minuto di silenzio vittime coronavirus
minuto di silenzio vittime coronavirus
Attualità

Coronavirus, anche Bari si unisce al dolore per le vittime

Il sindaco Decaro e il prefetto Bellomo hanno osservato un minuto di silenzio all'esterno del Palazzo di città

Bandiere a mezz'asta sulla facciata del teatro comunale Piccinni, il silenzio rotto soltanto dalle trombe dell'Aeronautica che omaggiano le vittime. Anche Bari si unisce al dolore per i morti causati dall'epidemia di Coronavirus che sta flagellando l'Italia. Il sindaco Antonio Decaro e il prefetto Antonella Bellomo hanno osservato un minuto di raccoglimento davanti al colonnato del Piccinni, come segno di vicinanza a chi ha perso i propri cari a causa del Covid-19.L'iniziativa è stata promossa dal presidente della Provincia di Bergamo, Gianfranco Gafforelli, e raccolta da Anci, di cui Decaro è presidente. Una cerimonia simbolica, svoltasi alle 12 in contemporanea con tutti i comuni italiani, anche per esprimere solidarietà agli operatori sanitari impegnati in prima linea per fermare il contagio, e di speranza, affinché le comunità italiane possano tornare quanto prima alla normalità.

«Abbiamo voluto dedicare un minuto di silenzio e le nostre bandiere a mezz'asta al ricordo delle miglia di vittime di questa pandemia che ha colpito così duramente il nostro Paese – ha spiegato il sindaco Decaro -. Da nord a sud, i sindaci si sono stretti in un silenzio comune e in un abbraccio virtuale con i colleghi che sono in lutto insieme alle loro comunità per le tante perdite. Noi sindaci siamo allo stesso tempo i custodi delle angosce e delle preoccupazioni dei nostri concittadini, ma anche vogliamo essere portatori di un messaggio di speranza che prima o poi riusciremo a metterci alle spalle questo terribile momento della storia del nostro Paese. Voglio ringraziare tutte le istituzioni che hanno aderito a questa iniziativa promossa dall'Anci, a dimostrazione che l'Italia è unita e solidale in questo momento».
  • Antonio Decaro
  • Comune di Bari
  • anci
  • antonella bellomo
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Bando "Start", la Regione Puglia proroga i termini al 30 ottobre Bando "Start", la Regione Puglia proroga i termini al 30 ottobre La misura prevede interventi a sostegno del lavoro autonomo colpito dalla crisi Covid
Covid-19, in Puglia 99 nuovi casi e tre decessi Covid-19, in Puglia 99 nuovi casi e tre decessi Registrati 4.577 tamponi. In provincia di Bari riscontrati altri 32 positivi
Coronavirus e scuola ad Altamura, nuove modalità di accesso in classe Coronavirus e scuola ad Altamura, nuove modalità di accesso in classe Riunione ieri nella sala consiliare, dopo i casi degli ultimi giorni si corre ai ripari
Aumento casi Covid ad Acquaviva, invito al vaccino e no alle feste in piazza Aumento casi Covid ad Acquaviva, invito al vaccino e no alle feste in piazza Riunione nella giornata di ieri del centro operativo comunale per la gestione dell'emergenza coronavirus
Scuole d'infanzia paritarie, dal Comune di Bari contributo da 500mila euro Scuole d'infanzia paritarie, dal Comune di Bari contributo da 500mila euro Confermato il bonus a sostegno delle famiglie meno abbienti. Romano: «In arrivo 347 buoni da 600 euro ciascuno»
Coronavirus, sono 76 i nuovi positivi in Puglia ma non ci sono decessi Coronavirus, sono 76 i nuovi positivi in Puglia ma non ci sono decessi Effettuati 4.131 test, in provincia di Bari sono 24 i casi. La zona più colpita quella di Foggia
Monopoli, dipendente comunale positivo al Coronavirus Monopoli, dipendente comunale positivo al Coronavirus Uffici chiusi questa mattina per procedere alla sanificazione degli ambienti
Altamura (Bari), positivo al Covid un bimbo dell'asilo, scuola chiusa Altamura (Bari), positivo al Covid un bimbo dell'asilo, scuola chiusa Si tratta del plesso dell'infanzia “K.Wojtyla” in via Minniti
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.