sciopero lavoratori auchan
sciopero lavoratori auchan
Scuola e Lavoro

Passaggio da Auchan a Conad, confermato lo sciopero del 23 dicembre in Puglia

Astensione dal lavoro dalle 4 alle 13 pee i lavoratori di Modugno, Casamassima, Mesagne s Tsranto

Il passaggio da Auchan a Conad continua a tenere col fiato sospeso i lavoratori, che ad oggi non hanno avuto nessun impegno da parte di Margherita Distribuzione SpA sulla ricollocazione dei lavoratori.

Per questo motivo Fisascat Cisl Bari, Filcams Cigl Bari e UILTuCS Bari confermano, per lunedì 23 dicembre, una nuova giornata di sciopero unitario. Dalle 4 alle 13 astensione dal lavoro e manifestazioni dei lavoratori nei punti vendita di Casamassima e Modugno.

Non sono stati registrati, infatti, avanzamenti significativi il confronto sulla vertenza dei 13.291 lavoratori ex Gruppo Auchan, tenutosi fra i sindacati di categoria e l'azienda, in presenza anche dei rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico. «La direzione aziendale non è stata in grado di declinare in maniera chiara il piano dell'impegno richiesto dai sindacati al sistema Conad per affrontare l'esubero occupazionale derivante dalla progressiva dismissione della rete commerciale ex Auchan - sottolineano i sondacati - Alla vaghe asserzioni di Margherita Distribuzione SpA, abbiamo ribadito punti e richieste fondamentali:
- un dettaglio sulla riorganizzazione degli ipermercati, sul modello organizzativo e sulle ripercussioni occupazionali su ogni territorio, escludendo che i passaggi di ramo d'azienda isolino una parte dei lavoratori destinandoli al licenziamento;

- piano di riorganizzazione di sedi e logistica, che specifichi i tempi di attuazione e le possibilità di ricollocazione, le possibili sinergie con le sedi e la logistica di Conad; contezza dei ruoli nei quali Conad ha ricollocato unilateralmente parte dei lavoratori, discriminandone altri;

- chiarimenti sul resto della rete vendita che non sarà oggetto di passaggio a Conad, respingendo l'assurda richiesta di intervenire sul costo del lavoro su una platea di addetti che ad oggi non sa neanche se lavorerà;

- il numero delle lavoratrici e lavoratori presenti nei vari appalti e per quanti di loro la possibilità di continuare a lavorare;

- un accordo quadro che verifichi l'andamento occupazionale e le condizioni di lavoro dei punti vendita che passano a Conad, perché l'impresa dichiara che lì ci sono in sospeso altri 2500 esuberi».
  • Sindacati
  • Sciopero
Altri contenuti a tema
Conad mette in cassa integrazione 9 mila dipendenti, futuro nero anche in Puglia Conad mette in cassa integrazione 9 mila dipendenti, futuro nero anche in Puglia La comunicazione ai sindacati da Margherita Distribuzione, domani incontro a Roma per la procedura di mobilità delle sedi precedentemente aperta dall'impresa
Popolare di Bari, First Cisl vuole rimuovere i manager ma Fisac Cgil non ci sta Popolare di Bari, First Cisl vuole rimuovere i manager ma Fisac Cgil non ci sta Scontro anche tra i sindacati sulla vicenda che coinvolge l'istituto barese, entro fine marzo il piano dei commissari su esuberi e assetto delle filiali
Sospiro di sollievo per i 99 dipendenti BRSI, no al licenziamento Sospiro di sollievo per i 99 dipendenti BRSI, no al licenziamento Firmato l'accordo dopo una trattativa durata tre mesi, Uilm: «Necessario mantenere alta l'attenzione sulla vertenza»
Conad a Casamassima, sono 130 i dipendenti che rischiano il posto Conad a Casamassima, sono 130 i dipendenti che rischiano il posto Fumata nera dall'incontro tra sindacati e azienda, Filcams Cgil: «Mai firmeremo un accordo che tuteli solo parte dell'occupazione»
EIPLI, 150 lavoratori in bilico. Da febbraio rischiano di fare i "volontari" EIPLI, 150 lavoratori in bilico. Da febbraio rischiano di fare i "volontari" Garantita la retribuzione solo per il mese corrente, i sindacati: «Pronti alla mobilitazione se non arriveranno segnali della presa in carico dei problemi da risolvere»
Auchan chiude per diventare Conad a Casamassima e (forse) arriva Primark Auchan chiude per diventare Conad a Casamassima e (forse) arriva Primark Cinque giorni per il cambio di insegna. Voci sempre più insistenti parlano dell'arrivo del colosso inglese in parte dell'ipermercato
Stabilizzazione dei dipendenti Arif, revocato lo sciopero del 31 gennaio a Bari Stabilizzazione dei dipendenti Arif, revocato lo sciopero del 31 gennaio a Bari Sindacati soddisfatti dopo l'incontro nella sede della Regione Puglia: «Continueremo a lavorare per abolizione del precariato»
Amtab a Bari, dopo l'aggressione a un autista proclamato lo stato di agitazione Amtab a Bari, dopo l'aggressione a un autista proclamato lo stato di agitazione Filt Cgil: "Vogliamo sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica, nell'interesse dei lavoratori e degli stessi cittadini"
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.