sciopero lavoratori auchan
sciopero lavoratori auchan
Scuola e Lavoro

Passaggio da Auchan a Conad, confermato lo sciopero del 23 dicembre in Puglia

Astensione dal lavoro dalle 4 alle 13 pee i lavoratori di Modugno, Casamassima, Mesagne s Tsranto

Il passaggio da Auchan a Conad continua a tenere col fiato sospeso i lavoratori, che ad oggi non hanno avuto nessun impegno da parte di Margherita Distribuzione SpA sulla ricollocazione dei lavoratori.

Per questo motivo Fisascat Cisl Bari, Filcams Cigl Bari e UILTuCS Bari confermano, per lunedì 23 dicembre, una nuova giornata di sciopero unitario. Dalle 4 alle 13 astensione dal lavoro e manifestazioni dei lavoratori nei punti vendita di Casamassima e Modugno.

Non sono stati registrati, infatti, avanzamenti significativi il confronto sulla vertenza dei 13.291 lavoratori ex Gruppo Auchan, tenutosi fra i sindacati di categoria e l'azienda, in presenza anche dei rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico. «La direzione aziendale non è stata in grado di declinare in maniera chiara il piano dell'impegno richiesto dai sindacati al sistema Conad per affrontare l'esubero occupazionale derivante dalla progressiva dismissione della rete commerciale ex Auchan - sottolineano i sondacati - Alla vaghe asserzioni di Margherita Distribuzione SpA, abbiamo ribadito punti e richieste fondamentali:
- un dettaglio sulla riorganizzazione degli ipermercati, sul modello organizzativo e sulle ripercussioni occupazionali su ogni territorio, escludendo che i passaggi di ramo d'azienda isolino una parte dei lavoratori destinandoli al licenziamento;

- piano di riorganizzazione di sedi e logistica, che specifichi i tempi di attuazione e le possibilità di ricollocazione, le possibili sinergie con le sedi e la logistica di Conad; contezza dei ruoli nei quali Conad ha ricollocato unilateralmente parte dei lavoratori, discriminandone altri;

- chiarimenti sul resto della rete vendita che non sarà oggetto di passaggio a Conad, respingendo l'assurda richiesta di intervenire sul costo del lavoro su una platea di addetti che ad oggi non sa neanche se lavorerà;

- il numero delle lavoratrici e lavoratori presenti nei vari appalti e per quanti di loro la possibilità di continuare a lavorare;

- un accordo quadro che verifichi l'andamento occupazionale e le condizioni di lavoro dei punti vendita che passano a Conad, perché l'impresa dichiara che lì ci sono in sospeso altri 2500 esuberi».
  • Sindacati
  • Sciopero
Altri contenuti a tema
Il Disney store di Bari chiude il 3 ottobre, in via Sparano scioperano i lavoratori Il Disney store di Bari chiude il 3 ottobre, in via Sparano scioperano i lavoratori La Cgil tuona: «I vertici aziendali non si sono neanche preoccupati di aprire una trattativa con i sindacati»
La scuola si avvicina e anche gli scioperi: si fermano insegnanti e treni in Puglia La scuola si avvicina e anche gli scioperi: si fermano insegnanti e treni in Puglia Il 24 e 25 niente personale scolastico mentre venerdì stop ai treni Fse per 24 ore
Disney Store chiude il 3 ottobre, sciopero domani a Bari Disney Store chiude il 3 ottobre, sciopero domani a Bari Manifestazione dei 13 dipendenti dalle 17 alle 20, Miccoli (Filcams Cgil): «Situazione molto complicata»
Scuola, Usb, Cobas e Cub proclamano sciopero il 24 e 25 settembre Scuola, Usb, Cobas e Cub proclamano sciopero il 24 e 25 settembre Orario e svolgimento delle lezioni potrebbero subire variazioni in base all'adesione
Ex Auchan di Bari-Modugno, il grido disperato dei 35 dipendenti rimasti fuori Ex Auchan di Bari-Modugno, il grido disperato dei 35 dipendenti rimasti fuori La Fisascat Cisl sottolinea la volontà di porre rimedio alla situazione pretendendo che si cerchino altri criteri di scelta
Ex Auchan Bari-Modugno, nel passaggio da Conad a Despar restano fuori 35 dipendenti Ex Auchan Bari-Modugno, nel passaggio da Conad a Despar restano fuori 35 dipendenti Filcams CGIL e Fisascat CISL abbandonano il tavolo, Neglia: «Criteri non condivisi con i sindacati e a rischio di discriminazione»
A Bari tornano a protestare i lavoratori della sanità privata: «Subito rinnovo del contratto nazionale» A Bari tornano a protestare i lavoratori della sanità privata: «Subito rinnovo del contratto nazionale» Si è tenuto questa mattina in piazza Massari il presidio convocato dalle sigle sindacali confederali Cgil, Cisl e Uil
Ritorno a scuola in presenza, c'è il protocollo di sicurezza firmato da Ministero e sindacati Ritorno a scuola in presenza, c'è il protocollo di sicurezza firmato da Ministero e sindacati Orari scaglionati per ingressi e uscite e percorsi separati. Segnaletica sul distanziamento e sanificazione costante degli spazi. Critiche le opposizioni
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.