Centro Diurno
Centro Diurno
Servizi sociali

Protesta dei Centri Diurni di Bari, chiusi da domani e senza sicurezze per il futuro

Dopo la scadenza delle convenzioni a fine luglio nessuna garanzia di rinnovo dal Comune

Protesta dei Centri Educativi Diurni della città di Bari di fronte al mancato rinnovo delle convenzioni scadute lo scorso 31 luglio e ad oggi non rinnovate. E soprattutto di fronte alla mancanza di certezze in merito al possibile rinnovo o meno, confermata in una riunione tenutasi lo scorso 8 settembre tra le associazioni e l'amministrazione comunale, in cui l'assessore al Welfare, Francesca Bottalico, ha espressamente affermato di «non essere ancora in grado di riaprire i centri».

«I centri socio educativi diurni per minori – ci dicono dall'associazione dei Centri Socio Educativi Diurni per Minori – operano nella città di Bari in maniera continuativa da oltre 15 anni. Sono 13 i centri dislocati in tutta la città dal Libertà a San Pio, da Carbonara al San Paolo, da San Pasquale a San Girolamo, ed ospitano attualmente oltre 450 minori in situazioni di difficoltà, nell'ambito della prevenzione di fenomeni di devianza minorile, dispersione scolastica, violenza e abuso».

«Come ogni anno – proseguono per spiegare l'attuale situazione – la convenzione è scaduta il 31 luglio e noi tutti ci aspettavamo la solita riapertura al 1° settembre, certi che sarebbe stato imminente anche un finanziamento della Regione Puglia. Ma dopo una serie di incontri col Comune siamo arrivati ad una prima presa di posizione dei centri ovvero riaprire gratuitamente il servizio in data 4 settembre per non abbandonare i bambini, per non creare tensione sociale e per dare modo al Comune ed all'assessorato al Welfare di rimediare».

«Purtroppo dopo l'ultimo incontro di alcuni giorni fa – sottolineano – in cui non si è arrivati ad una soluzione, non ci sentiamo più nelle condizioni di poter assicurare il servizio per i nostri bambini e, soprattutto, gli stipendi per i nostri dipendenti. E per tutti questi motivi da domani i centri resteranno chiusi e, sempre domani, in mattinata protesteremo davanti alla sede del Comune per chiedere la immediata riapertura dei centri».
  • Comune di Bari
  • Francesca Bottalico
  • Welfare
Altri contenuti a tema
Equipe straordinaria per il contrasto alla marginalità, da settembre 36 gli interventi effettuati Equipe straordinaria per il contrasto alla marginalità, da settembre 36 gli interventi effettuati "Siamo soddisfatti di questi primi risultati soprattutto considerato che le persone coinvolte sono estremamente vulnerabili"
Capodanno ed epifania, tutti gli appuntamenti per gli "ultimi" Capodanno ed epifania, tutti gli appuntamenti per gli "ultimi" Dal pranzo degli abbracci di In.Con.Tra agli eventi organizzati dall'assessorato
Il sindaco Decaro fa il bilancio di fine anno: «Dodici errori, ma 1 miliardo per cambiare la città» Il sindaco Decaro fa il bilancio di fine anno: «Dodici errori, ma 1 miliardo per cambiare la città» Conferenza consuntiva del 2021 questa mattina a palazzo di città: «Non è colpa del Covid se alcune cose non sono state fatte, chiedo scusa»
Unità di strada Care for Peole, ecco il calendario delle uscite Unità di strada Care for Peole, ecco il calendario delle uscite Modificati gli orari e i luoghi dal 20 al 26 dicembre
Aumentano a Bari i cittadini che si rivolgono alla Caritas. Intervista a Don Vito Piccinonna Aumentano a Bari i cittadini che si rivolgono alla Caritas. Intervista a Don Vito Piccinonna Il direttore: "Necessario che le politiche di welfare vadano sempre più a braccetto con le politiche urbanistiche e con quelle lavorative"
Inaugurato il nuovo centro centro polifunzionale per l’adolescenza "Spazio Quattro/4" Inaugurato il nuovo centro centro polifunzionale per l’adolescenza "Spazio Quattro/4" Ospiterà laboratori artistici ed espressivi dedicati all'arte, alla musica, al teatro, al cinema, al graphic design e alla creazione di contenuti multimediali,
Si parla di Pnrr, a Bari arrivano il ministro Colao e il sottosegretario Garofoli Si parla di Pnrr, a Bari arrivano il ministro Colao e il sottosegretario Garofoli Si tratta del primo appuntamento del ciclo di incontri promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri
Ai baresi piacciono i certificati in edicola, 600 richieste in 3 settimane Ai baresi piacciono i certificati in edicola, 600 richieste in 3 settimane Di Sciascio: «Altri trenta titolari di edicole sono pronti ad avviare l’attività, dopo aver seguito la relativa formazione»
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.