meraviglioso natale
meraviglioso natale
Cronaca

"Meraviglioso Natale" a Polignano, organizzatore irreperibile. Soldi spariti?

Oggi la GPuglia e Michele Lestingi avrebbero dovuto recarsi in Comune ma non si sono fatti vedere

Elezioni Regionali 2020
Ombre si addensano sul "Meraviglioso Natale" di Polignano a Mare. L'evento, terminato lo scorso 6 gennaio, dopo aver scatenato polemiche intorno all'utilizzo di tornelli per l'accesso e al pagamento per entrare a vedere le luminarie, si arricchisce oggi di un ulteriore capitolo. Sembra infatti, stando a quanto riporta la Gazzetta del Mezzogiorno e alle dichiarazione del sindaco di Polignano, Domenico Vitto, a Telenorba, che ci siano problemi con il pagamento al Comune di quanto dovuto da parte dell'azienda organizzatrice.

La GPuglia, facente capo all'imprenditore Michele Lestingi di Conversano, è ad oggi un'azienda fantasma, Il sito internet non esiste più e al numero di telefono fornito sulla pagina Facebook della stessa risponde solo una voce registrata che avvisa che il numero selezionato non è raggiungibile. Irraggiungibile, stando alle dichiarazioni di Vitto, anche lo stesso Lestingi, non nuovo a situazioni quantomeno "dubbie".

Tanto per ricordare un paio di episodi, Michele Lestingi nel novembre 2013 fu protagonista di un sequestro di beni da parte della DIA per l'enorme sproporzione tra i redditi dichiarati e posseduti. Tra i beni una Ferrari con tanto di targa personalizzata. Qualche anno prima, nel 2004, Lestingi fu invece rinviato a giudizio per truffa ai danni della ditta di gelati "Alaska spa".

«Abbiamo spesso chiesto rendicontazioni dal primo giorno che si è insediata la manifestazione e ancora oggi non ci arrivano risposte. Poi arrivano anche notizie distorte sulle presenze». Queste le parole del primo cittadino di Polignano, attendiamo ora gli eventuali passi che verranno compiuti per rientrare delle somme dovute.
  • Truffa
  • Natale
Altri contenuti a tema
Truffe agli anziani, a Bari numero verde per le denunce e uno spot con Antonio Stornaiolo Truffe agli anziani, a Bari numero verde per le denunce e uno spot con Antonio Stornaiolo Secondo la polizia locale si tratta di finti tecnici o falsi funzionari che agganciano gli over 65 a casa, per telefono o anche online
Truffe agli anziani, parte la campagna di sensibilizzazione del Comune di Bari. Lo sport di Alessandro Piva Truffe agli anziani, parte la campagna di sensibilizzazione del Comune di Bari. Lo sport di Alessandro Piva Al via il programma "La prudenza non ha età"di assessorato al Welfare e polizia locale, condiviso dalla Prefettura del capoluogo
Frode fiscale da 15 milioni nel settore dell'energia, sequestrate aziende a Bari e Modugno Frode fiscale da 15 milioni nel settore dell'energia, sequestrate aziende a Bari e Modugno Nel mirino della guardia di finanza finiscono due attività, i quattro amministratori e una società con sede in Svizzera
Truffe al Servizio sanitario nazionale, perquisizioni a Bari e in altre province italiane Truffe al Servizio sanitario nazionale, perquisizioni a Bari e in altre province italiane Sotto la lente d'ingrandimento dei Nas aziende farmaceutiche e informatori scientifici, medici specialisti e di medicina generale
Toritto, si vendica di una truffa bruciando l'auto di un 62enne. Denunciato Toritto, si vendica di una truffa bruciando l'auto di un 62enne. Denunciato Nel 2018 il proprietario del veicolo gli aveva comprato una partita di olive dichiarando un peso inferiore rispetto a quello reale
Uccisero un 24enne in un finto incidente per truffare l'assicurazione, tre condanne a 30 anni Uccisero un 24enne in un finto incidente per truffare l'assicurazione, tre condanne a 30 anni I fatti risalgono al 2016, quando uno degli imputanti investì la vittima in un falso sinistro stradale sulla provinciale Adelfia-Cassano
Traffico di auto da Putignano alla Bulgaria bloccato dalla polizia di Bari Traffico di auto da Putignano alla Bulgaria bloccato dalla polizia di Bari Le indagini partite da una truffa ai danni di un commerciante a cui erano state trafugate due vetture
Fingevano l'arresto dei nipoti per truffare gli anziani in provincia di Bari, due in manette Fingevano l'arresto dei nipoti per truffare gli anziani in provincia di Bari, due in manette I malviventi si spacciavano al telefono per avvocati e carabinieri, così da chiedere alle vittime la "cauzione" per il rilascio dei congiunti
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.