Una scuola post Covid
Una scuola post Covid
Attualità

Puglia, «Stop alla scuola per 14 giorni». La richiesta dei pediatri ad Emiliano

Il dottor Luigi Nigri (Fimp): «Le scuole sono nel caos per numero di positivi, numero di positivi asintomatici, insegnanti positivi»

«Abbiamo fatto una richiesta ufficiale alla Regione Puglia e al presidente Emiliano, supportata da ogni validità scientifica. È necessario sospendere l'attività didattica in presenza per 14 giorni, così da interrompere la catena del contagio».

I pediatri e i medici di libera scelta vanno all'attacco della Regione Puglia. Come sottolinea il dottor Luigi Nigri, vicepresidente nazionale e referente pugliese di Fimp (Federazione Italiana Medici Pediatri), in una riunione tenutasi ieri è stata fatta formale richiesta di sospensione dell'attività didattica. Sospensione per 14 giorni ovvero il tempo necessario a bloccare la catena dei contagi, rendere gli eventuali asintomatici non più contagiosi, e permettere di organizzare il sistema dei tamponi rapidi a scuola o vicino a scuola.

«Le scuole stanno andando in tilt - aggiunge Nigri - e i pediatri si trovano con bambini allontanati da scuola con atto ufficiale, e costretti a far effettuare tamponi per il rientro. I bambini non riescono ad avere accesso al tampone antigenico il cui risultato arriva in 12 minuti, ma devono aspettare giorni. Le scuole sono nel caos per numero di positivi, numero di positivi asintomatici, insegnanti positivi. Ogni forma di tracciamento è completamente sfuggito».

«I bambini devono poter aver accesso ai tamponi antigenici il cui risultato viene dato in 12 minuti - sottolinea Nigri - Ora, a fronte delle promesse ricevute che parlavano di una piattaforma, messa a disposizione dei pediatri, per prenotare direttamente i tamponi, e che doveva essere pronta dieci giorni fa, siamo nel caos. Non hanno i tamponi, non hanno le macchine per realizzarli, non sono pronti e invece il virus sta camminando nelle scuole. E dalla scuola i bambini lo portano in famiglia».

In 14 giorni sarebbe possibile anche smaltire le richieste attuali di tampone, oltre a far respirare la scuola attraverso un efficientamento del sistema.

«In letteratura si parla di un solo caso di Covid nelle scuole - tiene a precisare il vicepresidente Fimp - solo io ne ho 12. Il Covid esiste e la situazione è questa. Io sto ricevendo chiamate ogni 2 minuti, e arrivano in studio tantissimi bambini mandati dalla scuola».

Il presidente Emiliano, dopo aver ascoltato durante la riunione i pareri di tutte le organizzazioni mediche presenti in rappresentanza di medici di famiglia e pediatri di famiglia, sta valutando il da farsi. Una decisione dovrebbe essere presa entro oggi.

«Due sono i problemi ora. La scuola perché contamina e crea caos, e gli ospedali che non ce la fanno. Gli ospedali non possiamo fermarli o la gente muore, la scuola sì per mettere ordine», conclude Nigri.
  • Scuola
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Venerdì il Dpcm "natalizio": Italia zona gialla ma coprifuoco alle 22. Decaro: «Non sarà liberi tutti» Venerdì il Dpcm "natalizio": Italia zona gialla ma coprifuoco alle 22. Decaro: «Non sarà liberi tutti» Ristoranti verso la chiusura alle 18, palestre ancora con le saracinesche abbassate. Misure in vigore fino al 10 gennaio
Arriva al pediatrico di Bari con emorragia cerebrale e positività al Covid, 12enne salvato dai medici Arriva al pediatrico di Bari con emorragia cerebrale e positività al Covid, 12enne salvato dai medici Dopo oltre 15 giorni di terapia intensiva ora il ragazzo è fuori pericolo. Oltre 50 i minori sono stati ricoverati per Coronavirus al Giovanni XXXIII
Santo Spirito (Bari) ancora chiusi per Covid i plessi Moro e Vacca Santo Spirito (Bari) ancora chiusi per Covid i plessi Moro e Vacca Da domani riprendono attività per le sezioni A, B e D mentre le altre restano in quarantena
Vaccino Covid-19, il presidente della Puglia incontra la Pfizer Vaccino Covid-19, il presidente della Puglia incontra la Pfizer Emiliano:"Saranno individuati centri che assicurino la catena del freddo"
Focolaio Covid nella Rsa di Alberobello, tutti gli anziani ospiti tornano negativi Focolaio Covid nella Rsa di Alberobello, tutti gli anziani ospiti tornano negativi Il sindaco Michele Longo: «Rinnoviamo vicinanza ai parenti delle 12 persone che non ce l'hanno fatta»
Coronavirus in Puglia, registrati 1.101 casi su 4.151 tamponi e altri 30 decessi Coronavirus in Puglia, registrati 1.101 casi su 4.151 tamponi e altri 30 decessi La metà dei positivi di oggi, 515, in provincia di Bari. I ricoverati sono 1.901 e l'età media è di 56 anni
Festeggiano un compleanno in casa nonostante il divieto, sanzionati 14 ragazzi Festeggiano un compleanno in casa nonostante il divieto, sanzionati 14 ragazzi Ad Altamura un 43enne è stato scoperto a consumare all'interno di un bar: multato e denunciato per aver aggredito i carabinieri
Altamura, positiva al Covid muore sola in casa. Asl Bari: «Avviate verifiche» Altamura, positiva al Covid muore sola in casa. Asl Bari: «Avviate verifiche» La donna, 44enne, soffriva di epilessia ma non è riuscita a fare il tampone se non privatamente
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.