piazza umberto
piazza umberto
Territorio

Riqualificazione piazza Umberto, arriva un altro ricorso. Decaro: «Chi paga sono i cittadini»

Lo sfogo del sindaco: «Fino a che punto il diritto di 'uno' deve tener sospeso il diritto di tutti?»

«Un altro ricorso contro la progettazione per la riqualificazione di piazza Umberto. Lo stesso professionista, dopo aver perso il giudizio in Consiglio di Stato, propone un altro, ennesimo, appello». Lo annuncia sulla propria pagina Facebook il sindaco di Bari Antonio Decaro, in un post che sa di sfogo contro un altro rallentamento nella realizzazione di opere pubbliche.

«Nessuno vuole negare a nessuno il diritto di ricorrere ma è legittimo da parte di una amministrazione e di una città, una volta esaurite le fasi ordinarie dei giudizi, chiedere che chi ha perso consenta al Comune di procedere con la riqualificazione di una delle piazza più importanti e belle di Bari che attende ormai da troppi anni di tornare a splendere come un tempo. Ci chiediamo, fino a che punto il diritto di 'uno' deve tener sospeso il diritto di tutti i cittadini a vedere migliorato uno spazio pubblico?», la domanda retorica di Decaro.

E non è certamente l'unico cantiere bloccato in città dalle controversie legali: «Da diversi mesi per un ricorso di una azienda, sono bloccati anche i lavori per la realizzazione del parco dell'ex Gasometro, cosi come, inauguriamo il Piccinni il prossimo 6 dicembre, con precisamente 537 giorni di ritardo a causa di un contenzioso».

Una situazione comune a tante altre realtà territoriali italiane, secondo il presidente Anci Decaro, che conclude: «Tanti comuni sopportano le conseguenze determinate dai continui ricorsi, ora tra aziende, ora contro le pubbliche amministrazioni e chi alla fine paga sono sempre i cittadini. Senza cancellare il diritto di difendere i propri ruoli e diritti, io credo che ci dovrebbe essere un modo per risarcire le città del tempo perso in giudizi, se si rivelano pretestuosi. Credo che ci dovrebbe essere un modo per poter andare avanti con le opere e i lavori dando alla città intera la possibilità di migliorare e guardare avanti».
  • Antonio Decaro
  • piazza umberto
Altri contenuti a tema
Alluvione a Venezia, Decaro: «Stato non lasci da sola la storia d'Italia» Alluvione a Venezia, Decaro: «Stato non lasci da sola la storia d'Italia» Il presidente Anci: «Al sindaco Brugnaro ho portato la solidarietà di tutti i suoi colleghi»
Al via i lavori per illuminazione e telecamere nel parco 2 giugno. Decaro: «Conclusi in 5 mesi» Al via i lavori per illuminazione e telecamere nel parco 2 giugno. Decaro: «Conclusi in 5 mesi» Pronti 250 lampioni e 30 dispositivi di sorveglianza, con nuovi accessi anti-motorini. Il sindaco: «Vecchio impianto dismesso solo a fine cantiere»
Catino, proseguono i lavori per il playground e il nuovo giardino. Decaro: «Pronti nei primi mesi del 2020» Catino, proseguono i lavori per il playground e il nuovo giardino. Decaro: «Pronti nei primi mesi del 2020» L'area del parco Peppino Impastato sarà aperta ad aprile, mentre a gennaio sarà fruibile lo spazio per lo sport all'aperto vicino alla chiesa di San Nicola
I sindaci d'Italia s'incontrano a Milano, Decaro: «Fascia tricolore per Liliana Segre» I sindaci d'Italia s'incontrano a Milano, Decaro: «Fascia tricolore per Liliana Segre» L'appuntamento fissato da Anci è per il 10 dicembre, in occasione della dichiarazione universale dei diritti umani, per dire no ad antisemitismo e discriminazioni
Parco Gargasole compie tre anni, Decaro: «Luogo speciale curato dai cittadini» Parco Gargasole compie tre anni, Decaro: «Luogo speciale curato dai cittadini» Stamattina la festa di compleanno in quello che era un ex terreno abbandonato. Il sindaco: «Qui impariamo a prenderci cura degli spazi comuni»
Trent'anni fa cadeva il muro di Berlino, Decaro: «Dividere è sempre una sconfitta» Trent'anni fa cadeva il muro di Berlino, Decaro: «Dividere è sempre una sconfitta» Il sindaco ricorda quel 9 novembre 1989: «Quella voglia di libertà entrò nelle vite di ognuno di noi»
Catturati altri due cinghiali al San Paolo, Decaro: «Sono cento in totale» Catturati altri due cinghiali al San Paolo, Decaro: «Sono cento in totale» Il sindaco: «Continuano le operazioni per limitare la presenza di animali selvatici sul territorio cittadino»
Dalle minacce di morte a Decaro alle scuse, tutto corre via social Dalle minacce di morte a Decaro alle scuse, tutto corre via social I fatti risalgono alla festa per San Nicola del 2016, ieri pomeriggio il post su Facebook alla vigilia della seconda udienza del processo
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.