La manifestazione della scuola
La manifestazione della scuola
Scuola e Lavoro

Scuola in protesta a Bari, i sindacati: «No al doppio turno»

Nonostante le rassicurazioni del prefetto giunte dalla riunione di ieri si lotta contro gli ingressi scaglionati

Scuola in piazza questa mattina a Bari. Sindacati, studenti, insegnanti, dirigenti, tutti i rappresentanti della scuola della provincia di Bari hanno manifestato in piazza della Libertà per esprimere il loro disappunto sul doppio turno di ingresso nelle scuole superiori alle 8 e alle 9.40.

Una decisione che, stando a quanto emerso dopo l'incontro tenutosi ieri pomeriggio in prefettura, non escluderebbe, per il futuro "una verifica e una rimodulazione anche in relazione ai singoli casi". Ma per i sindacati il vero problema è rappresentato dal sistema dei trasporti.

«Questa decisione è una lavata di faccia davanti all'opinione pubblica - tuona Vito Carlo Castellana, coordinatore provinciale Gilda insegnanti - in realtà non abbiamo ancora un piano chiaro dei trasporti. Abbiamo gli stessi organici da quando c'è stata la legge Gelmini, cioè le famose classi pollaio. Non si è risolto assolutamente nulla e questa pandemia ha semplicemente messo in evidenza le carenze della scuola».

«Noi oggi abbiamo saputo della riunione di ieri in cui c'è stato sostanzialmente un nulla di fatto - aggiunge Giovanni Verga, segretario regionale UIL Scuola - Oggi chiediamo che sia potenziato il sistema dei trasporti e su questo non arretreremo di un millimetro perché ci hanno detto tante chiacchiere in quest'ultimo anno e mezzo, ci avevano rassicurati che il sistema dei trasporti era sotto controllo, ma in realtà così non è stato».

«Le ricadute che noi temiamo - aggiunge Ezio Falco di CGIL Bari - sono soprattutto sono sul diritto allo studio dei ragazzi e in particolar modo quelli più deboli che in alcune circostanze potrebbero tornare a casa anche alle 18-19 e quindi rendere difficoltose le possibilità di studio».

«Sono molto triste per la giornata di oggi perché è una sconfitta delle istituzioni locali perché avremmo potuto discuterne nei mesi estivi per organizzare la scuola in presenza. il Ministro Bianchi aveva detto che la scuola a settembre sarebbe ripartita in presenza, però noi non abbiamo fatto nulla: per questo io contesto l'assenza e l'inefficienza dell'istituzioni locali in questo momento perché sono stati miopi verso le istituzioni scolastiche», commenta Vito Masciale Snals Confsal.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Scuola, stop al doppio turno nell'area metropolitana di Bari dal 3 novembre Scuola, stop al doppio turno nell'area metropolitana di Bari dal 3 novembre La decisione presa in mattinata durante il tavolo tecnico in Prefettura
Scuola a Bari, doppi turni almeno per un'altra settimana Scuola a Bari, doppi turni almeno per un'altra settimana Incontro in Prefettura tra autorità, aziende di trasporto e scuola. Si lavora per risolvere le criticità
In Puglia autobus strapieni di studenti, la denuncia di Priorità alla Scuola In Puglia autobus strapieni di studenti, la denuncia di Priorità alla Scuola Foto eloquenti dimostrano come il problema non sia stato risolto
Bari, oltre mille studenti in piazza contro i doppi turni Bari, oltre mille studenti in piazza contro i doppi turni Una delegazione fatta da sei ragazzi è stata ascoltata dal prefetto Bellomo
Bari, le donne vulnerabili ripartono dalla scuola. Tra di loro una 72enne Bari, le donne vulnerabili ripartono dalla scuola. Tra di loro una 72enne La signora, vittima di sfratto, e altre 4 sono tra le ospiti del condominio sociale inaugurato a Triggiano
Ticket mensa scolastica a Bari, avvisi arrivati anche a chi ha ISEE da esenzione Ticket mensa scolastica a Bari, avvisi arrivati anche a chi ha ISEE da esenzione La denuncia dei consiglieri M5S Chiara Riccardi, Giuseppe Catalano e Antonello Delle Fontane
Monitoraggio Covid a scuola, a Bari si parte con i test salivari Monitoraggio Covid a scuola, a Bari si parte con i test salivari «Strumento utile a monitorare la circolazione del virus tra bambini e adolescenti tornati a seguire le lezioni in presenza»
No alla DaD e alle classi pollaio. Scuola in protesta a Bari No alla DaD e alle classi pollaio. Scuola in protesta a Bari «Non accetteremo un altro anno “a singhiozzo” , vogliamo garanzie di presenza e continuità»
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.