gemmato alloncologico
gemmato alloncologico
Politica

Incendio al Miulli e arresto del dottor Lorusso all'Oncologico di Bari, la solidarietà del viceministro Gemmato

Il sottosegretario alla Salute ha incontrato gli operatori sanitari delle due strutture, al centro di casi di cronaca

Il sottosegretario alla Salute, onorevole Marcello Gemmato, ha voluto questa mattina incontrare gli operatori sanitari e i direttori generali dell'ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti e dell'oncologico Papa Giovanni Paolo II di Bari. Due strutture ospedaliere che in questa settimana sono state al centro della cronaca per due differenti episodi: l'incendio al Miulli e l'arresto del primario all'Oncologico.

Ad Acquaviva l'onorevole Gemmato, accompagnato dai senatori Filippo Melchiorre e Ignazio Zullo e dal consigliere regionale Michele Picaro, ha voluto verificare lo stato dei luoghi dopo l'incendio avvenuto martedì scorso. «Non vi era nessun intento ispettivo – ha spiegato il sottosegretario – ma solo quello di far sentire che il Governo è vicino alla sanità pugliese quando accadono questi episodi. Ho potuto constatare come l'impianto antincendio sia perfettamente entrato in funzione e come anche l'attività del Pronto soccorso è ripresa a distanza di pochi giorni, grazie anche all'abnegazione e la professionalità di medici, infermieri e oss».

Nella tarda mattina, infine, l'onorevole Gemmato, insieme al senatore Melchiorre e al consigliere Picaro, hanno voluto incontrare non solo il direttore generale dell'oncologico, Delle Donne, ma soprattutto i medici nella convinzione che una «Mela marcia» non può rovinare un «Paniere di eccellenze».

«Garantisti come lo siamo sempre – ha detto Gemmato – lasciamo ad altri organismi l'accertamento della verità, auspichiamo che la giustizia dia subito risposte che nel caso confermino le ipotesi accusative portino a una dura condanna del responsabile, ma oggi come Governo e come esponenti del Parlamento italiano abbiamo voluto essere accanto alla stragrande maggioranza di medici che ogni giorno lavorano con grande passione e abnegazione per assicurare l'assistenza a pazienti fortemente provati dalla malattia e dalla vita. Proprio a salvaguardia del loro lavoro invitiamo i cittadini a denunciare se vittima di qualche medico spregiudicato, potete farlo anche in maniera anonima, rivolgendovi anche a noi se serve».

Il senatore Melchiorre ha voluto, infine, ribadire: «Noi di Fratelli d'Italia, abbiamo sentito il dovere morale, prima ancora politico, di venire all'oncologico di Bari e "metterci la faccia" su un episodio che potrebbe gettare discredito su un'intera classe medica. In questo caso non esistono strumentalizzazioni politiche o difese solo di parte. Tutti dovremmo sentire il bisogno di essere accanto a operatori sanitari che ogni giorno lavorano in condizioni non sempre ottimali. Ma questo non è il momento delle polemiche».
  • Marcello Gemmato
  • ospedale Miulli
  • istituto tumori giovanni paolo ii
Altri contenuti a tema
Un'Italia forte in Europa. Michele Picaro si presenta all'Europarlamento Un'Italia forte in Europa. Michele Picaro si presenta all'Europarlamento Ieri sera la comunità di Fratelli d'Italia si è ritrovata a Villa Romanazzi Carducci
Mafia a Bari, Gemmato preoccupato incontra Piantedosi Mafia a Bari, Gemmato preoccupato incontra Piantedosi Il sottosegretario ed ex consigliere comunale: «Avrei convocato immediatamente assise monotematica»
IRCCS Giovanni Paolo II, operativi i nuovi ambulatori di oncologia medica e la nuova TAC IRCCS Giovanni Paolo II, operativi i nuovi ambulatori di oncologia medica e la nuova TAC Presente il governatore Emiliano: «Per l’oncologia oggi in Puglia si curano molte più persone di una volta»
Annalisa e Lello sposi, la struggente storia tra le corsie dell'istituto tumori di Bari Annalisa e Lello sposi, la struggente storia tra le corsie dell'istituto tumori di Bari La donna, 54enne, è ricoverata per un tumore al seno metastatico, ma ha voluto coronare il suo sogno: il prete li ha sposati in videochiamata
Scorporo "Giovanni XXIII" dal Policlinico: continua il percorso Scorporo "Giovanni XXIII" dal Policlinico: continua il percorso Gemmato: «È un atto dovuto per rispondere alle istanze dei cittadini»
La gentilezza per affrontare il tumore: premiato studio dell'Istituto Oncologico di Bari La gentilezza per affrontare il tumore: premiato studio dell'Istituto Oncologico di Bari Lo studio ha fatto il punto sul benessere psicologico delle pazienti in trattamento oncologico, ricevendo un importante riconoscimento a Brescia
All’Istituto Tumori di Bari arriva un nuovo tomografo All’Istituto Tumori di Bari arriva un nuovo tomografo L’intero reparto di radiologia sottoposto a lavori per l’installazione del nuovo macchinario
Tumore della tiroide, eseguito a Bari primo intervento con echolaser Tumore della tiroide, eseguito a Bari primo intervento con echolaser È stato realizzato al Giovanni Paolo II, durato solo 3 minuti ha permesso di dimettere il paziente dopo qualche ora
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.