Il pianoforte
Il pianoforte
Attualità

Policlinico di Bari, un pianoforte per cullare i neonati ricoverati

Lo strumento è stato posizionato nell’area antistante all’ingresso del reparto

A cullare i neonati ricoverati arriva la musica: sonate e sinfonie eseguite direttamente da medici e infermieri del reparto. Grazie alla generosità della ditta di strumenti musicali 88 tasti di Bari, infatti, un pianoforte è stato donato all'unità di Neonatologia e Terapia intensiva neonatale, diretta dal professor Nicola Laforgia. Il piano è stato posizionato nell'area antistante all'ingresso del reparto in maniera tale che le note possano essere ascoltate anche all'interno.

L'iniziativa nasce da un'idea del medico Alessandro Grassi. "In reparto abbiamo un sistema di interfono che utilizziamo per chiamare i genitori dei bambini e un giorno, invece di chiamarli per nome, ho usato un brano musicale: ho detto loro 'quando sentite la musica, potete entrare' – racconta Grassi - La reazione è stata sorprendente, un papà si è commosso perché dopo mesi di difficoltà sentiva qualcosa di bello. Qui in Neonatologia i pazienti non sono solo i bambini, ma anche i genitori. È stato allora che ho chiesto informazioni alla scuola di musica che frequenta mia figlia".

In poche settimane è giunta la donazione. Ieri l'inaugurazione del pianoforte con l'esecuzione di brani del repertorio classico e leggero come la Sonatina di Beethoven, I giorni di Einaudi e Over the rainbow di Arlen. A suonare i medici Manuela Capozza, Antonella Filannino, Vittorio Stallone e Alessandro Grassi.

"Vogliamo rendere gli ambienti, in cui si lavora e in cui accogliamo i genitori, più a misura di famiglia, perché noi abbiamo anche bambini in reparto per mesi - spiega il direttore, Nicola Laforgia - far sentire la musica significa riuscire a dare alle famiglie un'immagine del reparto che non sia solo quella di luogo di sofferenza, di paura e di difficoltà, ma anche un luogo dove attraverso la musica si possono trasmettere sensazioni positive che fanno anche bene ai bambini, come le esperienze della musicoterapia fatte da noi e in reparti come il nostro. Ci impegniamo a ridurre i rumori molesti dei monitor e delle apparecchiature della terapia intensiva e la musica diventa una vera e propria cura: anche questo ci può aiutare a fare meglio il nostro lavoro".
  • Musica
  • Policlinico
Altri contenuti a tema
I Negramaro spostano il tour al 2022, ecco quando verranno a Bari I Negramaro spostano il tour al 2022, ecco quando verranno a Bari I due concerto previsti a novembre al Palaflorio saranno ad aprile, biglietti validi per chi li aveva acquistati
Bari, utilizzato robot per prelevare rene da un donatore vivente Bari, utilizzato robot per prelevare rene da un donatore vivente Per la prima volta al Policlinico di Bari eseguiti due interventi di nefrectomia con tecnica di robotica assistita
Policlinico di Bari, in sala operatoria arriva la realtà aumentata Policlinico di Bari, in sala operatoria arriva la realtà aumentata Grazie ad un visore computerizzato possibile analizzare in 3D il ginocchio e impiantare con la massima precisione e nella perfetta angolazione la protesi
Bari, torna "Musica in Libertà": primo appuntamento il 6 luglio Bari, torna "Musica in Libertà": primo appuntamento il 6 luglio Tutti gli eventi, a ingresso libero, si terranno nella chiesetta-sala matrimoni del Municipio I, nel cuore del quartiere
Bari,14enne con infiammazione al rene operata con robot chirurgico Bari,14enne con infiammazione al rene operata con robot chirurgico Il rene malato è stato asportato, senza lasciare grandi cicatrici, garantendo una più veloce ripresa alla paziente
Puglia, da Fedez ed Orietta Berti a Colapesce/Dimartino. Tutto il cast di Battiti Live Puglia, da Fedez ed Orietta Berti a Colapesce/Dimartino. Tutto il cast di Battiti Live Per il secondo anno si svolgerà nella splendida cornice del Castello Aragonese di Otranto, ma con 15 esibizioni “on the road”
Bari, donati gli organi del 54enne morto per trombosi dopo aver ricevuto il vaccino Bari, donati gli organi del 54enne morto per trombosi dopo aver ricevuto il vaccino Determinante, per la buona riuscita delle operazioni è stata la perfetta sinergia fra le equipe chirurgiche e i tanti professionisti coinvolti
Trombosi dopo vaccino, morto il 54enne ricoverato al Policlinico Trombosi dopo vaccino, morto il 54enne ricoverato al Policlinico Aveva ricevuto il monodose Johnson&Johnson
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.