Giovani in viaggio
Giovani in viaggio
Scuola e Lavoro

I ventenni dicono addio a Bari, se ne sono andati in 3mila

La nostra città è sesta in questa particolare classifica che vede sempre più i giovani trasferirsi

Sono circa 3mila i giovani che hanno detto addio a Bari negli ultimi 10 anni. I dati, elaborati da Istat per l'Espresso, sottolineano come le città, soprattutto del sud, vedano i giovani andarsene altrove in cerca di fortuna. E se l'esodo delle persone nella fascia di età 20-30 è presente in tutta la penisola, va sottolineato come sia comunque più marcato nelle città del sud e nelle isole. Troppo poche possibilità per i giovani nel mezzogiorno, e la necessità di trasferirsi al nord o all'estero, dietro questo esodo di massa. Il lavoro è sempre più precario, quando c'è, e in molti casi non c'è proprio. Per cui non si trova altra soluzione che partire e lasciare la propria famiglia.

L'unica consolazione può esserci data dal fatto che prima di Bari vengono altre città. In termini assoluti, a guidare questa particolare classifica è Napoli, con oltre 6 mila abbandoni. Seguita subito dopo da Messina, Taranto, Reggio Calabria e Palermo. Solo dopo troviamo Bari, ma è una magra consolazione considerando che i dati hanno messo insieme una lista di ben 50 città. Per non parlare poi della Puglia, che vede in classifica tutte le principali città della regione, da Barletta a Trani, da Foggia a Brindisi, fino a Bitonto e Molfetta.

Dati preoccupanti, che possono solo farci capire che diventa sempre più necessario attuare politiche che permettano al mezzogiorno di rialzare la testa. Senza progetti per il futuro si rischia uno svuotamento delle zone del sud, che può avere come risultato solamente un ulteriore impoverimento del territorio.
  • Lavoro e mestieri
  • Comune di Bari
  • Classifica
Altri contenuti a tema
Qualità della vita, Bari e Bat non sono posti per giovani Qualità della vita, Bari e Bat non sono posti per giovani Le due province sono al 93° e al 99° posto nella indagine resa nota da Il Sole 24 Ore
La commissione del Viminale è arrivata al Comune di Bari La commissione del Viminale è arrivata al Comune di Bari Il suo compito sarà accertare eventuali infiltrazioni mafiose
Il centrodestra a Bari risponde a Decaro: «Parole del sindaco sconcertanti» Il centrodestra a Bari risponde a Decaro: «Parole del sindaco sconcertanti» Dura replica del Governo e degli esponenti locali dei partiti di maggioranza alle parole del primo cittadino
Centrosinistra a Bari contro Piantedosi: «Intervenga il presidente Mattarella» Centrosinistra a Bari contro Piantedosi: «Intervenga il presidente Mattarella» Diverse le prese di posizione dopo l'arrivo della notizia di una commissione di inchiesta sul Comune
Inchiesta "Codice Interno", il ministro valuta lo scioglimento del Comune di Bari Inchiesta "Codice Interno", il ministro valuta lo scioglimento del Comune di Bari A comunicarlo il sindaco Decaro dopo una telefonata ricevuta da Piantedosi: «Atto di guerra. Violenza a cui mi opporrò»
L’Ordine degli Ingegneri provinciale si rinnova: eletto il nuovo presidente L’Ordine degli Ingegneri provinciale si rinnova: eletto il nuovo presidente Fratino: “Uno strumento operativo per la valorizzazione della figura professionale”
Pubblica amministrazione innovata: è online “Bari Open Data” Pubblica amministrazione innovata: è online “Bari Open Data” Il nuovo portale del comune dedicato alla condivisione e al riutilizzo dei dati aperti dell’ente
Al via il progetto di formazione per il lavoro C.Re.di.Ci. Al via il progetto di formazione per il lavoro C.Re.di.Ci. I destinatari sono 60 cittadini percettori del reddito di cittadinanza
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.