Uniba
Uniba
Eventi e cultura

“Lo strano caso Covid, prevedere l’imprevedibile”, convegno a Bari con Andrea Crisanti

L'evento è organizzato all’università degli studi di Bari il 4 e 5 luglio dalla Federazione Cisl Medici

"Lo strano caso Covid, prevedere l'imprevedibile" è il titolo del convegno, organizzato all'università degli studi di Bari il 4 e 5 luglio dalla Federazione Cisl Medici Puglia e Bari. Una due giorni in cui si alterneranno accademici, divulgatori scientifici e medici per approfondire aspetti ancora poco chiari sulla pandemia da SARS CoVid-2 che ha cambiato le nostre vite negli ultimi tre anni circa. L'evento è organizzato in collaborazione con Cisl Università Bari, Ust Cisl Bari ed Usr Cisl Puglia.

Terapie, vaccini, clinica, long Covid, implicazioni psicologiche e socio-economiche della pandemia saranno analizzate e studiate da esperti come Andrea Crisanti microbiologo, accademico e divulgatore scientifico italiano, il studio sui cittadini di Vo', comune in provincia di Padova in cui ha avuto luogo uno dei primi due grandi focolai dell'infezione, è stato determinante per comprendere la trasmissione del virus: ha scoperto che la maggior parte delle persone infette dal SARS-CoV-2 era in grado di trasmetterlo pur essendone portatrice asintomatica; a seguito di ciò ha fortemente sostenuto la necessità di eseguire tamponi anche su chi non aveva sintomi, e ha verificato una durata degli anticorpi per il COVID-19 di circa 9-10 mesi. Tra gli altri sono attesi anche Guido Favia, docente di Parassitologia Università di Camerino, Gioacchino Angarano docente Emerito Malattie Infettive dell'università degli studi di Bari, Fulvio Marsilio, docente veterinario Malattie Infettive dell'Università Teramo.

Sessioni, tavole rotonde e question time in cui esperti del settore psichiatrico, sindacale, storico e culturale, degli studi di genere e del settore zooprofilattico si confronteranno in modo interattivo per un viaggio nel mondo delle pandemie dal medioevo ad oggi e nel prossimo futuro.

"La pandemia ha evidenziato gravi criticità già presenti nel tessuto sanitario italiano e pugliese che coinvolgono aspetti strutturali, strumentali e, soprattutto, di atavica carenza del personale medico ed infermieristico con inevitabili conseguenze sulla programmazione dei ricoveri ed interventi di elezione oltre che di esami strumentali, visite specialistiche di screening sui tumori ed anche di visite specialistiche non legate alle neoplasie le cui liste di attesa si sono inevitabilmente allungate", commenta Vincenzo Piccialli, Segreteria Generale Federazione Cisl Medici Puglia.

"Nessun riguardo premiale si è avuto per i medici veterinari – aggiunge Domenico Centola, Segreteria Generale Federazione Cisl Medici Bari - quali, per esempio, quelli che operano nei dipartimenti di prevenzione ed in particolare quelli che lavorano negli istituti zooprofilattici, il cui specialistico e silenzioso lavoro di sequenziazione genimica delle varianti del SARS-Cov2 (solo per citare una delle attività in cui sono impegnati) ha significativamente contribuito al monitoraggio e controllo di tutte le fasi della pandemia ci Covid-19, sin dal suo insorgere!"
  • uniba
Altri contenuti a tema
È morto Piero Angela, nel 2018 l'ultima volta in visita a Bari. Decaro: «Un onore per noi» È morto Piero Angela, nel 2018 l'ultima volta in visita a Bari. Decaro: «Un onore per noi» Il famoso divulgatore scientifico si è spento a 93 anni. Era laureato honoris causa in Veterinaria all'UniBa
Pnrr, l'Università di Bari presente con dieci progetti nell'ambito dei partenariati estesi Pnrr, l'Università di Bari presente con dieci progetti nell'ambito dei partenariati estesi Il bando conta su Euro 1,61 miliardi totali, di cui almeno il 40% nelle regioni del Mezzogiorno
Covid, incidenza e fattori di rischio: lo studio dell'Università di Bari pubblicato su “Vaccines” Covid, incidenza e fattori di rischio: lo studio dell'Università di Bari pubblicato su “Vaccines” Esaminato un campione di 60mila operatori sanitari appartenenti a dodici diversi centri europei
Università di Bari, gli studenti protestano contro il blocco delle carriere accademiche Università di Bari, gli studenti protestano contro il blocco delle carriere accademiche Stretta dell'ateneo contro chi è in mora con le tasse. Link: «Misura fortemente discriminatoria e classista»
Università di Bari, firmato il protocollo "Scuole in STE@M" Università di Bari, firmato il protocollo "Scuole in STE@M" Una delle azioni per la realizzazione della strategia regionale per la parità di genere in Puglia
Università di Bari, bando per 22 visiting professor ucraini Università di Bari, bando per 22 visiting professor ucraini Per ognuno viene assegnato un contributo omnicomprensivo lordo minimo pari a 10.000 euro
Università di Bari, si laurea il primo studente rifugiato dall’Afghanistan Università di Bari, si laurea il primo studente rifugiato dall’Afghanistan Komeli ha discusso una tesi in Lingua e traduzione portoghese dal titolo “L’Arte della diversità: tradurre le culture lusofone”
Università di Bari, parte la campagna per le immatricolazioni anno accademico 2022/2023 Università di Bari, parte la campagna per le immatricolazioni anno accademico 2022/2023 Sono 50 le convenzioni con imprese del territorio e multinazionali, tra cui Eni, Leonardo e Pirelli
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.