Territorio

Fermo pesca obbligatorio esteso fino a domenica 8 settembre da Bari a Manfredonia

Emiliano: «Richiesta delle associazioni fondata dal punto di vista economico e doverosa da quello ambientale»

Il fermo pesca obbligatorio nelle marinerie pugliesi nel tratto compreso fra Bari e Manfredonia è stato esteso fino a domenica 8 settembre, anziché fino al 27 agosto come inizialmente previsto. È quanto deciso dalla Regione Puglia, d'intesa con le organizzazioni di categoria, per tutelare l'ecosistema marino, riducendo lo sforzo pesca e la mortalità delle risorse ittiche.

Lo stop di un mese alle attività delle flotte pugliesi con il sistema a strascico è partito lo scorso 29 luglio, come da decreto ministeriale n. 173/2019, il cui provvedimento autorizza, altresì, le regioni, lì dove ritenuto necessario per la tutela del comparto, a deliberare ulteriori periodi di arresto temporaneo obbligatorio per le attività con reti, cosiddette, a strascico a divergenti, sfogliare rapidi, reti gemelle a divergenti (ad esclusione delle unità abilitate alla pesca oceanica che operano oltre gli stretti).

«Abbiamo ritenuto - dichiara il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano - che la richiesta delle Associazioni di categoria della pesca fosse, oltre che fondata dal punto di vista economico e sociale, anche doverosa da quello ambientale. Pertanto la Giunta regionale è in procinto di deliberare, nella prossima riunione di lunedì 26 agosto, un ulteriore periodo di arresto temporaneo obbligatorio per le navi da pesca iscritte nei Compartimenti marittimi da Manfredonia a Bari. La Puglia, ancora una volta, si distingue per saper cogliere le deleghe concesse dalla normativa nazionale e per attuare misure a sostegno della pesca professionale e dell'economia ambientale a essa connessa, anche nel complesso sistema marittimo Adriatico»

La decisione di prorogare il fermo è stato valutato dagli uffici regionali, anche su sollecitazione del sistema imprenditoriale ittico. Sussistono, difatti, specifiche esigenze biologiche nonché la necessità di ridurre lo sforzo di pesca che incide negativamente sulla condizione dei principali stock ittici oggetto di prelievo.
  • Regione Puglia
  • Michele Emiliano
  • Pesca
Altri contenuti a tema
Coronavirus, la Regione: «In Puglia non c'è alcun allarme» Coronavirus, la Regione: «In Puglia non c'è alcun allarme» Il direttore del dipartimento Salute Montanaro: «Nessun contagio è stato identificato, la psicosi è ingiustificata»
Il Cardinale Bassetti apre in cattedrale a Bari "Mediterraneo Frontiera di Pace" Il Cardinale Bassetti apre in cattedrale a Bari "Mediterraneo Frontiera di Pace" Il presidente della Regione Puglia Emiliano: «Si sta compiendo una profezia, di cui si parlerà in questo Sinodo di Vescovi»
Donazione di organi, il Miulli di Acquaviva premiato dalla Regione Puglia Donazione di organi, il Miulli di Acquaviva premiato dalla Regione Puglia All'interno dell'ospedale ecclesiastico dal 1991 sono stati effettuati 31 prelievi. Gli ultimi due negli scorsi giorni
Settimane sante patrimonio della Regione Puglia, c'è l'ok del Consiglio Settimane sante patrimonio della Regione Puglia, c'è l'ok del Consiglio Il provvedimento ha come obiettivo tutelare e far conoscere l’importanza del patrimonio immateriale per la comunità
In Puglia cresce il numero dei trapianti di organo, nel 2019 sono stati 103 In Puglia cresce il numero dei trapianti di organo, nel 2019 sono stati 103 La nostra regione festeggia il record negli ultimi 15 anni. Al Piccinni la manifestazione “Chi dona vive 2 volte”, testimonial Igor Protti
Bari si prepara alla visita del papa, già 40mila i biglietti gratuiti distribuiti Bari si prepara alla visita del papa, già 40mila i biglietti gratuiti distribuiti Sale l'attesa per la visita del santo padre il 23 febbraio. Il segretario della Cei: «Un incontro dal forte valore sociale»
Regionali in Puglia, M5S: «No ad alleanze con Emiliano né ora né mai» Regionali in Puglia, M5S: «No ad alleanze con Emiliano né ora né mai» Dopo le dichiarazioni dei giorni scorsi del governatore i pentastellati chiariscono la loro posizione
All'aeroporto di Bari arriva un presidio del 118 All'aeroporto di Bari arriva un presidio del 118 Nello scalo è presente dal 1 febbraio un'ambulanza h24 per far fronte alle emergenze
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.