Un ragazzo a scuola con la mascherina
Un ragazzo a scuola con la mascherina
Scuola e Lavoro

Genitori contro il sindaco di Acquaviva (Bari): «Riaprire le scuole»

Il ricorso presentato al Tar ha per firmatari una coppia con due bambini, ma in rappresentanza di 90 genitori

I genitori di Acquaviva delle Fonti in provincia di Bari, contro il sindaco Davide Carlucci e la sua decisione di chiudere le scuole di ogni ordine e grado fino al prossimo 3 dicembre.

L'iniziativa di una coppia di genitori, in rappresentanza di oltre 90 genitori aventi figli minori frequentanti le classi della scuola dell'Infanzia e della scuola primaria che si sono associati formalmente al ricorso e hanno contribuito economicamente alla causa, che con il patrocinio dell'avvocato Valeria Campobasso, hanno impugnato dinanzi al Tar di Bari l'ordinanza del sindaco.

Secondo i genitori l'ordinanza si pone in modo non coerente con l'organizzazione differenziata dei servizi scolastici, disposta dal sopravvenuto DPCM 3 novembre 2020, il quale colloca la Regione Puglia tra le aree a media criticità, ingenerando confusione e disparità di trattamento tra gli alunni delle scuole dell'infanzia della primaria residenti in altri comuni vicini, dove le scuole sono aperte. Stando a quanto si legge nel ricorso: «Dalla motivazione del provvedimento impugnato non emergono ragioni particolari per le quali la città non debba allinearsi alle decisioni nazionali in materia di istruzione», in quanto i dati offerti dal Comune di Acquaviva delle Fonti non appaiono utili a derogare le decisioni nazionali e regionali in materia d'istruzione.

«L'imposizione della didattica a distanza - proseguono - anche per bambini delle scuole dell'infanzia e delle scuole elementari che in taluni casi devono ancora iniziare il percorso di alfabetizzazione, peraltro, si traduce in una sostanziale interruzione delle attività didattiche e dei servizi all'utenza scolastica, in violazione di diritti costituzionalmente garantiti, quale quello all'istruzione».

«Da un'elaborazione dei dati - aggiungono - ottenuta prendendo in considerazione il numero dei contagi e la popolazione residente per Comune si evince come la contagiosità non è significativamente maggiore rispetto ad altri Comuni vicini, dove le scuole comunque sono aperte. Ad ogni modo, l'Istituto Superiore della Sanità, principale centro di ricerca, controllo e consulenza tecnico-scientifica in materia di sanità pubblica in Italia, ha dichiarato che nella fascia d'età tra 0 e 10 anni il virus si diffonde molto meno rispetto alla fascia di età tra 10 e 20 anni. L'auspicio è che il Sindaco voglia riconsiderare la propria posizione allineandosi ai complessi parametri fissati dal governo per le misure anti covid 19 nelle scuole, consentendo agli studenti la regolare ripresa della didattica in presenza. Inoltre, il ricorso intende tutelare la didattica in presenza per l'intero anno scolastico contro provvedimenti analoghi».

  • Scuola
Altri contenuti a tema
«Basta con la didattica a scelta», i presidi in Puglia scontenti dell'ultima ordinanza «Basta con la didattica a scelta», i presidi in Puglia scontenti dell'ultima ordinanza ANP parla non solo difficoltà di gestione della DDI, ma di impossibilità di organizzazione a causa della brevità della durata delle disposizioni
Puglia, Emiliano ribadisce la sua posizione: «Scuola luogo non sicuro» Puglia, Emiliano ribadisce la sua posizione: «Scuola luogo non sicuro» Durante la presentazione dell'ospedale Covid in Fiera del Levante, il presidente ha chiarito il perché della sua ordinanza
Puglia, scuola elementare e media in presenza, chi vuole può scegliere la DDI Puglia, scuola elementare e media in presenza, chi vuole può scegliere la DDI Il presidente Emiliano ha firmato l'ordinanza in mattinata, ecco il testo completo
Scuola in Puglia, DDI al 100% per le superiori Scuola in Puglia, DDI al 100% per le superiori Resta la scelta tra presenza e didattica a distanza per la primaria e la secondaria di primo grado
Pericolo per l'incolumità degli alunni, chiude la scuola elementare a Bitritto (Bari) Pericolo per l'incolumità degli alunni, chiude la scuola elementare a Bitritto (Bari) Al momento sospese tutte le attività didattiche e amministrative fino al 31 gennaio e contestuale attivazione della DaD
Bari, la chiusura della scuola ha bloccato i contagi in classe Bari, la chiusura della scuola ha bloccato i contagi in classe È quanto emerge dalla analisi dei grafici realizzati dai tracciatori dell’Eic, Epidemic intelligence Center, centrale operativa della sorveglianza sanitaria del Dipartimento di prevenzione della ASL
Regione Puglia, la richiesta delle scuole: «Basta scelta ai genitori» Regione Puglia, la richiesta delle scuole: «Basta scelta ai genitori» Il presidente Emiliano e l'assessore Lopalco sarebbero orientati verso una ordinanza che faccia andare in presenza solo infanzia e primo anno della primaria
Scuola in Puglia, Emiliano proroga l'ordinanza al 16 in attesa del Dpcm Scuola in Puglia, Emiliano proroga l'ordinanza al 16 in attesa del Dpcm Incontro questa mattina con sindacati e USR, dal 18 gennaio la decisione sulla riapertura o meno legata all'area di rischio in cui sarà la regione
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.