Davide DAccolti. <span>Foto Facebook</span>
Davide DAccolti. Foto Facebook
Cronaca

Ubriaco e contromano uccise un 23enne, condanna a 3 anni e 8 mesi

La rabbia del padre del giovane Davide D'Accolti: «L'assassino di mio figlio ha ottenuto il suo miglior risultato»

È stato condannato con rito abbreviato a 3 anni e 8 mesi di reclusione Giovanni Palumbo, il 33enne di Noicattaro che nel febbraio 2016 con la sua auto travolse e uccise il 23enne di Conversano, Davide D'Accolti.

Era la notte tra il 20 e il 21 febbraio 2016 quando sulla SS16 l'auto guidata da Palumbo contromano a folle velocità travolse una Renault Twingo e una Volkswagen Up che sopraggiungevano nel giusto senso di marcia. Erano da poco passate le 3 di notte, Davide stava tornando a casa dopo aver riaccompagnato un'amica a Bari, ma a casa non fece mai ritorno. Nell'altra auto coinvolta una donna rimasta leggermente ferita. Nello scontro anche Palumbo rimase gravemente ferito riportando poi una invalidità pari al 70%. Dagli esami tossicologi e alcolemici l'allora trentenne risultò essere ubriaco e sotto effetto di sostanza stupefacenti. Per 20 km aveva guidato la sua auto contromano a 160km/h fino allo scontro.

E oggi dopo poco più di tre anni da quella tragica notte giunge la condanna per omicidio colposo a 3 anni e 8 mesi, aggravata dalla violazione delle norme del codice della strada. Il pm aveva chiesto la condanna a 8 anni (la più alta possibile) ridotta poi a 5 anni e 8 mesi per la scelta del rito abbreviato.

La rabbia della famiglia del 23enne corre via social: «Tre anni e otto mesi - scrive Gianni D'Accolti, il papà di Davide - In buona sostanza l'assassino di mio figlio Giovanni Palumbo, almeno questo ora si può dire, ha ottenuto il suo miglior risultato. Il giudice, che risponde alla legge e alla sua coscienza, dice ai tanti Palumbo, cosa gli aspetta se lucidamente decidono di mettersi in macchina drogarsi, ubriacarsi ed uccidere il primo che gli capiti, malgrado tanti gli hanno segnalato con i fari che stava correndo a 160 chilometri circa e contromano. Intanto ora posso riprendere la questione con questo stato, mi devono togliere la cittadinanza. Dimenticavo, l'assassino si è portato il sacerdote che testimoniava il pentimento. Lo stesso che con Davide appena sepolto ci venne a chiedere che Davide è ormai morto, ora bisognava salvare quel povero "assassino".
Bene lui sarà contento e stasera forse festeggerà con la famiglia dell'assassino, sarà contento avranno il loro paradiso, noi torniamo nel nostro inferno. Non so se Dio sta in chiesa. Lui era sulla strada a piangere per Lazzaro, ed a rendere santo il ladrone che accettava la sua responsabilità. Ecco ognuno ha il suo Dio».
  • Incidente
  • Condanna
Altri contenuti a tema
Doppio incidente sulla SS16 a Bari, code per 2 km Doppio incidente sulla SS16 a Bari, code per 2 km Gli scontri avvenuti tra le uscite per Poggiofranco e Mungivacca
Ultraleggero partito da Bari precipita nel brindisino, due morti Ultraleggero partito da Bari precipita nel brindisino, due morti Sarebbero un istruttore e un allievo, sul posto 118, vigili del fuoco e carabinieri
Bari, camion trancia i cavi del filobus. Ferito un passante Bari, camion trancia i cavi del filobus. Ferito un passante Strada chiusa al traffico e grande spavento nel tardo pomeriggio
Camion perde carico in tangenziale, code e disagi a Bari Camion perde carico in tangenziale, code e disagi a Bari Non si registrano feriti, sul posto una pattuglia della polizia stradale
Bari, si ribalta mentre è a bordo di una moto rubata: 31enne in prognosi riservata Bari, si ribalta mentre è a bordo di una moto rubata: 31enne in prognosi riservata L'uomo era senza documenti ed è stato riconosciuto grazie alla comparazione di alcuni dati con la banca dati AFIS. E' stato già sottoposto a provvedimento di espulsione il 31 maggio scorso
Provincia di Bari, madre e figlio muoiono in un incidente stradale Provincia di Bari, madre e figlio muoiono in un incidente stradale Lo scontro sulla provinciale tra Putignano e Gioia del Colle questa mattina
Bari, 16enne morta a Madonnella. Eventuali ritardi nei soccorsi non rilevanti Bari, 16enne morta a Madonnella. Eventuali ritardi nei soccorsi non rilevanti Dalle prime indagini effettuate al Policlinico emerge che le lesioni erano troppo estese e nessun intervento anche immediato l'avrebbe salvata
Bari, tragico incidente a Madonella, 16enne muore cadendo dal nono piano Bari, tragico incidente a Madonella, 16enne muore cadendo dal nono piano Stando ad una prima ricostruzione dei fatti avrebbe ceduto un lucernario sopra il quale si trovava la giovane
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.