scuola post covid
scuola post covid
Scuola e Lavoro

Scuola, i rappresentanti d'istituto in coro: «Chiediamo sicurezze e garanzie per gli studenti»

L'Unione degli Studenti diffonde una lettera nel giorno del rientro in classe

Anche per gli studenti della città di Bari il rientro in classe dopo le vacanze non è stato semplice. La situazione epidemiologica che sta interessando tutta la penisola, con incrementi di contagi anche in Puglia e nella città di Bari non lascia tranquilli i rappresentanti di otto degli istituti superiori baresi, aderenti all'Unione degli studenti, che chiedono per tutta la popolazione scolastica «maggiori sicurezze e garanzie».

In una lettera, inviata agli organi di stampa, i rappresentanti degli studenti hanno definito «disastroso» il loro rientro tra i banchi scolastici.

«L'evoluzione della curva dei contagi avvenuta nelle scorse settimane rendeva chiara la necessità di trovare soluzioni adeguate per tutelare il diritto alla salute degli studenti della nostra città. In questo quadro drammatico crediamo che esistano delle responsabilità politiche gravi e ben precise e che non debbano essere più gli studenti a pagare sulla propria pelle le conseguenze delle scelte prese» si legge nel comunicato inoltrato alle redazioni giornalistiche.

«Nella maggior parte delle scuole - riferiscono gli otto firmatari della lettera - oltre a non essere stati effettuati screening, non sono state distribuite le mascherine, esponendo così molti e molte in classi ristrette al rischio di contagio. Inoltre, sono in tanti gli studenti che hanno dovuto assentarsi per paura di contrarre il virus, costretti a dover scegliere per l'ennesima volta tra diritto alla conoscenza e ai saperi e il diritto alla salute».

«Crediamo - continuano - che potrebbe essere utile in questo momento prendere in considerazione anche lo strumento della DAD, regolamentarne l'utilizzo a livello nazionale per garantire a tutti una didattica di qualità e limitarla ad un ristretto arco di tempo in cui intervenire urgentemente per ripristinare il tracciamento nell'ambiente scolastico e garantire la sicurezza necessaria nelle classi e nelle scuole».

Nella missiva anche la richiesta di attenzione alle istanze provenienti dal mondo scolastico. «Nonostante abbiamo vissuto con grande responsabilità i continui cambiamenti dettati dall'evoluzione pandemica, continuiamo a vedere i nostri diritti compromessi e le nostre richieste inascoltate. Per questo chiediamo delle risposte urgenti e immediate da parte della Regione Puglia e dall' Amministrazione cittadina sulle questioni che riteniamo essere fondamentali ad oggi».

E concludono: «Chiediamo mascherine ffp2 e tamponi gratuiti per la popolazione studentesca, per non far gravare ulteriormente sulle famiglie il costo di questi ultimi, priorità nelle vaccinazioni e un miglioramento del TPL, troppo sesso sovraffollato e inefficiente. Non vogliamo che la scuola resti, ancora una volta, un luogo dove non poter studiare in sicurezza e tranquillità».
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Rientro a scuola, la Puglia ha retto il colpo. Tra primarie, medie e superiori in Dad il 14% delle classi Rientro a scuola, la Puglia ha retto il colpo. Tra primarie, medie e superiori in Dad il 14% delle classi Romito (presidente ANP): «I numeri disegnano una situazione nel complesso abbastanza lontana dalle fosche previsioni formulate alla vigilia»
Emiliano ai genitori: «Se vi rifiutano DaD, mi costituirò in vostro favore davanti al Tar» Emiliano ai genitori: «Se vi rifiutano DaD, mi costituirò in vostro favore davanti al Tar» Un messaggio del presidente in una chat di genitori scatena il caso, i presidi: «Fomenta lo scontro istituzionale»
Lunedì si rientra a scuola, Emiliano: «Impossibile fare un'ordinanza» Lunedì si rientra a scuola, Emiliano: «Impossibile fare un'ordinanza» Il presidente chiarisce come stanno le cose, molti presidi, studenti e genitori in Puglia chiedevano un rinvio
Rientro a scuola, i presidi chiedono la DaD ma il Governo è irremovibile Rientro a scuola, i presidi chiedono la DaD ma il Governo è irremovibile Iniziativa autonoma di alcuni dirigenti scolastici, Romito (ANP): «Temiamo aumento dei contagi. Chi non sarà presente, risulterà assente»
Covid e scuola, 61 casi positivi nell'ultima settimana a Bari Covid e scuola, 61 casi positivi nell'ultima settimana a Bari Il virus continua a circolare in maniera contenuta
Scuola, stop al doppio turno nell'area metropolitana di Bari dal 3 novembre Scuola, stop al doppio turno nell'area metropolitana di Bari dal 3 novembre La decisione presa in mattinata durante il tavolo tecnico in Prefettura
Scuola a Bari, doppi turni almeno per un'altra settimana Scuola a Bari, doppi turni almeno per un'altra settimana Incontro in Prefettura tra autorità, aziende di trasporto e scuola. Si lavora per risolvere le criticità
In Puglia autobus strapieni di studenti, la denuncia di Priorità alla Scuola In Puglia autobus strapieni di studenti, la denuncia di Priorità alla Scuola Foto eloquenti dimostrano come il problema non sia stato risolto
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.