Il post su facebook
Il post su facebook
Politica

"Se voti Decaro ti do 50 euro". Il sindaco: "Denunci tutto in Procura"

Sui social una persona lamenta una presunta offerta di denaro ma il primo cittadino risponde a tono

Se sia vero o meno sarà difficile scoprirlo. Intanto però il sindaco Antonio Decaro non ci sta e a chi scrive sulla sua bacheca di aver ricevuto offerte in denaro (50 euro) per votarlo risponde a tono. Sempre sui social sia ben inteso.
"Quando mi succede di intercettare questo tipo di messaggi - dice Decaro - faccio sempre la stessa cosa: scrivo al cittadino che una denuncia vaga su Facebook non serve a nulla se non ad alzare polveroni e ad alimentare chiacchiere. E mi propongo di accompagnarlo in procura a denunciare la persona che ha provato a comprare il suo voto. Purtroppo nessuno risponde positivamente. Amici e amiche, il voto di scambio è una piaga seria, è la rovina della buona politica. Non abbiate paura a denunciare, lo si può fare anche in forma anonima. E attenzione, perché il voto di scambio a volte si nasconde in manovre più occulte rispetto alla spudorata offerta di danaro".

Poi Decaro ricorda quantoto successo in passato per un evento simile. "Cinque anni fa - aggiunge - venni a sapere di alcuni rappresentanti di lista a cui era stato promesso un compenso per il loro servizio (cosa lecita, intendiamoci). Ma in quel caso sembrava esserci il sottinteso fine di ottenere il loro voto. Ebbene, non sapevo se fosse vero ma non ebbi alcun rimorso a far cambiare immediatamente tutti i rappresentanti di quella lista. Persi probabilmente dei voti, ma guadagnai tranquillità per la mia coscienza di uomo delle istituzioni. Rinnovo quindi il mio appello. Se venite in contatto con persone che vi promettono soldi o favori in cambio di voti, non esitate, qualunque sia il loro partito, qualunque sia il loro candidato: denunciateli. Ma non solo su Facebook o su Twitter. In procura.

La pulizia della politica non si fa con i like, ma con le azioni concrete". Servirà?
  • Antonio Decaro
Altri contenuti a tema
Carnevale di Putignano, il "gran cornuto" 2020 è Uccio De Santis Carnevale di Putignano, il "gran cornuto" 2020 è Uccio De Santis Il famoso comico, vittima il 31 dicembre di un brutto incidente, ha raccolto il testimone dal sindaco metropolitano Decaro
Calo degli affari e diffidenza per il Corona Virus, il sindaco incontra la comunità cinese di Bari Calo degli affari e diffidenza per il Corona Virus, il sindaco incontra la comunità cinese di Bari Decaro: «La paura e la discriminazione non devono mai essere la risposta alle questioni che siamo chiamati ad affrontare»
Bari, prende forma il mercato di via Pitagora. Decaro: «Pronto entro l'anno» Bari, prende forma il mercato di via Pitagora. Decaro: «Pronto entro l'anno» Il sindaco: «Installati i box, si procede con il montaggio delle capriate nella parte superiore»
Papa Francesco a Bari, Decaro: «Attesi 50mila fedeli e 200 vescovi» Papa Francesco a Bari, Decaro: «Attesi 50mila fedeli e 200 vescovi» In corso le operazioni di montaggio del palco. Il sindaco: «Folla troverà spazio da piazza Massari al Margherita»
A Japigia il primo polo dell'infanzia di Bari. Stamattina l'open day con le famiglie A Japigia il primo polo dell'infanzia di Bari. Stamattina l'open day con le famiglie La struttura è stata realizzata nell'asilo Michele Speranza dopo la ristrutturazione con interventi da 280mila euro
Bari si prepara alla visita del papa, già 40mila i biglietti gratuiti distribuiti Bari si prepara alla visita del papa, già 40mila i biglietti gratuiti distribuiti Sale l'attesa per la visita del santo padre il 23 febbraio. Il segretario della Cei: «Un incontro dal forte valore sociale»
1 Piazza del Redentore ancora cantiere aperto, sarà pronta a maggio Piazza del Redentore ancora cantiere aperto, sarà pronta a maggio Problemi in corso d'opera hanno fatto slittare l'inaugurazione che Decaro avrebbe voluto il 31 gennaio
Bari, salgono a 106 i cinghiali catturati al San Paolo Bari, salgono a 106 i cinghiali catturati al San Paolo Decaro: «Lavoriamo costantemente per arginare questo fenomeno»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.