Incontro studenti Nunziante
Incontro studenti Nunziante
Politica

Trasporti e disagi, gli studenti pendolari incontrano l'assessore Nunziante

L'incontro, organizzato dal consigliere regionale Sabino Zinni, è servito per chiarire e definire la situazione

Si è svolto nella mattinata di mercoledì 6 dicembre, presso gli uffici dell'assessorato ai trasporti della Regione Puglia, un incontro fra l'Assessore Nunziante e alcuni universitari pendolari espressione delle diverse anime dell'associazionismo universitario. Un incontro voluto e organizzato dal consigliere regionale Sabino Zinni, capogruppo della lista "Emiliano Sindaco di Puglia".

«Ho deciso di promuovere quest'incontro perché credo che il primo compito di noi consiglieri regionali sia quello di facilitare la comunicazione fra i territori di cui siamo espressione e il governo centrale della Regione, questo sempre al fine di risolvere i problemi più urgenti - ha spiegato Zinni -. Quello dei trasporti fra le città della Bat - Andria in particolare - e Bari, nello specifico, è un problema urgentissimo che nessuno sta sottovalutando e che si sta provando a risolvere nel migliore dei modi. Certo non è cosa semplice».

«Proprio per questo motivo - ha continuato il consigliere regionale - invece di proclami e azioni sensazionali, ho ritenuto che potesse essere chiarificatore un incontro faccia a faccia fra studenti pendolari e l'Assessore ai Trasporti. I ragazzi convenuti - attivisti di Link, Spazio Comune, Studenti Indipendenti - sono quelli che vivono ogni giorno sulla loro pelle i disagi in questione. L'incontro non è stato assolutamente preparato e i ragazzi hanno avuto carta bianca nel chiedere all'assessore qualunque cosa abbiano volto. A questo proposito colgo l'occasione per ringraziare sia l'Assessore persona attenta e sempre disponibile, che gli studenti, preparati e determinati, per aver accettato il mio invito».

Il confronto è stato schietto e molto fitto. Fra le molte cose dette, grazie anche alla presenza dell'ingegnere Campanile, si è puntualizzato che entro fine anno la tratta Bari-Ruvo tornerà a registrare le stesse tempistiche che aveva prima dell'incidente del 12 luglio; la tratta Corato-Ruvo riprenderà ad essere percorsa se pur entro il limite dei 50 km orari entro aprile 2018; entro 400 giorni a partire dal primo gennaio 2018 sarà completato il raddoppio dei binari fra Andria e Corato. I fondi ci sono e sono sufficienti per tutte le progettualità previste.

Circa la delicata questione Corato-Andria, ha precisato Nunziante: «Nonostante sia una tratta, il cui utilizzo, è ancora sotto sequestro della magistratura, si stanno preparando gli atti per iniziare la gara di affidamento dei lavori, procedendo parallelamente all'inchiesta per recuperare tempo. Il mio assessorato comunque rimane aperto ad ogni richiesta che nel frattempo possa alleviare il disagio dei pendolari. È una situazione complicatissima, ma con la collaborazione l'impegno di tutti ce la faremo».
  • Università
  • Ferrotramviaria
  • Movimento studentesco
Altri contenuti a tema
Bari, un progetto per favorire la passione dell'informatica nelle giovani studentesse Bari, un progetto per favorire la passione dell'informatica nelle giovani studentesse Parte "Nerd", iniziativa organizzata da IBM Italia in collaborazione con Università e Politecnico di Bari
Bari, identificata l’eruzione di una magnetar extragalattica Bari, identificata l’eruzione di una magnetar extragalattica Coinvolto nello studio un gruppo di ricercatori del Dipartimento Interateneo di Fisica dell’Università e del Politecnico di Bari, e della Sezione di Bari dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare
L'università di Bari dice addio a Gabriella Serio, aveva 68 anni L'università di Bari dice addio a Gabriella Serio, aveva 68 anni Era docente di Statistica Medica presso la Scuola di Medicina e Chirurgia
Vaccino Covid, il professor Tafuri (Università di Bari) spiega come funziona Vaccino Covid, il professor Tafuri (Università di Bari) spiega come funziona Il docente di Igiene: «Immunità dopo sette giorni dalla somministrazione della seconda dose»
Lotta al terrorismo, l'Università di Bari firma un accordo con la Direzione antimafia Lotta al terrorismo, l'Università di Bari firma un accordo con la Direzione antimafia Servirà a promuovere iniziative di studio e formazione volte a rafforzare e sostenere la cultura della legalità
Università di Bari, al via domani le attività online dello sportello antiviolenza Università di Bari, al via domani le attività online dello sportello antiviolenza Si inizia con la lezione aperta “La valutazione del rischio di recidiva nell’ambito della violenza intrafamiliare”
Covid, gli animali domestici si infettano ma non contagiano. La ricerca dell'Università di Bari Covid, gli animali domestici si infettano ma non contagiano. La ricerca dell'Università di Bari Lo studio, condotto dall'equipe del professor Nicola Decaro, è stato pubblicato sulla rivista scientifica Nature
Emergenza Coronavirus, l'università di Bari proroga la DaD fino al 31 gennaio Emergenza Coronavirus, l'università di Bari proroga la DaD fino al 31 gennaio Restano esclusi dalle videolezioni solo gli studenti del primo anno
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.