carabinieri JPG
carabinieri JPG
Cronaca

Estorsione ad imprenditori edili, sei ordini di carcerazione a Bari

I reati commessi tra il 2011 e il 2015, e riconducibili al clan Di Cosola

Sei ordini di carcerazione, emessi dalla Procura Generale presso la Corte di Appello di Bari (ufficio esecuzioni penali), sono stati eseguiti dai carabinieri del comando provinciale di Bari nei confronti di Battista Antonio, 51enne, Kiwan Talal, 49enne, Lopriore Alessandro 30enne, Carbonara Vito, 38enne, Pala Antonio, 44enne e Surio Piero, 49enne, destinatari di sentenze definitive di condanna, per gravi reati commessi tra il 2011 e il 2015, riconducibili alle dinamiche di riorganizzazione ed espansione del clan Di Cosola.
L'attività investigativa, svolta dal nucleo investigativo dei carabinieri e coordinata dalla direzione distrettuale antimafia della procura della Repubblica di Bari, ha consentito di ricostruire, oltre al traffico di stupefacenti, il sistema di estorsioni nel settore dell'edilizia organizzato dal clan Di Cosola nei comuni di Bari (Ceglie del Campo), Valenzano, Capurso, Casamassima, Adelfia e Bitritto, che prevedeva l'obbligo per gli imprenditori edili di consegnare denaro a titolo di protezione o, in alternativa, di acquistare il cemento prodotto da un'impresa a loro collegata.
Le condanne promanano dalla conclusione delle fasi processuali connesse all'indagine Pilastro, avviata nel marzo del 2011 a seguito dell'omicidio di Mizzi Giuseppe.
Nel processo di primo grado nei confronti degli 80 imputati sono state emesse sentenze di condanna (con rito ordinario e rito abbreviato) ad una pena complessiva per circa 8 secoli di reclusione, ridotta a circa 4 secoli complessivi di reclusione nel giudizio di appello.
Sopraggiunta l'irrevocabilità delle sentenze, i carabinieri hanno proceduto all'esecuzione dei provvedimenti di carcerazione.
  • antimafia
Altri contenuti a tema
Operazione in corso dell'antimafia, arresto per undici persone a Bari Operazione in corso dell'antimafia, arresto per undici persone a Bari L'accusa è di blocco stradale, ulteriori informazioni verranno date in mattinata
Un murales per Gaetano Marchitelli, 15enne ucciso 20 anni fa per errore dalla mafia Un murales per Gaetano Marchitelli, 15enne ucciso 20 anni fa per errore dalla mafia L'opera realizzata da Daniela Sersale su uno dei manufatti presenti sulla piazza a lui dedicata
Controllo del mercato delle slot machine, sequestrati 600mila euro ad un affiliato al clan Capriati Controllo del mercato delle slot machine, sequestrati 600mila euro ad un affiliato al clan Capriati Il soggetto nel 2020 era stato arrestato poiché avrebbe percepito una somma mensile di circa 1.000 euro per la collocazione delle macchinette
Omicidio Ranieri a San Pio, due arresti a Bari Omicidio Ranieri a San Pio, due arresti a Bari Si tratta di un 38enne ritenuto esecutore materiale e un 36enne che avrebbe fornito informazioni false
Sei interdittive antimafia per altrettante aziende di Bari, il prefetto: "Attenzione resta alta" Sei interdittive antimafia per altrettante aziende di Bari, il prefetto: "Attenzione resta alta" I settori vanno dall'armamento ferroviario al settore agricolo, dall'autotrasporto conto terzi al commercio di rottami metallici
Bari ricorda Falcone nel 31º anniversario della strage di Capaci Bari ricorda Falcone nel 31º anniversario della strage di Capaci Alla cerimonia sono invitate, oltre alle autorità, una rappresentanza degli studenti delle scuole superiori
Nuovo scacco al clan Di Cosimo - Rafaschieri, emesse sei condanne definitive. Ecco chi sono Nuovo scacco al clan Di Cosimo - Rafaschieri, emesse sei condanne definitive. Ecco chi sono Il gruppo, vicino agli Strisciuglio, è accusato di pari in luogo pubblico, estorsione, detenzione e porto illegale di armi, spaccio di sostanze stupefacenti
Commerciante di Palese vittima del racket, in manette tre uomini vicini al clan Strisciuglio Commerciante di Palese vittima del racket, in manette tre uomini vicini al clan Strisciuglio Un 22enne e un 25enne avevano estorto 5mila euro, nei guai anche un 21enne per minacce
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.