famiglia dell'assassino, sarà contento avranno il loro paradiso, noi torniamo nel nostro inferno. Non so se Dio sta in chiesa. Lui era sulla strada a piangere per Lazzaro, ed a rendere santo il ladrone che accettava la sua responsabilità. Ecco ognuno ha il suo Dio».
  • Incidente
  • Condanna
Altri contenuti a tema
Scontro tra diversi veicoli sulla Ss16, traffico bloccato Scontro tra diversi veicoli sulla Ss16, traffico bloccato La pioggia sta causando grossi problemi alla circolazione stradale a Bari e provincia
Scontro tra ambulanza e furgone sulla Bitetto-Sannicandro, distrutti i veicoli Scontro tra ambulanza e furgone sulla Bitetto-Sannicandro, distrutti i veicoli Ancora incerte le dinamiche dell'impatto, forse dovuto alla pioggia. Sul posto il 118
Auto si ribalta sulla Putignano-Gioia del Colle, la conducente in ospedale Auto si ribalta sulla Putignano-Gioia del Colle, la conducente in ospedale Ad allertare i vigili del fuoco e il 118 sono stati alcuni automobilisti in transito
Rutigliano, auto tampona un trattore e si ribalta Rutigliano, auto tampona un trattore e si ribalta Il giovane conducente è stato trasportato in ospedale con codice giallo
Investe ciclista e scappa, pirata della strada incastrato dalle videocamere Investe ciclista e scappa, pirata della strada incastrato dalle videocamere Il fatto domenica nel sottopassaggio Giuseppe Filippo. Il responsabile rintracciato dalla polizia locale
Pedopornografia online, condannato studente 22enne residente a Bari Pedopornografia online, condannato studente 22enne residente a Bari Il giovane fu arrestato in flagranza di reato nel novembre 2021
Morì per una folle gara tra auto, due condanne a Bari Morì per una folle gara tra auto, due condanne a Bari Il giudice ha inflitto ai presunti responsabili pene di 8 anni e 8 anni e 4 mesi
Scontro in provincia di Bari, quattro feriti. Uno in codice rosso Scontro in provincia di Bari, quattro feriti. Uno in codice rosso Una delle auto si è ribaltata ed è finita in un fondo agricolo
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.