Una scuola post Covid
Una scuola post Covid
Scuola e Lavoro

Scuola in Puglia, nuovo ricorso al Tar. Udienza il 19 maggio

Lo ha comunicato il presidente Emiliano nel gruppo "Genitori Pugliesi Favorevoli alla DaD"

«Carissimi tutti e tutte, come forse sapete è stato proposto un ricorso per annullare la mia ordinanza che lascia libera la scelta della DaD. L'udienza è per il 19 maggio e l'avvocato Pierluigi Balducci si sta costituendo a nome di numerosi genitori a sostegno della mia ordinanza. Vi ricordo che anche voi potreste costituirvi a difesa della mia ordinanza nominando un avvocato. Siete ovviamente liberi di scegliere chi volete come vostro legale. Un abbraccio».

Con questo messaggio, inviato nel pomeriggio di ieri nel gruppo Facebook "Genitori Pugliesi Favorevoli alla DaD", il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha informato che esiste un nuovo ricorso contro l'ordinanza da lui firmata che garantisce ai genitori la possibilità di scelta fino alla fine dell'anno scolastico in corso.

Ma questa volta, i genitori che hanno optato per far stare a casa i propri figli hanno deciso di opporsi, e di unirsi alla Regione Puglia nella battaglia. Lo stesso gruppo, che ad oggi conta più di 6 mila iscrizioni, sarà rappresentato dalle amministratrici che porteranno la loro testimonianza e saranno voce degli iscritti. E intanto sulla bacheca del presidente Emiliano si susseguono messaggi tutti sulla stessa falsariga: «La scuola sta finendo - si legge nell'ultimo - e alcuni vogliono decidere per tutti. Io rivendico il diritto di scegliere dei genitori: volete mandare i ragazzi a scuola? Fatelo, nessuno ve lo impedisce. Ritenete meglio non farlo? Non fatelo, nessuno ve lo impedisce. Abbiate rispetto dei ragazzi prima ancora che delle opinioni dei genitori»
  • Scuola
  • Tar Puglia
Altri contenuti a tema
Estate e scuole chiuse in Puglia. Abbaticchio: «Occasione per ri/progettare il nuovo anno» Estate e scuole chiuse in Puglia. Abbaticchio: «Occasione per ri/progettare il nuovo anno» Il Garante dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza rivolge un appello al governo della Regione
Plesso Carlo del Prete: «Si è deciso di sopprimere una scuola storica senza fare una valutazione seria» Plesso Carlo del Prete: «Si è deciso di sopprimere una scuola storica senza fare una valutazione seria» In merito alla chiusura del plesso di Carrassi intervengono i consiglieri municipali Matteo Colapietro e Virginia Ambruosi
Bari, chiude la scuola Carlo Del Prete Bari, chiude la scuola Carlo Del Prete La denuncia di un'ex insegnante: «Storia di una vigliaccata», le classi trasferite alla De Amicis
Scuola, in Puglia si riparte in presenza il 20 settembre Scuola, in Puglia si riparte in presenza il 20 settembre L'assessore Leo: "Si ritorna in classe, si ritorna a studiare a scuola con i propri compagni, vaccinati"
Notte prima degli esami: tormenti e attese per gli studenti di Puglia Notte prima degli esami: tormenti e attese per gli studenti di Puglia Al via domani i maxi-colloqui, addio prove scritte: si valuterà anche il “curriculum dello studente”
Scuola in Puglia, oltre 5mila le cattedre vacanti Scuola in Puglia, oltre 5mila le cattedre vacanti La denuncia di Uil dopo la comunicazione della mobilità avvenuta ieri
Scomparsa e allontanamento di minori: Polizia di Bari incontra gli studenti Scomparsa e allontanamento di minori: Polizia di Bari incontra gli studenti Spesso a causare gli allontanamenti o le fughe sono le situazioni di disagio, di imbarazzo, di paura scatenate nei giovani da abusi, maltrattamenti, molestie, vessazioni.
Scuola in Puglia, arrivano 4 milioni di euro per gli istituti professionali Scuola in Puglia, arrivano 4 milioni di euro per gli istituti professionali Finalità è favorire il raccordo tra il sistema dell'Istruzione Professionale e il sistema di Istruzione e Formazione Professionale
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.